BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Croazia-Italia/ Il pronostico di Mario Corso (esclusiva)

Croazia-Italia, il pronostico di MARIO CORSO. La presentazione della partita di Spalato valida per il girone H delle qualificazioni europee, duro ostacolo per gli azzurri di Conte

Infophoto Infophoto

CROAZIA-ITALIA: IL PRONOSTICO DI MARIO CORSO (ESCLUSIVA) – Incontro di grande importanza venerdì alle 20.45 tra Croazia e Italia a Spalato nelle qualificazioni per Euro 2016. In questo momento la Croazia ha 13 punti nella classifica del girone H, l'Italia è seconda con 11, poi la Norvegia a quota 9. Quindi questa dovrebbe essere la partita più difficile: con un risultato positivo la strada sarebbe poi in discesa, mentre una sconfitta contro un rivale tradizionalmente ostico potrebbe complicare il cammino. Importante quindi strappare un risultato positivo per metterci al riparo da situazioni spiacevoli. Potrebbero contare le molte assenze tra gli azzurri, ma confidiamo in un'Italia grintosa come nello spirito del suo tecnico Antonio Conte. Per presentare questo match abbiamo sentito Mario Corso. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Che partita sarà? Difficile, perché la Croazia attualmente ci è superiore, giocheremo in campo avverso e questo conta. L'Italia tra l'altro ha diverse assenze, una cosa che potrebbe condizionarci.

L'assenza di Modric quanto peserà? Non tanto, penso infatti che la Croazia abbia più alternative di noi, è una formazione messa meglio dell'Italia in questo senso.

Come si aspetta che giocherà la Croazia? Mi aspetto una Croazia che faccia tanto possesso palla, aspetto in cui questa Nazionale è veramente una delle migliori squadre in circolazione.

Giocheranno i nerazzurri Kovacic e Brozovic secondo lei? In Nazionale hanno sempre giocato bene e quindi penso che saranno schierati entrambi, magari Brozovic più indietro e Kovacic più avanti.

Buffon ha un problema al gomito: cosa fare? Deciderà lo stesso Buffon, che comunque non si tira mai indietro in nessuna circostanza e cerca sempre di dare il suo contributo.

L'Italia secondo lei col 4-3-3 o il 4-2-4? Credo che l'Italia punterà sul 4-3-3, il modulo d'attacco con il quale in questo momento si sente meglio.

Quali saranno gli esterni d'attacco? Potrebbe giocare Candreva, che ha fatto il miglior campionato della sua carriera, ma anche El Shaarawy, che sembra essersi ripreso dai suoi problemi fisici, potrebbe essere schierato.

Il suo pronostico? La Croazia avrà più possibilità di ottenere un risultato positivo, ma anche l'Italia avrà le possibilità di giocarsi le sue chance. (Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.