BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Athletic Bilbao-Barcellona: i voti della partita (finale Coppa del Re 2015)

Il Camp Nou (Infophoto)Il Camp Nou (Infophoto)

ATHLETIC BILBAO-BARCELLONA: I VOTI DEI BLAUGRANA

 

TER STEGEN 6: Dopo qualche incertezza nel primo tempo – e nonostante il gol preso – si rimette in pista nella ripresa

DANI ALVES 9: Il taglio di capelli è imbarazzante, come la sua superiorità tecnica e fisica sugli avversari. Quando gioca così è senza dubbio il miglior terzino del mondo

PIQUE' 6,5: Partita tranquilla e fatta di interventi precisi e senza svolazzi inutili

MASCHERANO 6: Soffre più degli altri la verve di Williams, anche se nei recuperi a campo aperto è sempre il numero uno

JORDI ALBA 6,5: La solita ala mascherata da terzino, che vive sulla linea laterale e rifornisce a getto continuo la fame di palloni di Neymar

INIESTA 6: Ordinaria amministrazione e staffetta con il fratello Xavi, assieme al quale a fine partita alza la 27a Copa del Rey della storia catalana

S. BUSQUETS 6: Si limita a fare il metronomo, dirige il traffico a centrocampo aiutato dalla mancanza assoluta di rivali all'altezza in cabina di regia

RAKITIC 7: Fa partire lui l'azione del gol di Neymar e si rivela ancora una volta un prezioso e fondamentale interprete per il calcio costruito da Luis Enrique su misura per il tridente magico

SUAREZ 7: Assist altruista e perfetto per Neymar e partita da "nuevo" Suarez, quello che ha capito come giocare dopo qualche mese di Barça e sta portando il tris con Messi e lo stesso Neymar a vette da migliori della storia del calcio

MESSI 9: A proposito di storia del calcio. Guardate il gol con cui incendia la partita: può un calciatore normale, una persona come noi, fare cose del genere?

NEYMAR 7: Ballerino e danzante come sempre, è irritante e tecnicamente sublime. Il colpo di tacco a superare l'avversario è inutile ma apre in noi sprazzi di calcio da bambini nell'animo

(XAVI 6: Giustamente Luis Enrique lo inserisce per la passerella finale della carriera nel suo stadio, regalandogli un'altra coppa da capitano)

(PEDRO SV)

(MATHIEU SV)

 

LUIS ENRIQUE 8: Lo ribadiamo ogni volta, se non hai giocatori così più forti degli altri non puoi permetterti filosofie e tatticismi. Ma farli rendere in questo modo è tutto merito suo, alla faccia di chi non ci credeva (anche in Italia)

 

 

(Luca Brivio)

© Riproduzione Riservata.