BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Borussia Dortmund-Wolfsburg: i voti della partita (finale Coppa di Germania 2014-2015, primo tempo)

Le pagelle di Borussia Dortmund-Wolfsburg: i voti della finale di Coppa di Germania disputata all'Olympiastadion di Berlino sabato 30 maggio 2015, valida per la 72^ edizione del trofeo

Sven Bender (sinistra), 26 anni e Ricardo Rodriguez, 22 (INFOPHOTO)Sven Bender (sinistra), 26 anni e Ricardo Rodriguez, 22 (INFOPHOTO)

Borussia Dortmund – Wolfsburg ha chiuso il primo tempo sul parziale di 1-3. Dopo essere passato in vantaggio con Aubameyang il Borussia si è fatto rimontare 3 gol firmati da Luiz Gustavo, De Bruyne e Dost. Jurgen Klopp schiera i suoi con il consueto 4-2-3-1. Di fronte a Langerak, portiere di coppa, ecco Durm, Subotic, Hummels e Schmelzer. Centrocampo formato da Kehl (alla sua ultima partita ufficiale) e Gundogan (vicinissimo al trasferimento al Bayern Monaco), sulla trequarti spazio a Mkhitaryan, Kagawa, Reus mentre Aubameyang vince il ballottaggio con Immobile come unica punta in attacco. Il Wolsfburg di Hecking risponde con un modulo speculare. Tra i pali Benaglio, linea difensiva composta da Vieirinha, Naldo, Klose e Rodriguez. Luiz Gustavo e Arnold in zona nevralgica mentre il reparto offensivo è composto da Perisic, De Bruyne, Caligiuri a supporto di Dost, punta centrale. Le due squadre propongono fin dall’avvio un ritmo sostenuto impreziositi da numerosi duelli fisici a centrocampo. Il Borussia Dortmund mostra inizialmente maggior convinzione palla al piede e al primo tentativo trova il gol. Kagawa inventa tra le linee offrendo un pallone morbido che scavalca Naldo finendo sui piedi di Aubameyang che di prima intenzione gira in rete. La reazione dei lupi non si fa attendere. Dost scarica sul limite per Perisic che fa esplodere un destro violento respinto in corner da Langerak. Nonostante lo svantaggio gli uomini di Hecking preferiscono attendere l’avversario. Il Borussia riprende così il forcing rischiando di raddoppiare. Mkhitaryan serve Aubameyang che sulla tre quarti lascia scorrere azionando Kagawa che buca la difesa avversaria e propone un cioccolatino che Reus deve solo scartare. Il tedesco però è troppo irruento e solo davanti al portiere spara alto. Il Wolfsburg ne approfitta riguadagnando metri e riacciuffando il pari. Naldo calcia con forza un calcio di punizione, Langerak non trattiene e Luiz Gustavo è abile a ribattere subito in gol. La rete subita schiaccia sui gialloneri il peso di una stagione altalenante. Indecisioni e errori si moltiplicano. Gli uomini di Hecking acquistano così coraggio rompendo gli indugi e alzando il baricentro. Mossa azzeccata. Caligiuri al 37esimo minaccia l’irruzione in area. De Bruyne accompagna l’azione chiamando palla. Tocco intelligente dell'italo-tedesco che di prima intenzione serve l’olandese che con un siluro terra-aria infila Langerak sul proprio palo. Gol bellissimo. Il Borussi è in bambola e i biancoverdi infieriscono. Al 37esimo Perisic ottiene il fondo ridicolizzando Schmelzer. Cross magico per Dost che di testa segna il gol dell’1-3. Vedremo se nella ripresa il Borussia sarà capace di ribaltare il risultato. (Francesco Davide Zaza – twitter@francescodzaza)

© Riproduzione Riservata.