BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MADRID OPEN 2015/ Tennis news, video: Vinci-Cornet 6-4 7-5, gli highlights (lunedì 4 maggio 2015)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Caroline Wozniacki, 24 anni (dall'account ufficiale facebook.com(mutuamadridopen)  Caroline Wozniacki, 24 anni (dall'account ufficiale facebook.com(mutuamadridopen)

MADRID OPEN 2015 TENNIS NEWS, VIDEO VINCI-CORNET (LUNEDì 4 MAGGIO 2015) -Nella giornata di lunedì 4 maggio il Mutua Madrid Open 2015 ha regalato a Roberta Vinci una bella vittoria e la qualificazione al terzo turno del torneo WTA Premier Mandatory. La tarantina, alla ricerca di altri risultati di prestigio dopo un paio di stagioni in calo, ha sconfitto per la quarta volta in altrettanti precedenti la francese Alizé Cornet. Un’altra giocatrice che ha avuto picchi di rendimento anni fa (ma ancora più in là, nel 2008) e che dopo una serie di infortuni si è ripresentata da qualche tempo come un’avversaria ostica per tutti, soprattutto sulla terra rossa. Roberta ha vinto 6-4 7-5 in 123 minuti: un match molto più duro di quanto racconti il punteggio finale, il risultato infatti è sempre stato in grande equilibrio e Roberta è stata bravissima a piazzare il break decisivo sempre nel finale delle due partite, così che la Cornet non avesse il tempo di recuperare. Adesso, come abbiamo già detto, per la Vinci il torneo diventa interessante: al prossimo turno c’è Lucie Safarova che non ha nella terra la superficie favorita, nella parte bassa il tabellone è aperto dalle eliminazioni al primo turno di Angelique Kerber e soprattutto Simona Halep (finalista l’anno scorso). Certo c’è lo spauracchio Svetlana Kuznetsova (ha vinto il Roland Garros sei anni fa), ma per Roberta potrebbe addirittura arrivare una semifinale (potenzialmente contro Maria Sharapova, oppure una tra Agnieszka Radwanska e Caroline Wozniacki che si sfidano al terzo turno). CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS DI ROBERTA VINCI-ALIZE CORNET (6-4 7-5)

MADRID OPEN 2015 TENNIS NEWS, I RISULTATI (LUNEDì 4 MAGGIO 2015) - Giornata positiva per l’Italia al Mutua Madrid Open 2015, il torneo di tennis sulla terra rossa che rientra nelle categorie ATP Master 1000 e WTA Premier Mandatory. Un appuntamento tra i più importanti nella stagione della racchetta; siamo ancora alle prime fasi del torneo ma sorprese e incontri al cardiopalma non sono mancati. I nostri tennisti si sono fatti valere: oggi in due hanno superato il turno e dunque proseguono la loro corsa, domani avremo Sara Errani che, contro Anastasia Pavlyuchenkova, cercherà il pass per il terzo turno. Dove è già arrivata Roberta Vinci: per la tarantina, in calo rispetto a un 2013 che aveva chiuso sfiorando la Top Ten, aveva un incontro decisamente non facile contro Alizé Cornet. La quale è specialista della terra, e in più arrivava dalla straordinaria vittoria sulla numero 2 del mondo, e finalista dello scorso anno, Simona Halep (non il primo grande successo della francese contro una Top 5: a Wimbledon aveva fatto fuori Serena Williams).

La Vinci però ha battuto la Cornet per la quarta volta in quattro incroci: è finita 6-4 7-5, il punteggio in due set non inganni perchè abbiamo sforato le due ore e il match è stato meno agevole di quanto si pensi. Per la Vinci adesso c’è una grande possibilità di fare strada nel tabellone: la parte bassa infatti è priva della Halep e di Angelique Kerber, certamente Lucie Safarova (testa di serie numero 13) è avversaria tosta ma sul rosso perde qualcosa e Roberta può approfittarne. Semifinale (potenzialmente, sarebbe contro Maria Sharapova) possibile ma testa alta e concentrazione al massimo. Poche sorprese nel secondo turno femminile, se non l’eliminazione di una Garbine Muguruza che, decisamente più a suo agio su superfici dure, si è fatta sorprendere (3-6 7-5 5-7) da Svetlana Kuznetsova che invece ama la terra, avendoci vinto il Roland Garros (anche se sei anni fa). Tutto facile per Caroline Wozniacki (7-5 6-0 alla McHale) e Agnieszka Radwanska (6-2 6-1 alla Dellacqua) che sono grandi amiche e che ora si sfidano al terzo turno; chissà che la danese non tragga motivazioni extra dalla visita ricevuta dal nipotino dopo il suo match. Vince anche Serena Williams: 6-4 6-0 a Sloane Stephens, che dopo la grande vittoria agli Australian Open 2013 non ha mai avuto una singola chance contro la numero 1 del mondo, capace di aprire oggi la 115esima settimana consecutiva in vetta al ranking.

In campo maschile, la notizia del giorno riguarda Luca Vanni: straordinario il ventinovenne di Arezzo che, arrivato dalle qualificazioni, rimonta e batte l'australiano Bernard Tomic seppellendolo sotto una pioggia di ace (16) e dominando il tie break del terzo set per un punteggio finale che dice 3-6 6-4 7-6. Non c'è dubbio alcuno che Vanni sia nel momento migliore della sua carriera; per lui adesso c'è il derby con Simone Bolelli per continuare a sognare. Fabio Fognini ha rischiato di gettare al vento un’agevole vittoria: contro il colombiano Santiago Giraldo ha dominato il primo set ed è volato avanti di due break nel secondo, poi se ne è fatto recuperare uno e Giraldo ha avuto la palla per impattare. Qui Fabio ha sterzato, e con due game consecutivi ha vinto 6-2 6-3 prenotando il secondo turno contro uno tra Grigor Dimitrov e Donald Young. Si attendono ancora i big che, a differenza delle donne, hanno goduto del bye e sono dunque già al secondo turno (vale per le prime otto teste di serie), ma il torneo maschile è iniziato con un giorno di ritardo rispetto a quello femminile (una consuetudine quando i due programmi fanno tappa nello stesso evento) e dunque bisognerà pazientare ancora un po’. 

(Claudio Franceschini)



  PAG. SUCC. >