BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Atalanta-Lazio (1-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 34a giornata)

Pubblicazione:domenica 3 maggio 2015 - Ultimo aggiornamento:domenica 3 maggio 2015, 17.34

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

ATALANTA – LAZIO: I VOTI DEGLI OROBICI

SPORTIELLO 6,5 Gestisce bene le incursioni avversarie. Respinge bene un tocco sotto porta di Keita nel primo tempo.

BELLINI 6,5 Sfreccia più volte in area avversaria proponendo soluzioni interessanti. Si adegua all’andamento del match nel secondo tempo mostrando pazienza e rigore in fase difensiva.

BIAVA 6,5 Chiude bene più volte su Keita. Trova il gol che sblocca il risultato confermando le sue spiccate doti offensive.

A. MASIELLO 6,5 Dopo un primo tempo troppo impulsivo, si ritrova rivelandosi insuperabile nel gioco aereo.

DEL GROSSO 5,5 Basta lo mette in difficoltà e lui arranca.

MIGLIACCIO 6,5 Ci mette tutta la grinta agonistica del caso. Decisivo nei momenti più difficili.

CIGARINI 6 Gioca pulito trovando spesso gli spazi giusti per verticalizzare con precisione. Meno attento in difesa. (dal 34’ s.t. MAXI MORALEZ s.v.)

CARMONA 7 Il suo inarrestabile pressing infastidisce molto lo sviluppo della manovra avversaria. Lo si può trovare dappertutto quest’oggi.

D’ALESSANDRO 6 Punge sulla destra fino a quando i crampi non lo costringono ad abbandonare anzitempo il campo.

(dal 25’ s.t. ZAPPACOSTA 6,5 Il suo ingresso dona maggiore imprevedibilità alla manovra orobica. Si inserisce bene in area trovando soluzioni interessanti.)

PINILLA 6,5 I suoi movimenti a compasso permettono a Gomez e compagni di inserirsi con efficacia in area. Spende molta energia mettendosi di continuo al servizio della squadra.

(dal 25’ s.t. BIANCHI 6 Mantiene alta la squadra proteggendo bene la posizione.)

A. GOMEZ 6,5 Si muove molto trovando i tempi giusti per proporsi. Arriva più volte al tiro sfiorando molte volte la rete.

ALL. REJA 6,5 Nel primo tempo depotenzia la manovra laziale pressando alto i difensori e costringendo così gli avversari all’utilizzo di lanci lunghi alla ricerca di Keita, sotto scacco di Biava e Masiello. Nel finale un vistoso calo di concentrazione e condizione permette agli avversari di trovare il pareggio.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >