BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BOLOGNA IN SERIE A/ La promozione dei felsinei: l'analisi di Roberto Gotta (esclusiva)

Bologna in Serie A: in esclusiva per ilsussidiario.net l'analisi di Roberto Gotta, giornalista del Guerin Sportivo, sulla promozione dei felsinei tornati in Paradiso dopo solo un anno

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Dopo un solo anno di Purgatorio il Bologna è tornato in Serie A, battendo un bel Pescara nella doppia finale dei playoff di B. Dopo lo 0-0 dell'andata Gianluca Sansone ha firmato il gol della promozione nell'1-1 della sfida di ritorno. Quali scemati si aprono per il Bologna degli americani Joe Tacopina e Joey Saputo? Come e quanto dovrà essere cambiata la squadra per competere al piano di sopra? In panchina rimarrà Delio Rossi? Per una riflessione sul Bologna ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva Roberto Gotta, giornalista del Guerin Sportivo.

Nel doppio spareggio il Pescara avrebbe meritato più del Bologna? Diciamo che la squadra di Oddo ha mantenuto un atteggiamento più spregiudicato, dettato anche dal fatto di avere solo un risultato a disposizione. Nel ritorno l'espulsione di Mbaye ha influito sull'andamento della partita; poi il Pescara è stato sicuramente sfortunato quando nel finale ha bissato la traversa che aveva già colpito all'andata.

Il Bologna è sembrato più stanco… Era in una situazione diversa, poteva anche accontentarsi del pareggio e questo dopo una stagione lunghissima ha inciso, non solo contro il Pescara ma anche nel turno precedente con l'Avellino. In questo senso non era facile trovare una situazione di equilibrio.

Quali sono stati i giocatori decisivi per la promozione in Serie A del Bologna? Direi il portiere Da Costa, Mbaye che da gennaio ha dato una bella mano, poi Maietta e Matuzalem sicuramente. Aggiungerei anche Cacia che è stato più volte decisivo, pur non segnando a ripetizione, ed Acquafresca che si è reso utile in tante situazioni delicate.

Quali invece i meriti di mister Delio Rossi? Lui stesso ha dato i meriti ai giocatori. A me più che altro dispiace come è stato trattato Diego Lopez, cui sono state attribuite tutte le colpe nel momento più difficile della stagione. Il mercato di gennaio non ha prodotto una scossa clamorosa in termini di risultati e si doveva trovare un capro espiatorio, per questo si è arrivato all'esonero dell'uruguaiano.

Crede che Rossi sarà confermato come si è detto?