BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MADRID OPEN 2015/ Info streaming video e diretta tv. Bolelli-Nadal 2-6 2-6: eliminato anche il bolognese (tennis, giovedì 7 maggio 2015)

Tennis Madrid Open 2015, info streaming video e diretta tv: prosegue senza soste il torneo sulla terra rossa. Un solo italiano rimane in corsa: Simone Bolelli, che oggi sfida Rafa Nadal

Foto Infophoto Foto Infophoto

E’ fuori dal torneo anche l’ultimo italiano rimasto: niente da fare per Simone Bolelli, eliminato al terzo turno da Rafa Nadal. E’ finita 6-2 6-2 per il maiorchino: se non altro il bolognese è riuscito a rimanere in campo più di un’ora, ma dal punto di vista del risultato non c’è mai stata possibilità. Nadal vola così ai quarti: questo è di fatto l’unico grande torneo che ha vinto lo scorso anno, e adesso deve difendere tanti punti in ambito del ranking ATP. Il suo avversario si chiama Grigor Dimitrov: per ora contro il bulgaro Nadal ha avuto pochi problemi, ma il classe ’91 è in crescita e dopo la vittoria contro Wawrinka ha fatto salire le sue quotazioni nel torneo. Altra maratona per Nick Kyrgios: come ieri contro Federer, il giovane australiano ha dovuto rimontare un set di svantaggio e ha giocato un tie break tiratissimo nel secondo. L’ha vinto 9-7, ma poi John Isner ha allungato nel terzo e ha vinto 6-4, qualificandosi ai quarti dove ora incrocerà Tomas Berdych. 

Missione compiuta anche per Serena Williams: la numero 1 del mondo come prevedibile si libera di Carla Suarez Navarro senza troppi patemi, un 6-1 6-3 che ben racconta il divario tra le due giocatrici. E' semifinale: per la minore delle sorelle Williams l'avversaria sarà una tra Petra Kvitova e Irina-Camelia Begu, logico pensare che la ceca la metterebbe maggiormente in difficoltà ma, siccome siamo su una superficie che la Kvitova non apprezza particolarmente, come sempre possiamo dire che dipenderà tutto o quasi dallo stato di forma di Serena. In campo maschile è scoccata l'ora di Simone Bolelli: il bolognese prova a scovare qualche crepa nel gioco di Rafa Nadal, vero che è di fronte al numero 1 di sempre sul rosso ma vero altrettanto che il fisico di Rafa non è lo stesso dei giorni migliori e questo inficia anche la sua tenuta in campo a livello tecnico. Resta impresa difficile e anche di più, ma più realistica di due stagioni fa. Intanto si è qualificato per i quarti Grigor Dimitrov: bella la vittoria del bulgaro, in una delle giornate in cui è difficile batterlo, sul numero 8 del tabellone Stan Wawrinka che invece sembra in calo. E' finita 7-6 3-6 6-3; decisamente più facile il compito per Tomas Berdych, che ha sconfitto Jo-Wilfried Tsonga con il punteggio di 7-5 6-2. In campo in questo momento anche Nick Kyrgios, che ieri sera ha eliminato Roger Federer in un epico incontro ai tre set (con tre tie break) e John Isner: sfida tra due grandi bombardieri con un servizio che la terra rossa attenua solo parzialmente.

Continua la difesa del titolo da parte di Maria Sharapova. La russa vola in semifinale: il suo quarto racchiudeva tante insidie perchè Caroline Wozniacki è tornata almeno da un anno ai livelli che le avevano permesso di raggiungere la prima posizione nel ranking mondiale e di tenerla - pur senza vincere uno Slam - sostanzialmente per due stagioni. Si è andati al terzo set: dopo aver dominato il primo, la Sharapova ha subito un break decisivo ed è stata costretta a rimanere in campo di più. Nel terzo e decisivo parziale equilibrio fino al 3-3, poi la numero 3 del mondo ha accelerato ed è volata a vincere con il punteggio di 6-1 3-6 6-3. Vista l'eliminazione al primo turno di Simona Halep, che l'anno scorso aveva centrato la finale, la Sharapova è dunque prossima a tornare al numero 2 della classifica; la numero 1, Serena Williams, dopo i tre match point salvati a Victoria Azarenka torna in campo per affrontare Carla Suarez Navarro, una specialista della terra rossa che però non ha la potenza necessaria per contrastarla. In campo maschile sono iniziati i primi due incontri del terzo turno: Grigor Dimitrov-Stan Wawrinka è un ottavo favoloso e da non perdere, ma vale la pena dare uno sguardo anche a Jo Wilfried Tsonga-Tomas Berdych.

Entriamo nelle fasi calde del torneo che si gioca sulla terra rossa della capitale spagnola (tornata al colore “originale” e tradizionale dopo un’incursione sul blu che non era piaciuta a nessuno); categoria ATP Master 1000 e WTA Premier Mandatory, cioè un’importanza che è minore soltanto a quella degli Slam. I campioni in carica sono ancora in corsa; purtroppo invece soltanto un italiano è rimasto nel torneo, si tratta di Simone Bolelli e per lui il compito è proibitivo, visto che il suo avversario agli ottavi si chiama Rafa Nadal che questo torneo lo ha vinto in quattro occasioni e che sulla terra, condizione fisica al top o meno, resta lo spauracchio numero 1 del circuito.

Non solo questa sfida tra quelle del giorno: negli ottavi maschili c’è anche una straordinaria Grigor Dimitrov-Stan Wawrinka, due che sulla terra non sono forse i numeri 1 ma possono ampiamente dire la loro (lo svizzero ha trionfato a Montecarlo un anno fa). Si lascia guardare anche Jo-Wilfried Tsonga-Tomas Berdych, due giocatori che sono vicini ai 30 anni ma che non calano rispetto al loro livello (lo ha fatto maggiormente il francese anche a causa di qualche infortunio, ma è sempre in zona 100-15 al mondo e su questa superficie ha giocato una semifinale al Roland Garros, dunque parte sicuramente favorito nei confronti del ceco. In campo maschile siamo già ai quarti di finale: Serena Williams dopo la grande paura contro Vika Azarenka (tre match point annullati) prosegue la sua marcia contro Carla Suarez Navarro (riedizione della finale di Miami), che ieri in un match lungo e intenso ha superato con il punteggio di 7-5 1-6 6-4 una Ana Ivanovic che quest'anno sembra non essere sui livelli 2014 (ma c'è ancora tutto il tempo per recuperare).

Il quarto potenzialmente più interessante è senza dubbio Caroline Wozniacki-Maria Sharapova: la danese sembra tornata sui livelli di quattro-cinque anni fa ma ha scoperto che rivedere la prima posizione mondiale è impresa difficilissima, la Sharapova lo scorso anno ha perso un solo incontro sulla terra mentre quest’anno ha iniziato la stagione decisamente peggio, nonostante la finale degli Australian Open, e ha perso momentaneamente la seconda posizione mondiale. Diciamo allora quali sono le modalità per seguire i match di giornata: per il torneo maschile dovete andare su Sky Sport 2 e Sky Sport 3, i canali che vi accompageranno sino alla finale di domenica, disponibili anche in alta definizione e in diretta streaming video attivando l’applicazione Sky Go su PC, tablet e smartphone. Studio pre e post partita con Dalila Setti alla conduzione, Elena Pero che come al solito guida la squadra di telecronisti che si compone di Luca Boschetto, Pietro Nicolodi, Geri De Rosa e Federico Zancan con il commento tecnico di Paolo Bertolucci, Claudio Mezzadri, Raffaella Reggi, Laura Golarsa e Laura Garrone. Sui social network trovate le pagine ufficiali facebook.com/ATPWorldTour e Twitter @ATPWorldTour. Le dirette del torneo femminile sono invece sulla web-tv tematica SuperTennis (numero 64 del digitale terrestre, numero 224 del pacchetto Sky) anche qui con possibilità di diretta streaming video sul sito www.supertennis.tv. I profili sui social network sono facebook.com/WTA e, su Twitter, ; se volete invece consultare il sito ufficiale del torneo dovete andare su www.madrid-open.com, con i suoi riferimenti sui social network che trovate agli indirizzi facebook.com/mutuamadridopen e @MutuaMadridOpen

(Claudio Franceschini)

© Riproduzione Riservata.