BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA / Genoa-Inter (risultato finale 3-2) info streaming video e tv: Kucka regala i tre punti al Genoa (Serie A, oggi 23 maggio 2015)

Diretta Genoa Inter, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita di Marassi, valida per la trentasettesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015 (ore 20:45)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Il Genoa stende 3-2 all'Inter dopo novanta minuti di grande battaglia. Nerazzurri due volte in vantaggio con Icardi e Palacio, rossoblù a segno con Pavoletti, Lestienne e Kucka allo scadere. Esplode l'entusiasmo dei 30mila tifosi del Luigi Ferraris che festeggiano i propri eroi. Inter che può praticamente dire addio alle speranze di qualificarsi per l'Europa League. 

Quando siamo giunti nella fase finale della partita, il risultato tra Genoa e Inter resta inchiodato sul due a due. Rossoblu pericolosi al 68' con una sassata di Bertolacci respinta in angolo da Handanovic. Poco dopo Burdisso vicino al gol dell'ex con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo.Al 74' doppia chance per l'Inter che timbra prima una traversa con Hernanes e poi un palo con Brozovic. 

Quando siamo giunti oltre il sessantesimo minuto della partita, il risultato tra Genoa e Inter è fermo sul due a due. Ritmi alti anche in questo secondo tempo: al 52' contatto dubbio in area tra Juan Jesus e Pavioletti, il Genoa reclama il rigore ma Tagliavento lascia correre. Poco dopo incredibile occasione per l'ex Palacio che riceve palla direttamente in area ma scivola al momento della conclusione. Rossoblu che nonostante il brivido subito continuano a far circolare palla con grande disinvoltura. 

E' cominciato da pochi istanti il secondo tempo tra Genoa e Inter, risultato fermo sul 2-2. Al 41', infatti, il Genoa ha trovato la via del gol con Lestienne, bravo ad approfittare di un pasticcio difensivo di Handanovic e Ranocchia e a depositare in rete. Abbiamo assistito a quarantacinque minuti di puro spettacolo, con tanti gol e occasioni da entrambe le parti. Durante l'intervallo, i due tecnici non hanno effettuato cambi. Squadre in campo quindi con gli stessi undici della prima frazione. 

Quando siamo giunti quasi al quarantesimo minuto del primo tempo, il risultato tra Genoa e Inter è di 2a1 in favore della formazione allenata da Roberto Mancini. Padroni di casa in gol al ventiquattresimo con una girata splendida di Pavoletti che ha fulminato Handanovic direttamente dal limite dell'area. Alla mezzora passa l'Inter: Icardi confeziona un assist al bacio per Palacio che tutto solo davanti a Perin lo infilza con un diagonale perfetto. Il Genoa non ci sta e reagisce con una girata di Pavoletti che questa volta viene respinta dalla traversa. Al 37' rete annulata a Icardi, pescato in posizione di fuorigioco. Poco dopo ci prova Bertolacci su piazzato ma la barriera nerazzurra respinge. 

Quando siamo giunti oltre il ventesimo minuto del primo tempo, il risultato tra Genoa e Inter è di 1-0 in favore della formazione nerazzurra. Si è sbloccato il punteggio al 18' grazie a Mauro Icardi, abile ad anticipare Edenilson sul cross al bacio di Hernanes e ad infilare in rete. Gli uomini di Gasperini non ci stanno e provano ad impensierire Handanovic con un destro violentissimo di Kucka che viene deviato in calcio d'angolo. Qualche problema per Icardi, avvicinatosi alla panchina per medicare un taglio al labbro. L'ex sampdoria è già rientrato in campo. 

La sfida tra Genoa e Inter è cominciata da oltre cinque minuti di gioco, risultato fermo sullo zero a zero. Ritmi altissimi in questo avvio, ci prova subito l'Inter con una conclusione rasoterra di Nagatomo dalla distanza. Il grifone risponde con una sassata di destro scagliata da Lestienne ma Handanovic è altrettanto bravo a respingere. Allo stadio si respira una grande atmosfera, a testimonianza di una partita importantissima per le due squadre in ottica Europa League. 

Tutto è pronto per Genoa-Inter, l'interessante anticipo serale della giornata di Serie A. Sono state comunicate anche le formazioni ufficiali di Genoa e Inter, andiamo a vedere quali sono state le scelte dei due allenatori Gian Piero Gasperini e Roberto Mancini. GENOA: 1 Perin; 14 Roncaglia, 8 Burdisso, 4 De Maio; 88 Rincon, 20 Tino Costa, 33 Kucka, 21 Edenilson; 91 Bertolacci, 19 Pavoletti, 24 Iago Falque.  A disposizione: 23 Lamanna, 39 Sommariva, 2 Tambè, 5 Izzo, 10 Perotti, 16 Lestienne, 35 Soprano, 37 Panico, 38 Mandragora, 93 Laxalt. Allenatore: Gian Piero Gasperini. INTER: 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 23 Ranocchia, 5 Juan Jesus, 55 Nagatomo; 10 Kovacic, 18 Medel, 77 Brozovic; 88 Hernanes; 8 Palacio, 9 Icardi. A disposizione: 30 Carrizo, 6 Andreolli, 14 Campagnaro, 17 Kuzmanovic, 20 Obi, 21 Santon, 26 Felipe, 27 Gnoukouri, 28 Puscas, 54 Donkor, 91 Shaqiri, 97 Bonazzoli. Allenatore: Roberto Mancini 

Nella sfida tra Genoa e Inter quale sarà la chiave tattica decisiva? I rossoblu, senza il peso offensivo di Borriello e Niang si affideranno alle triangolazioni ben collaudate tra centrocampo e ali, con Iago Falque e Bergdich chiamati a svolgere una partita di quantità e qualità. Mister Mancini, consapevole del fatto che il gioco genoano vede la sua migliore espressione proprio sulle fasce, proverà a bloccare le frecce rossoblu piazzando a presidio degli esterni due terzini rapidissimi come Nagatomo e D'Ambrosio. L'Inter proverà a creare qualche problema alla formazione di Gasperini soprattutto nella zona nevralgica del campo. Il dinamismo di Kovacic e la capacità di Hernanes di giocare fra le linee potrebbero creare qualche scompenso all'equilibrio di squadra dei liguri, che per questa ragione dovranno fare affidamento sui polmoni di Rincon, vero motorino infaticabile della squadra di casa. Da tenere d'occhio il duello fra Bertolacci e Medel, con il cileno chiamato a fermare sul nascere la sorgente di gioco per eccellenza dell'undici genoano. 

Si affrontano stasera alle ore 20.45 allo Stadio Ferraris la squadra di Gianpiero Gasperini e quella di Roberto Mancini. I padroni di casa hanno quattro punti in più e lottano per qualificarsi in Europa League contro i concittadini della Sampdoria a meno due. L'Inter non può raggiungere le coppe, ma vuole chiudere il campionato a testa alta. Nonostante la classifica deficitaria i nerazzurri sono squadra che fa molto possesso palla, secondi in questa speciale classifica dietro la Roma e davanti ai Campioni d'Italia della Juventus con una media di 30'14'' a partita, mentre i padroni di casa sono ottavi con 25'06''. I nerazzurri tirano anche di più, 12 a 14.8 di media mentre in porta le conclusioni sono 4.7 a 5.2. La squadra di Roberto Mancini è seconda in classifica anche per la media di palloni giocati, 672.9 a 549.4 con una precisione dei passaggi che è in media 62.7% a 72.2%. Inter che risulta addirittura prima in classifica per la supremazia territoriale, 14.48'' a 10'38'', davanti anche nella percentuale di pericolosità offensiva, 55.4% a 49.1%.

Allo Stadio Marassi si gioca una partita molto importante per la zona Europa League, ovviamente il grifone è avvantaggiato per i quattro punti in più che ha al momento in classifica. Un'eventuale vittoria dei nerazzurri potrebbe favorire la Sampdoria, a -2 dai concittadini, ma metterebbe anche la squadra di Roberto Mancini in una posizione di buon vantaggio. C'è grande attesa per vedere come giocherà Iago Falque, il talento scaricato prima dal Barcellona e poi dalla Juventus ha trovato la sua dimensione al Genoa e l'Inter lo cerca. Se riuscirà a fare bene potrebbe guadagnarsi la maglia nerazzurra per la prossima stagione. Dall'altra parte torna dal primo minuto Hernanes che è rimasto fuori nello scorso torno per squalifica contro la Juventus. Il brasiliano è il giocatore più in forma tra i meneghini e nelle ultime partite aveva fatto la differenza.

Questa partita sarà l'anticipo delle ore 20.45 di sabato 23 maggio per la trentasettesima giornata di Serie A. L'incontro che andrà in scena allo stadio Luigi Ferraris di Marassi a Genova si potrà seguire anche via radio sulle frequenze di Rai Radio 1 (FM 89.3), che come di consueto coprirà tutte le partite del massimo campionato di calcio e dunque offrirà anche la radiocronaca del confronto fra i rossoblù e i nerazzurri, un vero e proprio spareggio (licenza Uefa permettendo per il Genoa) per un posto in Europa League. Se siete tifosi dell'Inter vi ricordiamo che il canale tematico Inter Channel (canale numero 232 del bouquet satellitare di Sky) offrirà la radiocronaca integrale della sfida con il commento di parte interista.

Si gioca alle ore 20:45 di questa sera il secondo anticipo della trentasettesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015 e diretta dall'arbitro Paolo Tagliavento della sezione di Terni. E’ nei fatti uno spareggio per l’Europa League: il Genoa ha 56 punti e occupa la sesta posizione in classifica, l’Inter ha 52 punti ed è ottava Tuttavia ai nerazzurri potrebbe anche bastare il settimo posto: a causa di un ritardo in alcuni pagamenti infatti al Genoa non è stata consegnata la licenza UEFA e questo significa che molto probabilmente - bisognerà attendere il ricorso - il Grifone dovrà cedere il suo posto ad un’altra squadra.

Che al momento è la Sampdoria, che però attraversa un periodo davvero critico e rischia così di essere sorpassata. Ecco perchè l’Inter non può sbagliare questa partita; tuttavia i precedenti in casa del Genoa non promettono bene, le vittorie sono 18 contro le 24 del Grifone e ci sono 22 pareggi. L’Inter aveva vinto quattro partite consecutive nella Marassi rossoblu tra il marzo 2009 e il dicembre 2011; 9 gol realizzati e nessuno subito. Poi questa striscia si è spezzata: nel maggio 2013 è finita 0-0, nello scorso campionato invece il Genoa si è imposto 1-0 grazie ad un gol di Antonelli nel finale. Per trovare l’ultima vittoria del Grifone prima di questa dobbiamo risalire al novembre 1994, anche perchè il Genoa ha poi passato dieci anni tra B e C; allora era finita 2-1, reti di Van’t Schip e Ruotolo con momentaneo pareggio di Marco Delvecchio.

Non sono pochi i giocatori e gli allenatori che hanno vissuto l’esperienza di entrambe le piazze: Osvaldo Bagnoli per esempio, capace di portare il Genoa alla semifinale di Coppa UEFA, ma anche Gian Piero Gasperini che dalle parti di Marassi è una sorta di eroe mentre all’Inter, chiamato a sostituire Leonardo, è durato pochissimo. Tra i giocatori non si possono dimenticare Diego Milito e Thiago Motta, grandi nel Genoa (il Principe segnò tre gol in un derby, l’italo-brasiliano una doppietta alla Juventus) e ancor di più nell’Inter del Triplete, mentre tra i giocatori delle due rose di oggi abbiamo Rodrigo Palacio. Da ricordare anche Mattia Destro, cresciuto nelle giovanili dell’Inter e passato per un breve periodo al Genoa, senza incidere e ripartendo quasi subito. Andando più indietro negli anni troviamo difensori come Christian Panucci e Fabio Galante.

Se il Genoa non dovesse andare in Europa League per questioni burocratiche sarebbe un gran peccato; per la squadra, che sta disputando una stagione eccellente. Ci sono quattro vittorie nelle ultime cinque partite, con la sola sconfitta contro la Roma; un exploit che ha ridato fiato a una squadra che fino a lì no aveva disputato un grande girone di ritorno e che sembrava essersi sgonfiata dopo un ottimo avvio. Anche lo scorso anno il Genoa aveva accarezzato le posizioni europee, ma poi non era riuscita a tenere il passo; oggi invece sta buttando il cuore oltre l’ostacolo, ha sopperito all’infortunio di Diego Perotti (stagione finita) scoprendo un goleador in Iago Falque (13 gol in campionato) e in casa ha vinto 8 volte pareggiando5 partite con 4 sconfitte, segnando a Marassi 30 dei 58 gol totali. Le cose però vanno bene anche in trasferta, dove sono arrivati 26 punti in 18 partite con ben 7 vittorie; in questo momento il Genoa è una delle squadre più in forma del campionato. Non sarà dunque facile fare risultato qui per un’Inter che non riesce proprio a mantenere la continuità: soltanto una volta i nerazzurri hanno vinto tre partite consecutive, e solo in due occasioni le vittorie in fila sono state due. La sconfitta interna contro la Juventus è sanguinosa: ha impedito ai nerazzurri di sorpassare la Sampdoria e soprattutto è arrivata per demeriti propri, contro una squadra già vincitrice dello scudetto e concentrata su Coppa Italia e Champions League.  In trasferta l’Inter ha conquistato 27 punti con 7 vittorie, 6 pareggi e 5 sconfitte; a preoccupare è il dato dei gol subiti, sono 42 in tutto il campionato ed effettivamente si tratta di una cifra alta. A noi non resta dunque che metterci comodi e stare a vedere come andrà a finire questa interessante partita di Marassi che potrebbe essere decisiva per le sorti della corsa all’Europa League. La parola passa dunque al campo: la diretta di Genoa-Inter, valida per la trentasettesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare…

La diretta tv di Genoa-Inter sarà trasmessa da Sky Sport 1 (numero 201), Sky SuperCalcio (numero 205) e Sky Calcio 1 (numero 251) sui canali del satellite; su Premium Calcio (numero 370) e Premium Calcio HD (numero 380) sui canali del digitale terrestre. Entrambe le piattaforme hanno a disposizione il secondo flusso audio per la telecronaca tifosa di parte interista (Roberto Scarpini su Sky, Christian Recalcati su Mediaset). Ovviamente tutti gli abbonati potranno accedere alla diretta streaming video attivando su PC, tablet e smartphone l’applicazione Sky Go (per Sky) o Premium Play (per Mediaset) senza costi aggiuntivi; inoltre potete consultare i profili ufficiali che le due squadre mettono a disposizione sui social network, in particolare su Facebook e Twitter. Per il Genoa abbiamo facebook.com/genoacfcofficial e @GenoaCFC, per l’Inter ci sono invece le pagine facebook.com/Inter e @Inter. Anche la Lega Calcio mette a disposizione i suoi profili social: li trovate su facebook.com/serieatim e su Twitter all’account @SerieA_TIM.