BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Cile-Messico (3-3): i voti della partita (Coppa America 2015, gruppo A)

Foto InfophotoFoto Infophoto

 Come il collega, subisce reti senza potergli attribuire particolari mancanze.

 Colpisce una traversa sfortunata al 28' e provoca ingenuamente il fallo da rigore su Vidal al 54'.

Resta troppo a guardare in situazioni in cui poteva comportarsi meglio.

Prende il posto dal primo minuto di una colonna come Marquez e lo fa un po' rimpiangere.

 Attua una marcatura troppo blanda e le reti avversarie non tardano ad arrivare.

Ottimo il suo apporto dalla fascia sinistra realizzando anche due assist vincenti, il secondo dei quali gli costa tuttavia un infortunio che gli costringe a lasciare il campo.

 Contribuisce a fluidificare il centrocampo e sceglie bene nel far da sponda al primo goal di Vuoso.

 Comprimario del centrocampo, con la sua presenza fa funzionare il sistema messicano.

Vera spina nel fianco e uomo in più anche senza segnare. Spende tutto e lascia il posto a Osuna.

 Si riconferma un attaccante di talento dopo la prima partita in cui era invece subentrato.

 Tocca pochi palloni lottando come un toro, il suo soprannome, e riesce ad incornare il cile per due volte.

Non lascia il segno come dopo il suo ingresso con la Bolivia.

 Si rivela non all'altezza di Aldrete di cui prende il posto.

Peccato per J.M.Corona visto che lui non è in grado di offrire un apporto adeguato agli istanti finali.

All. M. HERRERA 7 Sceglie bene nel preferire Jimenez dall'inizio e la sua squadra mostra evidenti progressi nonostante lo scarsissimo minutaggio insieme.

(Alessandro Rinoldi)

© Riproduzione Riservata.