BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Juventus-Cagliari (risultato finale 1-1): A Pogba risponde Rossettini (Serie A, oggi 9 maggio 2015)

Diretta Juventus Cagliari, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita valida per la trentacinquesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015 (sabato 9 maggio)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Termina con un pareggio Juventus-Cagliari dopo cinque minuti di recupero. I bianconeri subiscono la rete del pareggio negli ultimi minuti quando i sardi salgono di intensità e provano anche a vincerla. Sfiora il gol del possibile 2-1 Sau con il Cagliari che poteva riaprire definitivamente il discorso salvezza. Il punto fatto allo Stadium porta gli uomini di Festa a -5 dall'Atalanta che deve giocare domani a Palermo. I bianconeri sono Campioni d'Italia già dal turno scorso, ma la gara è stata importante per rivedere in campo Romulo e Paul Pogba.

Diretta Juventus-Cagliari: quando siamo al minuto numero 90 la sfida Juventus-Cagliari è sul risultato di 1-1. Al gol di Paul Pogba ha risposto Rossettini. Il centrale del Cagliari su una punizione dalla sinistra ha colpito di testa centrando il palo, poi a porta vuota si è avventato segnando la rete del pareggio importantissimo per sognare ancora la salvezza. Saranno cinque i minuti di recupero, nel primo Marco Sau si gira in area di rigore tirando alto sopra la traversa di poco. 

Diretta Juventus-Cagliari: quando siamo al minuto numero 70 la sfida Juventus-Cagliari è sul risultato di 1-0. I bianconeri sfiorano il raddoppio con un bel tiro di destro da fuori di Romulo che sfiora il palo alla destra di Romulo. E' il momento dei cambi con Mister Allegri che decide di inserire Sturaro per Marchisio, autore di una grande prestazione al centro del campo e salutato con uno scroscio di applausi da tutto lo Juventus Stadium. Stessa sorte tocca poi a Paul Pogba che lascia il posto a Paolo De Ceglie, il francese può essere soddisfatto dei suoi 63 minuti giocati dopo 52 giorni di assenza. La sua partita si è conclusa con un gol e diverse buone giocate. Problemi fisici intanto per Donsah che lascia il campo a Sau, con il Cagliari che si gioca il tutto per tutto per provare a trovare punti nell'ormai difficilissima corsa alla salvezza. 

Diretta Juventus-Cagliari: quando siamo al minuto numero 50 la sfida Juventus-Cagliari è sul risultato di 1-0. Allegri e Festa decidono di tornare in campo con gli stessi ventidue che avevano chiuso la prima frazione di gioco. Non è ancora giunto il momento di Paolo De Ceglie con Romulo che è rimasto in campo, così come Paul Pogba che giocando può solo che trovare ancor di più la convinzione. A breve però i sardi potrebbero cambiare qualcosa per alzare il baricentro e cercare punti fondamentali nell'ormai sogno salvezza. La prima occasione nella ripresa ce l'ha Cop, che viene chiuso benissimo al centro dell'area di rigore da Simone Padoin. 

Diretta Juventus-Cagliari: quando siamo al minuto numero 45 la sfida Juventus-Cagliari è sul risultato di 1-0. Nei minuti finali i bianconeri chiudono il primo tempo in crescendo. Prima ci prova di testa Coman, senza fortuna ma ricevendo gli applausi dello Stadium. Poi è il turno di Paul Pogba che si vede sporcare un destro da fuori da Ceppitelli, la palla supera Brkic per l'uno a zero. Nella ripresa la Juventus potrebbe operare una sostituzione dal primo minuto con l'ingresso in campo di De Ceglie per Romulo che non sembra ancora in grande condizione dopo un lungo infortunio. 

Diretta Juventus-Cagliari: quando siamo al minuto numero 40 la sfida Juventus-Cagliari è sul risultato di 0-0. I bianconeri continuano il loro pressing provando spesso a cercare la porta soprattutto da fuori. E' bravo Brkic in due occasioni a bloccare a terra le conclusioni di Romulo e Padoin. Intanto Massimiliano Allegri si arrabbia proprio con Romulo che rimane troppo largo e quando l'azione offensiva del Cagliari diventa tambureggiante non stringe dando una mano ad Andrea Barzagli. A lungo fuori è normale che l'italo-brasiliano non sia al meglio della condizione fisica. Dall'altra parte invece Paul Pogba, l'altro rientrato oggi, sembra aver una condizione straordinaria e si candida per un posto in campo dall'inizio contro il Real Madrid. 

Diretta Juventus-Cagliari: quando siamo al minuto numero 25 la sfida Juventus-Cagliari è sul risultato di 0-0. Ancora molto pericoloso Pogba, che smarcatosi al limite dell'area di rigore trova la parata sicura di Brkic. Poco dopo sempre il francese, letteralmente scatenato, trova spazio e serve dentro l'area di rigore Matri che però non controlla e poi ci prova con un vano colpo di tacco che termina sul fondo. Pericoloso anche il Cagliari che si propone davanti in diverse occasioni. Prima Cop prova lo scarico su Farias, servito al centro dell'area di rigore l'attaccante però disturbato da Marchisio calcia sul fondo. Poco dopo sempre Cop prova a infilare dentro per Farias, grande chiusura coi tempi giusti di Barzagli. 

Diretta Juventus-Cagliari: quando siamo al minuto numero 10 la sfida Juventus-Cagliari è sul risultato di 0-0. Massimialiano Allegri ripropone dopo diverso tempo dal primo minuto Romulo e Paul Pogba. Il francese sembra in grande forma, appena prende palla in mezzo al campo salta con una finta Crisetig e va via puntando direttamente la porta. Il centrocampista del Cagliari lo ferma con una trattenuta causando un calcio di punizione. Prova la conclusione lo stesso numero sei della Juventus, palla che termina di poco al lato. Dall'altra parte si mette in evidenza Farias che riesce però solo in una conclusione debole da appena dentro l'area di rigore trovando pronto Marco Storari. 

Tutto è pronto per Juventus-Cagliari, tutto è pronto per il primo anticipo della giornata di Serie A. Sono state comunicate anche le formazioni ufficiali di Juventus e Cagliari, andiamo a vedere quali sono state le scelte dei due allenatori Allegri e Festa. JUVENTUS (4-3-3): Storari; Romulo, Barzagli, Ogbonna, Padoin; Pereyra, Marchisio, Pogba; Pepe, Matri, Coman. A disposizione: Buffon, Rubinho, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, De Ceglie, Evra, Marrone, Sturaro, Vitale, Llorente, Morata. Allenatore: Allegri. CAGLIARI (4-3-1-2): Brkic; Balzano, Rossettini, Ceppitelli, Avelar; Donsah, Crisetig, J.Pedro; Ekdal; Cop, Farias. A disposizione: Colombi, Cragno, Pisano, Murru, Diakite, Capuano, Conti, Barella, Cossu, Longo, Sau. Allenatore: Festa. 

La Juventus Campione d'Italia affronterà in casa un Cagliari ormai con una piccola speranza di non retrocedere in Serie B. Allegri farà ampio turnover in vista del ritorno al bernabeu contro il Real Madrid nella semifinale di ritorno in Champions League. In attacco confermato Tevez con Llorente, solo panchina per Morata, mentre Pereyra giocherà come trequartista. Modulo speculare per i due tecnici, 4-3-1-2, la chiave tattica sarà soprattutto la posizione del trequartista, appunto Pereyra da un lato e M'Poku dall'altro. Da capire anche come la difesa del Cagliari cercherà di limitare le sortite offensive della Juventus che ha voglia di continuare a vincere per prepararsi al meglio alla sfida di mercoledì sera contro il Real Madrid di Ronaldo 

Ecco i possibili protagonisti della sfida dello Juventus Stadium fra i bianconeri e il Cagliari che si giocherà oggi alle ore 18.00, per la 35esima giornata del campionato di Serie A. PROTAGONISTA JUVENTUS: COMAN. Indichiamo in Coman il possibile protagonista del match fra i bianconeri e il Cagliari. Il giovane talento francese partirà dal primo minuto visto l’ampio turnover previsto, e vorrà giocarsi le sue chance, magari anche come vetrina per rimanere a Torino l’anno prossimo o cercare una nuova sistemazione in prestito. PROTAGONISTA CAGLIARI: COP. Fra le fila rossoblu scegliamo l’attaccante numero 90 Cop, giocatore che sta attraversando un buon momento di forma e che potrebbe approfittare del fatto che la Juventus abbia già vinto lo scudetto e pensi solo alla semifinale di Champions League contro il Real Madrid. 

Va in scena allo Juventus Stadium il match valido per la 35^ giornata di Serie A tra Juventus e Cagliari. I bianconeri, forti del titolo di Campioni d'Italia conquistato la scorsa giornata, guidano la classifica con 79 punti, figli di 24 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte. I sardi sono invece terzultimi con 27 punti, avendo raccolto 6 vittorie, 9 pareggi e 19 sconfitte. Nel confronto tra le due formazioni emerge chiaramente la diversa caratura esistente tra piemontesi e sardi: gli uomini di Allegri vantano una media di 1.9 gol a partita, con i rossoblu fermi a 1.2; allo stesso modo il dato del possesso palla premia la Vecchia Signora: 29':19" contro i 24':07" della squadra di Festa. L'indice di pericolosità è appannaggio dei bianconeri, con una percentuale del 59.3% nettamente superiore a quella della formazione del Presidente Giulini, stabile al 47%. Più risicato il divario sui calci d'angolo, con la Juventus capace di conquistare in media 5.9 tiri dalla bandierina a partita, e il Cagliari di poco indietro con 5.4.

Questa partita sarà l'anticipo delle ore 18.00 di sabato 9 maggio che aprirà il programma della trentacinquesima giornata di Serie A. L'incontro che andrà in scena allo Juventus Stadium di Torino si potrà seguire anche via radio sulle frequenze di Rai Radio 1 (FM 89.3), che come di consueto coprirà tutte le partite del massimo campionato di calcio e dunque offrirà anche la radiocronaca del confronto fra i bianconeri che hanno già festeggiato il quarto scudetto consecutivo e i rossoblù sardi a caccia di un risultato di prestigio per tenere vive le speranze di salvezza. Se siete tifosi della Juventus, vi ricordiamo che pure il canale tematico J Tv (canale numero 231 del bouquet satellitare di Sky) offrirà la radiocronaca integrale della sfida con il commento ovviamente di parte juventino.

Si gioca oggi pomeriggio alle ore 18 la partita valida per la trentacinquesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015, gara che sarà diretta dall'arbitro Sebastiano Peruzzo della sezione di Schio. La Juventus si è laureata campione d’Italia lo scorso sabato: vinto il quarto scudetto consecutivo, tutti i pensieri si concentrano adesso sul ritorno della semifinale di Champions League, e questo potrebbe ovviamente influire sull’esito della partita odierna. Ci spera il Cagliari, che ha 27 punti e con la netta vittoria di lunedì sera ha accorciato a 7 le lunghezze da recuperare per la salvezza. L’impresa resta difficile, ma la squadra sta bene e ci crede; bisogna ovviamente vincerle tutte e sperare in qualche passo falso della concorrenza, che si riduce a una sola squadra.

La Juventus ha ricordi estremamente positivi del Cagliari: un anno fa la partita interna contro gli isolani fu l’ultima di campionato e dopo la vittoria per 3-0 (autorete di Silvestri, Llorente e Marchisio) i bianconeri ricevettero la coppa di campioni d’Italia. Nel 2012 invece, sul neutro di Trieste, un altro autogol e la rete di Vucinic avevano consegnato il primo dei quattro scudetti consecutivi alla Juventus. Per quanto riguarda i precedenti a Torino, il Cagliari recentemente ha fatto buoni risultati: da quando la Juventus è tornata in Serie A (stagione 2007-2008) gli isolani sono usciti con punti dalla Torino bianconera in quattro occasioni, pareggiando tre volte (sempre per 1-1) e nel gennaio 2009 ha addirittura vinto 3-2, rimontando con Jeda e Matri i gol di Sissoko e Nedved che a loro volta avevano dato il vantaggio alla Juventus dopo la rete iniziale di Biondini. Sulla panchina del Cagliari sedeva… Massimiliano Allegri, che proprio in Sardegna ha esordito in Serie A e ha condotto il Cagliari a brillanti salvezze prima di venire esonerato. Ha vinto lo scudetto alla prima stagione in due piazze diverse, e a inizio maggio è ancora in corsa per un incredibile Triplete. Anche Alessandro Matri è un ex del Cagliari, e uno dei pretoriani di Allegri che l’aveva voluto anche al Milan: alla seconda partita con la maglia della Juventus ha realizzato una tripletta alla sua squadra ed è tornato in bianconero lo scorso gennaio. Ricordiamo anche Pietro Paolo Virdis e, in epoca più recente, Fabian O’Neill e Lorenzo Ariaudo che però alla Juventus non hanno particolarmente brillato (mentre l’attaccante di Cagliari ha vinto due scudetti con la maglia bianconera, realizzando 17 gol in campionato).

La Juventus ha la testa sul Real Madrid: la partita di andata ha detto che i bianconeri se la possono giocare ad armi pari e che anzi con lo 0-0 andranno in finale di Champions League. Chiaramente resta una grande impresa perchè significherebbe non perdere al Bernabeu oppure farlo per 3-2, ma Massimiliano Allegri e tutti i giocatori ci credono. Mentalmente, vincere lo scudetto prima delle semifinali europee è stato importante: la Juventus si è potuta interamente concentrare sulla Champions League. Per quanto riguarda il campionato c’è poco da dire: per la prima volta nella sua storia la Juventus ha vinto lo scudetto con quattro giornate di anticipo, già a febbraio aveva messo un consistente vantaggio sulle inseguitrici (superiore ai 10 punti) e ha condotto in totale scioltezza la sua stagione, prendendosi 15 vittorie e 2 pareggi allo Stadium (ma anche chiudendo una striscia di vittorie interne a 25 partite). Ovviamente il ruolino di marcia non poteva essere lo stesso della scorsa stagione, ma il fatto che le avversarie non si siano migliorate ha aiutato. Il Cagliari ha svoltato con Gianluca Festa: il suo inizio si può paragonare a quello che aveva avuto Gianfranco Zola, ci sono infatti due vittorie e una sconfitta nelle prime tre partite allenate, con 7 gol realizzati e appena 2 subiti. Forse però è troppo tardi: il Cagliari partiva da una situazione deficitaria con 10 punti da recuperare all’Atalanta. Adesso la squadra sembra in palla: ha vinto a Firenze e demolito il Parma, ma potrebbe rimpiangere la sconfitta di Verona contro un Chievo già salvo. Avesse vinto al Bentegodi, oggi il Cagliari sarebbe ad appena 4 punti sulla salvezza, certamente resterebbe un compito arduo ma la pressione sull’avversaria sarebbe del tutto diversa. Fuori casa il Cagliari ha vinto 3 partite, tornando a festeggiare lontano dal Sant’Elia dopo sei mesi; sono 5 i pareggi e 9 le sconfitte. Se Serie B sarà, gran parte del problema sarà da ascriversi alla difesa: il Cagliari ha incassato 63 gol, mentre l’attacco ha prodotto 42 reti. Non ci resta allora che metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere come andrà a finire questa partita dello Juventus Stadium, importante per gli isolani ma anche per i bianconeri che fanno le prove generali per la grande notte del Bernabeu: la diretta di Juventus-Cagliari, partita valida per la trentacinquesima giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare…

La diretta tv di Juventus-Cagliari è affidata a Sky Sport 1 (numero 201), Sky SuperCalcio (numero 205) e Sky Calcio 1 (numero 251) sui canali del satellite; a Premium Calcio (numero 370) e Premium Calcio HD (numero 380) su quelli del digitale terrestre; gli abbonati a entrambe le piattaforme avranno a disposizione anche la diretta streaming video attivando su PC, tablet e smartphone le applicazioni Sky Go e Premium Play. Sul secondo flusso audio telecronaca tifosa di parte juventina con le voci di Enrico Zambruno (Sky) e Claudio Zuliani (Mediaset Premium). Ci sono poi i profili che le due squadre mettono a disposizione sui social network, in particolare su Facebook e Twitter: per la Juventus abbiamo facebook.com/Juventus e @juventusfc, per il Cagliari ci sono invece le pagine facebook.com/CAGLIARICALCIOOFFICIALPAGE e @CagliariCalcio.