BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

FINALE CHAMPIONS LEAGUE 2015/ News, Nedved: il Barcellona va aggredito, la nostra difesa come il loro attacco

Finale Champions League 2015 news, Nedved: il Barcellona va aggredito, la nostra difesa come il loro attacco. Il pensiero di Pavel Nedved, membro del cda bianconero, sulla finale

Luis Suarez (infophoto)Luis Suarez (infophoto)

In vista della finale di Champions League 2015, in programma fra la Juventus e il Barcellona il prossimo 6 giugno a Berlino, ha parlato Pavel Nedved, ex calciatore bianconero nonché membro del cda juventino. Interpellato dai microfoni di Tuttosport la Furia Ceca ha svelato la sua ricetta per battere i catalani: «Aspettarli dietro sarebbe significherebbe prendere un gol prima o poi, loro sono abituati a quella situazione e la sanno gestire molto bene. Dobbiamo cercare di dare loro fastidio con i nostri attaccanti: dobbiamo aggredirli e giocarci le nostre chance. E' una partita secca e la forma fisica giocherà un ruolo determinante nella partita». Secondo Nedved, la retroguardia juventina è al pari dell’attacco blaugrana: «Una squadra che può schierare Messi, Neymar e Suarez parte da 2-0 ogni partita. Loro hanno un attacco fenomenale, ma la nostra difesa non è da meno. E comunque tutti possono essere fermati, anche Messi che è di un altro pianeta. Non andremo a Berlino solo per partecipare».

Corre verso il recupero totale il bomber del Barcellona e della nazionale uruguagia Luis Suarez. Stando alle ultime indiscrezioni sottolineate in particolare dal Corriere dello Sport, il Pistolero sembrai ormai vicino al pieno recupero e di conseguenza dovrebbe esservi per la finalissima di Champions League del prossimo 6 giugno contro la Juventus. Qualche dubbio ancora permane, ma il tutto sarà più chiaro sabato prossimo, quando ci sarà la finale della Copa del Rey, e quando l’ex Liverpool sarà probabilmente fra i convocati del match. Da ieri Luis Suarez è infatti tornato ad allenarsi con regolarità al Sant Joan Despi dopo due settimane di lavoro a parte, e di conseguenza le sensazioni sono estremamente positive.

© Riproduzione Riservata.