BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Napoli-Lazio (2-4): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015, 38^ giornata)

(dall'account Twitter ufficiale @sscnapoli)(dall'account Twitter ufficiale @sscnapoli)

MARCHETTI 6: Sui gol può fare poco, si affida agli astri sul rigore di Higuain e gli va bene. Altalenante ma sufficiente

BASTA 6: Tenace fino alla fine, non è stata la sua serata migliore ma ha contribuito in maniera sostanziosa al raggiungimento dell'obiettivo finale

DE VRIJ 8: Fondamentale, salvando la sua porta su Mertens, per tenere in piedi la Lazio, sul 2-1. Un gigante

MAURICIO 5: Affaticato, in ritardo, lo specchio della sua partita è il dribbling subito da Mertens sul 2-2. Salvato dai compagni

GENTILETTI 5,5: Ancora, come nelle altre partite dopo il rientro, meglio in avvio di match che nel prosieguo. Fa il suo, perdendo lucidità con il passare dei minuti, ma non efficacia

LULIC 4: Già nel derby era stato dannoso, oggi ha rischiato di ripetersi. Il fallo da rigore forse è fuori area, forse non c'è, ma non si può entrare così in quella zona di campo nel momento cruciale della partita. Assist per Candreva a parte, sbaglia tanto anche in appoggio

CATALDI 8: Il leader della squadra, a 21 anni. La risposta a quanti dicono che non nascono più grandi giocatori italiani è lui: basta farli giocare, invece di accampare scuse

PAROLO 4: Il gol non basta, l'avevamo già sottolineato a fine primo tempo. Troppi errori, in ogni zona del campo, fino all'espulsione. Che brutta prova

CANDREVA 6,5: La sua volata e il suo gol a fine prima frazione sono decisivi nell'economia della gara. Singolo d'eccezione nel gruppo di Pioli

F. DJORDJEVIC 5,5: Si nota poco, pur tra le mille difficoltà patite dalla difesa napoletana. Quando entra Klose si nota la differenza

FELIPE ANDERSON 5: Perde il pallone "sanguinoso" del 2-2 e gioca un'altra partita sottotono. Insufficienza mitigata dal buon risultato finale

(LEDESMA 5,5: Non è più il giocatore fondamentale di qualche stagione fa, infatti Pioli lo manda in campo solo quando ne è obbligato)

(ONAZI 8: Che dire a un giocatore che entra a 4 minuti dalla fine e il primo pallone che tocca lo trasforma nel gol decisivo per la qualificazione in Champions? Chapeau)

(KLOSE 7: Ruba palla in scivolata per far partire l'azione del 3-2 e poi segna il 4-2 definitivo. Il solito campione senza età)

ALL. PIOLI 8: Anche per lui, più che la valutazione sull'episodio singolo o sulla scelta di formazione, si giudica la capacità di rialzare la squadra dopo due colpi terribili come quelli inferti da Juventus e Roma in pochi giorni. O il coraggio di puntare su Cataldi, un giovane, caso più unico che raro. Si merita l'applauso convinto di tutti

(Luca Brivio)

© Riproduzione Riservata.