BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Classifica Giro d'Italia 2015 / La maglia rosa e le altre graduatorie: Contador sempre leader, Aru a 17" (dodicesima tappa, oggi 21 maggio)

Pubblicazione:giovedì 21 maggio 2015 - Ultimo aggiornamento:giovedì 21 maggio 2015, 17.45

Alberto Contador (Infophoto) Alberto Contador (Infophoto)

CLASSIFICA GIRO D’ITALIA 2015: LA MAGLIA ROSA E LE ALTRE GRADUATORIE (DODICESIMA TAPPA IMOLA-VICENZA/MONTE BERICO, 190 KM) - Alberto Contador è sempre più maglia rosa al termine della dodicesima tappa Imola-Vicenza del Giro d'Italia 2015. Infatti lo spagnolo è arrivato secondo alle spalle solo del vincitore Philippe Gilbert e ora nella classifica generale ha 17" di vantaggio su Fabio Aru, che infatti ha ceduto otto secondi sulla salita di Monte Berico, ai quali vanno aggiunti i sei secondi di abbuono che Contador ha conquistato grazie al secondo posto. Hanno perso 9" (tre + l'abbuono) anche Rigoberto Uran e Richie Porte, dunque sempre più lontani dal primo posto: il colombiano è ora sesto a 2'19", mentre il ritardo dell'australiano è salito a 3'18". Per Aru probabilmente c'è stata una piccola crisi di fame: lo stesso sardo ha ammesso di non essersi nutrito benissimo, un errore che ha pagato sull'ultima salita. Non cambiano nemmeno i leader delle altre graduatorie: la maglia rossa è sempre sulle spalle di Nicola Boem, con Gilbert ora quarto nella classifica a punti; Benat Intxausti rafforza la propria maglia azzurra passando per primo sul Gpm di Crosara, il più impegnativo di giornata; Fabio Aru naturalmente è sempre la maglia bianca, anche se ha perso 5" da Davide Formolo, l'unico in grado di impensierirlo nella classifica dei giovani. CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA GENERALE DEL GIRO D'ITALIA 2015

CLASSIFICA GIRO D’ITALIA 2015: LA MAGLIA ROSA E LE ALTRE GRADUATORIE (DODICESIMA TAPPA IMOLA-VICENZA/MONTE BERICO, 190 KM) - E’ ancora Alberto Contador il leader del Giro d’Italia 2015: lo spagnolo ha tenuto la maglia rosa anche al termine della tappa di ieri con arrivo a Imola, da dove oggi invece si ripartirà alla volta di Vicenza per una dodicesima tappa della Corsa Rosa che è molto attesa perché proporrà il duro arrivo in salita sullo strappo del Monte Berico. La classifica dunque potrebbe anche cambiare, dal momento che lo spagnolo ha solo tre secondi di vantaggio su Fabio Aru, il suo più immediato inseguitore.

La penalizzazione di Richie Porte a Forlì ha cambiato il volto della graduatoria, perché adesso nelle prime cinque posizioni abbiamo due uomini della Tinkoff-Saxo - oltre a Contador c'è Roman Kreuziger al quinto posto - e ben tre uomini della Astana, nell'ordine Aru secondo e poi Mikel Landa terzo e Dario Cataldo quarto. Un curioso duello fra due squadre, non solo in funzione dei due capitani che comunque oggi si affronteranno per la maglia rosa (anche gli abbuoni potrebbero essere decisivi). Il terzo incomodo a questo punto potrebbe essere Rigoberto Uran, che è risalito al sesto posto, a patto naturalmente che la condizione del colombiano sia in crescita rispetto il sofferto inizio, caduta di ieri permettendo.

Nelle altre graduatorie, solidissimo il dominio del sardo nella classifica dei giovani, anche se naturalmente Aru spera di sostituire presto la maglia bianca con un altro colore, molto più incerta è invece la sitiuazione nelle altre due classifiche. Nicola Boem ieri ha conservato la maglia rossa e potrebbe farcela anche oggi, visto che i velocisti non reggeranno le rampe del Monte Berico, mentre la maglia azzurra è tornata sulle spalle dello spagnolo Benat Intxausti, che però ha solo due lunghezze di vantaggio su Simon Geschke. CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER TUTTE LE CLASSIFICHE DEL GIRO D’ITALIA 2015


  PAG. SUCC. >