BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Serie A/ Livescore, diretta gol, classifica aggiornata e prossimo turno: Milan ok, Pazzini 100 gol (24 maggio 2015, 37^giornata)

Risultati Serie A: livescore, diretta gol e classifica aggiornata. Domenica 24 maggio 2015 sono in programma sette partite valide per la 37^giornata, la diciottesima del girone di ritorno

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Terminato il posticipo del Meazza, il punteggio finale è Milan-Torino 3-0. Doppietta di El Shaarawy e gol di Van Ginkel per i rossoneri che salgono a 49 punti in classifica. 100 gol in Serie A per Pazzini ed espulsione a fine primo tempo per Filippo Inzaghi, in quella che probabilmente è stata la sua ultima panchina casalinga da allenatore del Milan. Il Torino invece incassa la terza sconfitta nelle ultime quattro giornate e rimane a quota 51, ora ufficialmente fuori dalle prossime coppe europee. Domani (lunedì 25 maggio 2015) il derby Lazio-Roma concluderà il trentasettesimo turno, domenica prossima (31 maggio) invece l'ultima giornata del campionato 2014-2015 con le seguenti partite, tutte in contemporanea (20:45): Atalanta-Milan, Cagliari-Udinese, Fiorentina-Chievo, Verona-Juventus, Inter-Empoli, Napoli-Lazio, Roma-Palermo, Sampdoria-Parma, Sassuolo-Genoa e Torino-Cesena. 

Nella ripresa di San Siro arriva un'espulsione anche tra le fila del Torino. Proprio ai danni di Molinaro, che aveva causato il rosso a Zaccardo; il numero 3 granata stende Van Ginkel in piena area, per il Milan arriva quindi anche il calcio di rigore che Giampaolo Pazzini realizza prontamente, siglando il gol numero 100 in Serie A. Poco dopo i rossoneri calano il tris: assist di Van Ginkel e doppietta di Stephan El Shaarawy.

Al termine del primo tempo il Milan è in vantaggio sul Torino per 1-0, grazie al secondo gol in campionato di Stephan El Shaarawy. Poco prima dell'intervallo è però stato espulso Cristian Zaccardo, tredicesimo cartellino rosso sventolato ai danni di un giocatore rossonero in questo campionato. Si prospetta quindi un secondo tempo interessante: il Milan ha un vantaggio da difendere, il Torino un uomo in più da far valere.

Con le partite della 37^ e penultima giornata di campionato è cambiata la classifica marcatori. In vetta è salito Luca Toni, autore di una doppietta al Tardini che ha consentito al Verona di raggiungere il pareggio contro il Parma. L'allenatore dell'Hellas Andrea Mandorlini l'ha dichiarato più volte: la squadra dovrà fare di tutto per aiutare Toni a vincere il titolo di capocannoniere. Per il momento il bomber modenese è riuscito a scavalcare i due rivali più accreditati ovvero Carlos Tevez della Juventus e Mauro Icardi dell'Inter, entrambi a quota 20 gol. Le reti di Toni sono invece 21, all'ultima giornata saranno di fronte proprio Verona e Juventus: Tevez però non ha giocato nelle ultime giornate e forse Allegri lo risparmierà anche domenica prossima. Icardi invece sarà impegnato con l'Inter a San Siro contro l'Empoli, avversario sempre ostico quest'anno. Giù dal podio della classifica marcatori abbiamo Jeremy Menez del Milan e Gonzalo Higuain del Napoli con 16 gol a testa, poi Manolo Gabbiadini a 15 (7 con la Sampdoria, 8 con il Napoli), Domenico Berardi (Sassuolo) ed Antonio Di Natale (Udinese) con 14, Iago Falqué (Genoa), Paulo Dybala (Palermo) e Fabio Quagliarella (Torino) a quota 13.

Sono terminate le partite delle ore 15, ecco i risultati: Parma-Verona 2-2, Udinese-Sassuolo 0-1, Palermo-Fiorentina 2-3, Chievo-Atalanta 1-1, Cesena-Cagliari 0-1. I verdetti sono più o meno tutti scritti, ma è importante la vittoria della Fiorentina che in questo modo blinda definitivamente la sua qualificazione in Europa League e ora potrebbe addirittura andare a prendersi il quarto posto in classifica ai danni del Napoli, che ha perso ieri a Torino. Stasera Milan-Torino, domani pomeriggio Lazio-Roma; Luca Toni è il nuovo capocannoniere della Serie A con 21 gol.

Si segna soltanto a Parma e Palermo in questo primo tempo. Il Parma raddoppia al 36' minuto con il secondo gol in campionato di Silvestre Varela ma poi si fa sorprendere dal colpo di testa di Luca Toni che fa 20 in stagione (come lo scorso anno) diventando capocannoniere insieme a Tevez e Icardi, mentre al Barbera la partita è bellissima. Il Palermo pareggia subito con Mato Jajalo, poi sfiora il raddoppio e incassa il secondo gol della Fiorentina ad opera di Alberto Gilardino, prima che a Gonzalo Rodriguez venga annullato un gol (con tanto di ammonizione per proteste). 

Cambiano due risultati nelle partite delle ore 15. Al 22' al Tardini il Parma conferma di avere orgoglio da vendere e si porta in vantaggio contro il Verona grazie a un gol di Antonio Nocerino, che riprende una corta respinta del portiere e mette in porta. Al 23' minuto al Barbera Josip Ilicic, ex fischiato dal suo vecchio pubblico, si inventa un gol spettacolare calciando da 25 metri sul passaggio di Salah e centrando l'incrocio dei pali. Tutte le altre partite sono ancora ferme sul risultato di 0-0 ma le emozioni non stanno certamente mancando in questa domenica pomeriggio di fine maggio. 

Empoli-Sampdoria finisce 1-1. Succede tutto nel secondo tempo: apre le danze Manuel Pucciarelli (che non segnava da ottobre), pareggia a recupero appena iniziato Samuel Eto'o. L'Empoli chiude senza perdere al Castellani in una giornata di festa, la Sampdoria vede l'Europa League allontanarsi; anche il settimo posto come abbiamo detto potrebbe essere utile, ma se il Torino questa sera dovesse vincere a San Siro effettuerebbe il sorpasso e alla Sampdoria non basterebbe più un pareggio all'ultima giornata, dovrebbe invece vincere e sperare in uno stop dei granata che però giocheranno in casa. 

Al 91' minuto di gioco la Sampdoria trova il gol del pareggio e tiene vive le sue speranze di Europa League. Secondo gol in campionato per Samuel Eto'o, entrato nel secondo tempo al posto di Luka Djordjevic: il camerunese riceve palla al limite dell'area da Muriel, si gira rapidissimo sul piede destro e spara una conclusione bassa sulla quale Bassi non può nulla. Sfuma probabilmente l'ultima vittoria casalinga per l'Empoli, mentre la Sampdoria spera ancora nei tre punti o comunque nella qualificazione alle coppe della prossima stagione. 

Al 57' minuto di gioco l'Empoli passa in vantaggio. Grande palla di Maccarone sulla corsa di Manuel Pucciarelli che sfila alle spalle di un distratto Romagnoli, conclusione con il destro a incrociare e palla che si infila all'angolino. Quarto gol in campionato per Pucciarelli, che non segnava da 7 mesi (nel 3-0 al Palermo); per la Sampdoria l'Europa League resta al momento un miraggio. 

È iniziata Empoli-Sampdoria, partita delle ore 12:30 che inaugura la domenica della 37^ giornata del campionato di Serie A. Dopo i due anticipi Juventus-Napoli (3-1) e Genoa-Inter (3-2) è più chiaro il quadro della corsa all'Europa; la Sampdoria per esempio può blindare la settima posizione con una vittoria, e poi sperare che al Genoa non venga concessa la licenza UEFA (bisogna aspettare il ricorso, per il momento il Grifone non potrebbe giocare l'Europa League della prossima stagione). 

Domenica 24 maggio 2015 sono in programma sette partite valide per la 37^giornata di campionato, la diciottesima del girone di ritorno e penultima generale. Alle ore 12:30 aprirà la danze il lunch-match Empoli-Sampdoria, alle ore 15:00 seguiranno Cesena-Cagliari, ChievoVerona-Atalanta, Palermo-Fiorentina, Parma-Hellas Verona e Udinese-Sassuolo, mentre alle ore 20:45 sarà la volta del posticipo Milan-Torino.

Lunedì 25 maggio completerà il quadro l'attesissimo derby di Roma (ore 18:00), potenzialmente decisivo per la volata Champions League. La corsa alle posizioni europee è più aperta che mai: ci aspettano 180 minuti di fuoco per la zona di classifica che va dalle seconda alla nona posizione, dove tutto può ancora succedere. Dopo gli anticipi di sabato, Juventus-NapoliGenoa-Inter la domenica di Serie A sarà aperta dall'altra squadra di Genova, la Sampdoria: per i blucerchiati trasferta ad Empoli cruciale per continuare a sperare nel quinto posto. Alle ore 15:00 si sfideranno Cesena e Cagliari, due delle tre squadre retrocesse in Serie B: in palio l'onore, potrebbe scaturirne una partita divertente. Anche tra Chievo ed Atalanta le motivazioni di classifica sono pressochè nulle, perché entrambe le compagini hanno raggiunto la matematica salvezza pur se con tempistiche diverse. La formazione veronese punterà a salutare il proprio pubblico con una vittoria, quella bergamasca deve riscattare l'ultimo ko interno contro il Genoa. L'altra scaligera ovvero l'Hellas sarà impegnata sul campo del già retrocesso Parma: i ragazzi di Andrea Mandorlini cercano la vittoria con i gol di Luca Toni, che può ancora vincere la classifica marcatori.

A Palermo ultima casalinga per i rosanero allenati da Giuseppe Iachini: di fronte ci sarà la Fiorentina che vuole blindare il quarto posto. Ultima tra le mura amiche anche per l'Udinese che riceverà il Sassuolo puntando al sorpasso in classifica, possibile in caso di successo. Nel posticipo domenicale infine l'orgoglio del Milan si misurerà con le residue speranze europee del Torino, appeso ad un filo ma non ancora del tutto tagliato fuori. E' ora di attendere i verdetti dai campi, la 37^giornata di Serie A sta per entrare nel vivo…