BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

BOLOGNA IN SERIE A/ La promozione dei felsinei: l'analisi di Roberto Gotta (esclusiva)

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

C'è una clausola secondo cui se avesse ottenuto la promozione sarebbe rimasto anche in Serie A. Dovrebbe far fede quella.

Quanto e come va cambiato questo Bologna per competere al piano di sopra? Dovranno essere tenuti i giovani migliori, quelli che quest'anno sono riusciti a resistere alla pressione, in un ambiente in cui le critiche non mancano. Poi l'attacco dovrà essere riorganizzato e rinforzato, si dice che in Serie A sia la difesa il reparto più importante ma senza attaccanti che segnano si rischia.

Quale potrebbe essere il ruolo di Marco Di Vaio? E' molto stimato a Bologna, da ha contribuito a due salvezze del Bologna, è una persona che s'intende molto di calcio e che sa lavorare bene. Saputo lo ha conosciuto nell'esperienza comune al Montreal Impact e lo stima molto, Di Vaio gode della fiducia di tutto l'ambiente, tifosi compresi.

Progetto stadio, la dirigenza americana vuole ristrutturare il Dall'Ara: idea realizzabile? Non sarà facile soprattutto se a questo progetto si vorrà unire una campagna acquisti soddisfacente, che possa permettere al Bologna qualcosa in più rispetto alla semplice sopravvivenza in Serie A. Lo stadio di Bologna è dislocato in un'area dove non è facile intervenire con dei lavori appropriati, saranno interventi difficili da calibrare ma sembra che la proprietà americana sia molto decisa in questo senso.

Tacopina e Saputo hanno parlato di Europa, quanto tempo ci vorrà secondo lei? Potrebbe volercene anche poco, magari indovinando tre-quattro grossi acquisti il Bologna potrebbe vivere un exploit più veloce del previsto. Spesso però quello degli innesti è un discorso legato anche alla casualità; diciamo che possiamo dare due anni di tempo prima di cominciare a pensare più in grande.

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.