BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ PSG-Auxerre: i voti della partita (finale Coppa di Francia 2015)

Le pagelle di PSG-Auxerre: i voti della finale di Coppa di Francia disputata sabato sabato 30 maggio allo Stade de France di Saint Denis, valida per la 98^edizione del trofeo

Laurent Blanc, 49 anni, allenatore del PSG (INFOPHOTO) Laurent Blanc, 49 anni, allenatore del PSG (INFOPHOTO)

Il Psg si aggiudica la Coppa di Francia battendo allo Stade de France per 1-0 l'Auxerre per 1-0. Il gol decisivo è firmato da Cavani su assist di Van Der Wiel al 65° minuto di gioco. Il Psg conquista per la nona volta la Coppa di Francia e chiude con un altro trofeo una stagione meravigliosa.  E' stata una partita molto combattuta fra le due squadre che non ha regalato molto spettacolo per quanto riguarda le occasioni da gol, merito anche delle ottime prestazioni di entrambi i pacchetti difensivi.  Si dimostra un avversario ostico e dà parecchio filo da torcere ai campioni di Francia. Ottima prova in difesa, meno in attacco dove la squadra di Vannuchi non riesce mai a rendersi pericolosa. Tiene in mano il pallino del gioco per tutti i 90 minuti, ma fa molta fatica a sbloccare il match contro una squadra ben organizzata e molto aggressiva. Ennesimo successo in Francia per la formazione parigina, ma è mancato anche in questa stagione il definitivo salto di qualità in Europa. Dirige bene la gara senza sbavature.

Il primo tempo della finale di Coppa di Francia fra Auxerre e Psg si chiude sul risultato di 0-0. Laurent Blanc vuole centrare la tripletta in Francia, dopo aver vinto nuovamente la Ligue 1 con 8 punti di vantaggio dal sorprendente Olympique Lione e la Coppa di Lega. L’allenatore francese per questa sfida conferma il solito 4-3-3, ma con qualche novità in formazione. In porta c’è il secondo di Sirigu, Douchez. Difesa a 4 composta sulle fasce da Van der Wiel e Maxwell, mentre al centro capitan Thiago Silva viene affiancato da David Luiz. A centrocampo Thiago Motta supporta Verratti e Matuidi, mentre in attacco il tridente delle meraviglie scelto da mister Blanc è composto da Ibrahimovic, Cavani e Lucas Moura. Non sarà della partita Pastore, assente per squalifica. L’Auxerre ha già realizzato un'impresa sportiva, arrivando a giocarsi la finale contro il Psg in finale di Coupe de France, dopo aver chiuso al 9° posto nella Ligue 2, ma la squadra fondata dall'abate Deschamps nel 1905 farà di tutto per ribaltare i pronostici del pre-partita, anche se non sarà assolutamente un compito facile per l'AJA. Il tecnico dell'Auxerre Vannuchi schiera la sua squadra con il 4-4-1-1. In porta c'è Leon. La difesa a quattro è composta da Aguilar, capitan Puygrenier, Fontaine e Djellabi. A centrocampo spazio alla coppia formata da Mulumba e Ben Idir con Berthier e Baby in azione sulle fasce, mentre in attacco la punta scelta dal tecnico dell'AJA sono Diarra e Sammaritano. Arbitra il sig. Gautier. Dunque 0-0 allo Stade de France alla fine del primo tempo della finale di Coppa di Francia fra Auxerre e Psg. I campioni di Francia hanno attaccato molto in questo primo tempo, ma il risultato è ancora fermo sullo 0-0, a causa degli errori di imprecisione da parte dei ragazzi di Blanc e un ottimo atteggiamento difensivo dell'AJA. La prima vera occasione del match è creata al 15° minuto da Sammaritano dell'Auxerre. Il fantasista francese riesce a crearsi lo spazio per la conclusione al limite dell'area, ma calcia centralmente e non crea grossi problemi a Douchez. La risposta del Psg non si fa attendere. Due minuti dopo Cavani ha una grossa chance in area di rigore. Il Matador raccoglie un cross dalla sinistra e tenta la girata al volo, ma colpisce male e non centra lo specchio della porta difesa da Leon. Il Psg attacca con maggiore insistenza nella seconda metà di primo tempo, ma non riesce a creare grandi occasioni da gol, per merito dell'ottima partita in difesa del capitano dell'Auxerre Puygrenier. Dopo due conclusioni senza grosse pretese di Matuidi e Lucas, al 35° minuto Ibrahimovic ha una grande chance in area. Pallone morbido sul secondo palo per Ibra che colpisce di testa, ma Leon esce bene e riesce a respingere la conclusione dello svedese. Nel finale al 40° giro d'orologio Thiago Motta spaventa i tifosi arrivati dalla Borgogna con una conclusione di collo pieno da fuori area che supera Leon, ma si stampa sul palo. Vedremo se nella ripresa il Psg riuscirà a trovare la via del gol e farà sua la coppa o se l'Auxerre cambierà atteggiamento creando qualcosa in più in attacco alla ricerca di un'impresa che per quanto visto in questo primo tempo appare impossibile.  (Paolo Zaza)