BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Argentina-Uruguay: quote, le ultime novità (mercoledì 17 giugno, Coppa America 2015 gruppo B)

Pubblicazione:martedì 16 giugno 2015

Foto Infophoto Foto Infophoto

PROBABILI FORMAZIONI ARGENTINA-URUGUAY: QUOTE, LE ULTIME NOVITA’ (MERCOLEDì 17 GIUGNO, COPPA AMERICA 2015 GRUPPO B) - Probabili formazioni Argentina-Uruguay: alle ore 1:30 della notte italiana si gioca a La Serena la partita valida per il gruppo B di Coppa America 2015, seconda giornata. Una grande classica, quasi un derby tra due nazionali storiche che nel caso specifico devono anche riscattare un esordio opaco. L’Uruguay ha comunque vinto e guida il girone, l’Argentina si è fatta rimontare due gol di vantaggio e ora insegue. Seleccion a caccia di riscatto dopo l’eliminazione, subita in casa, di quattro anni fa (ai calci di rigore). Arbitra la partita il brasiliano Sandro Ricci; andiamo allora a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Argentina-Uruguay.

DOVE VEDERE ARGENTINA-URUGUAY IN DIRETTA TV - La diretta tv di Argentina-Uruguay, alle ore 1:30 della notte italiana, sarà trasmessa da Gazzetta Tv che ha la copertura esclusiva e integrale della Coppa America 2015 (canale 59 del vostro telecomando). 

ARGENTINA-URUGUAY: PRONOSTICO E QUOTE - Le quote Snai per la partita Argentina-Uruguay (ore 1:30) ci forniscono le seguenti informazioni: segno 1 (vittoria Argentina) a 1,60; segno X (pareggio) a 3,75; segno 2 (vittoria Uruguay) a 5,75.

PROBABILI FORMAZIONI ARGENTINA - Gerardo Martino ha preso il suo posto in panchina in punta di piedi; modulo e giocatori sono rimasti pressochè gli stessi di quando alla guida dell’Argentina c’era Sabella, che ha pur sempre raggiunto la finale del Mondiale. In porta è stato confermato Romero nonostante un’altra stagione passata in panchina; Garay e Otamendi sono i centrali ma non è escluso che prima della fine del torneo vedremo Demichelis tornare in campo dal primo minuto, mentre Zabaleta e Marcos Rojo agiscono sulle corsie (anche perchè non ci sono alternative validissime, a disposizione c’è Roncaglia). In mezzo al campo fiducia a Lucas Biglia (che prende il posto di Gago) che arriva da una grande annata con la maglia della Lazio, ma a comandare è ovviamente Mascherano che Martino ha avuto un anno fa nel Barcellona; sul centrosinistra Banega, che nel Siviglia che ha vinto l’Europa League giocava come trequartista e qui invece si riprende un ruolo più naturale. Il tridente è da sogno: Leo Messi parte largo a destra come ha imparato a fare in maglia blaugrana, ma esattamente come succede nel Barcellona c’è sempre la possibilità di scambiarsi la posizione con Sergio Aguero, che inizialmente fa la punta centrale. A sinistra agisce Angel Di Maria, che potremmo ritrovare a destra; la panchina con gente del calibro di Higuain, Tevez, Lavezzi e Pastore ci fa capire quale sia la potenza di fuoco dell’Argentina, che ha convocato anche Pereyra - reduce da un ottimo anno con la Juventus - e Lamela.

PROBABILI FORMAZIONI URUGUAY - L’Uruguay risente naturalmente della squalifica di Luis Suarez; Diego Rolan è un grande talento (classe ’93) che può fare tanta strada, ma al momento non è certo il Pistolero. In attacco il peso dei gol è tutto sulle spalle di Edinson Cavani, che deve dimostrare di poter fare la differenza anche in nazionale; in panchina ci sono Abel Hernandez e Stuani, che potrebbero essere utili in corso d’opera. A centrocampo Andrés Sanchez è la sorpresa, Cristian Rodriguez la continuità e il match winner della prima partita; Arevalo Rios in nazionale resta un’istituzione e un titolare quasi inamovibile per Oscar Washington Tabarez, in cerca di riscatto anche Nicolas Lodeiro che ha grande talento ma in Europa non si è espresso al meglio e oggi gioca nel Boca Juniors. La difesa risente dell’assenza di Martin Caceres, mentre Diego Lugano ha fatto il suo tempo: adesso il leader del reparto è naturalmente Godin, che fa coppia con il giovane José Gimenez che lo conosce benissimo, visto che nell’Atletico Madrid è la sua riserva. Sulle corsie laterali agiscono i due Pereira, il veterano Maxi e quell’Alvaro che abbiamo visto brevemente - e senza troppa fortuna - anche nell’Inter. Attenzione dalla panchina a giocatori come Coates e, soprattutto, Giorgian De Arrascaeta: un classe ’94 che due anni fa ha vinto la medaglia d’argento al Mondiale Under 20 e che fa parte di una nidiata di talenti che potrebbero diventare fortissimi anche al piano di sopra.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER GLI SCHEMI CON I MODULI DI PARTENZA E LE PROBABILI FORMAZIONI DI ARGENTINA-URUGUAY (MERCOLEDì 17 GIUGNO, COPPA AMERICA 2015 GRUPPO B)


  PAG. SUCC. >