BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Napoli-Lazio (2-4): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015, 38^ giornata)

(dall'account Twitter ufficiale @sscnapoli) (dall'account Twitter ufficiale @sscnapoli)

ANDUJAR 5: Traballa pesantemente più volte, per colpa della difesa più che trasparente ma anche per responsabilità proprie. Non all'altezza

MAGGIO 5: Dopo una grande partita, rovina tutto con il tocco finale, involontario ma deleterio per Onazi, che segna quello che diventerà il gol della Champions per la Lazio

ALBIOL 5: In balìa dell'attacco laziale, continuamente. Sembra il meno colpevole, viste le mancanze dei compagni, ma restano le responsabilità proprie dello spagnolo

KOULIBALY 4: E' inadeguato al livello, la prestazione di questa sera lo conferma ampiamente. Inutile elencare errori e giocate, il concetto è chiaro

GHOULAM 5: Si fa cacciare per un doppio fallo nel giro di pochissimi minuti abbastanza ingenuo, anche se forse enfatizzato dalla decisione di Rocchi

INLER 5,5: Non è tra i peggiori ma quando si tratta di inseguire i vari Candreva & co la difficoltà è evidente

DAVID LOPEZ 5: Quando devi vincere una partita a tutti i costi e tiri come tira lui, nel primo tempo, dal limite dell'area e in condizioni ideali, c'è qualcosa che non va

MERTENS 6,5: Si sveglia tardi ma è sempre un fattore. L'assist per Higuain è da ala vecchio stampo, il suo peso specifico nell'attacco del Napoli altissimo

HAMSIK 5: Dovrebbe trascinare i compagni e non ci riesce, passaggio per Callejon – in occasione del primo gol di Higuain – a parte. Deludente

CALLEJON 5,5: Mette in porta il 'Pipita' per riaprire la partita, partecipa al forcing entusiasta e pazzo del Napoli ma non si può dimenticare il suo errore grave nel primo tempo, solo davanti a Marchetti

HIGUAIN 5: Come segnare 2 gol e beccarsi un'insufficienza secca in pagella. Il 'Pipita' riesce anche in questo obiettivo: il rigore calciato alto è un calcio orribile a tanti milioni di euro e probabilmente anche al suo futuro in maglia azzurra

(GABBIADINI 6: Sempre velenoso con il suo mancino, entra nelle azioni più pericolose del Napoli, nel momento più bello del match per i partenopei, ma non incide sul punteggio)

(L. INSIGNE 6: Gettato nella mischia nel folle secondo tempo del match, non sfigura pur senza piazzare la sua firma sulla partita)

(D. ZAPATA SV)

ALL. BENITEZ 5: Il voto non è alla partita ma alla stagione. Partito per insidiare Roma e Juve in campionato e ben figurare in Champions, non è riuscito a centrare una finale di Europa League più che alla portata ed è crollato con i suoi in Serie A. Impossibile non mettere tutto insieme per giudicare, nel giorno (ufficioso, per ora) del saluto dello spagnolo