BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Napoli-Lazio (2-4): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015, 38^ giornata)

Le pagelle di Napoli-Lazio: Fantacalcio, i voti della partita disputata allo stadio San Paolo domenica 31 maggio 2015, valida per la 38^ ed ultima giornata del campionato di Serie A

(dall'account Twitter ufficiale @sscnapoli) (dall'account Twitter ufficiale @sscnapoli)

Se spareggio Champions doveva essere, spareggio folle e incantevole – da osservatori imparziali e amanti delle emozioni calcistiche – è stato: la Lazio accede ai playoff di Champions League conquistando il terzo posto in classifica, sul campo del Napoli, dopo una partita che descrivere in poche righe sarebbe offensivo. 2-4 il finale, con festival del gol, delle espulsioni, degli errori e delle sorprese continue: chiave di volta, il rigore sbagliato da Higuain sul 2-2, che condanna il Napoli – a un passo dal sorpasso-beffa per la Lazio – alla "retrocessione" in classifica addirittura fino al 5° posto finale. Il giudizio cambia almeno 4 o 5 volte in pochi minuti: propendiamo per un'insufficienza contenuta, perchè l'obiettivo è stato davvero ad un passo e il crollo finale non può cancellare la reazione del secondo tempo Tornare a galla dopo la finale di Coppa Italia persa, il derby dell'ultimo – fallito – controsorpasso alla Roma e dopo l'espulsione di Parolo di stasera è un miracolo. Vincere, quando tutto sembrava perduto, è davvero da squadra di livello caratteriale e generale superiore Ci può stare il doppio giallo a Ghoulam, con qualche riserva. Sembra invece dubbio il rigore, poi sbagliato da Higuain

Al 'San Paolo' cala il gelo più assoluto al termine di una prima frazione (voto 6,5) tutta colorata di biancoceleste: la Lazio di Pioli (voto 6,5) è infatti in vantaggio 2-0 sul Napoli a metà match, facendo scivolare i rivali non solo al 4° bensì addirittura al 5° posto in graduatoria. I gol degli ospiti portano la firma di Parolo (voto 6), abile a segnare con un bel tiro da fuori area "pluri-deviato" ma che si insacca all'incrocio dei pali, e poi Candreva (voto 6,5), in contropiede solitario proprio allo scadere. Giganteggiano in difesa De Vrij (voto 7) e in mezzo al campo Cataldi (voto 7), i due singoli migliori per la Lazio in questo primo tempo.

Dall'altra parte assenti ingiustificati, quanto a pericolosità e concretezza, Mertens e Hamsik (voto 5), con Callejon (voto 5,5) colpevole invece di essersi mangiato un gol quasi fatto, in uno contro uno con Marchetti (voto 5,5). Benitez (voto 5), al passo di addio e prossimo al passaggio a Madrid sponda Real, dovrà escogitare un miracolo, nella ripresa, per evitare il crollo, fragoroso, di fine anno. Potrebbe segnare in un paio di occasioni il gol del vantaggio ma manca di cattiveria e determinazione sotto porta. Un difetto che paga duramente, il gruppo partenopeo, al cospetto di una Lazio invece cinica e letale Vivo e infaticabile sulla destra, è tra i pochi a meritarsi un voto sufficiente. Niente di che, ma almeno c'è e si sente Viceversa, sono tanti gli "imputati" per il parziale disastro andato in onda finora. Lui, tra incomprensioni con il portiere ed uscite senza senso dalla linea a 4 (vedi gol di Candreva), è inguardabile Impossibile abbondare e salire fino all'8, perchè non si è trattato di un primo tempo da incorniciare a livello di prestazione. Le fiammate offensive, concretizzate con grande merito, valgono però doppio in una partita così E' l'anima del centrocampo e della squadra, alla faccia della mancanza di esperienza dei giovani e delle gambe che tremano nei momenti decisivi. Bravissimo Nonostante l'assist, ottimo, per Candreva, è - come già successo nel derby - il singolo meno in forma al momento e rischia troppo in falli sugli avversari e disimpegni palla al piede (Luca Brivio)