BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOSCOMMESSE/ Altri 5 indagati: nel mirino Savona-Teramo per la Serie B

Calcioscommesse, altri 5 indagati: nel mirino Savona-Teramo per la Serie B. Proseguono le indagini relative al mondo del calcio scommesse che ha colpito le serie minori

Un pallone da calcio (Infophoto) Un pallone da calcio (Infophoto)

CALCIOSCOMMESSE ALTRI 5 INDAGATI: NEL MIRINO SAVONA-TERAMO PER LA SERIE B – Si allargano le indagini circa il calcioscommesse riguardante le serie minori. Stando alle ultime indiscrezioni sottolineate da La Gazzetta dello Sport, nel mirino degli investigatori vi sarebbero ora altri 5 indagati. La Dda di Catanzaro ha infatti notificato 5 avvisi di garanzia ed eseguito altrettante perquisizioni domiciliari, in seguito a dei forti sospetti sulla partita Savona-Teramo, match giocatosi lo scorso 2 maggio e che ha visto gli ospiti abruzzesi trionfare e conquistare così l’accesso alla Serie B. «Le indagini - spiega la nota della polizia di Catanzaro - hanno portato alla luce come la dirigenza del Teramo abbia raggiunto tanto risultato dando mandato all'esperto di frodi sportive, Ercole Di Nicola, direttore sportivo de L'Aquila e già indagato nell'operazione 'Dirty soccer', affinché combinasse il risultato dell'incontro procurando la vittoria al Teramo». Gli indagati sarebbero Giuliano Pesce, collaboratore tecnico del Parma, il presidente del Teramo Luciano Campitelli, il ds del Teramo Marcello Di Giuseppe, il ds del Savona Marco Barghigiani e infine il calciatore del San Paolo Padova Davide Matteini. Tutti e cinque avrebbero ricevuto 30 mila euro per la combine dal patron del Teramo.

© Riproduzione Riservata.