BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Repubblica Ceca-Danimarca: quote, le ultime novità (oggi mercoledì 17 giugno, Europei Under 21 2015, gruppo A)

Probabili formazioni Repubblica Ceca-Danimarca: le quote e le ultime novità sulla partita che inaugura gli Europei Under 2015. I padroni di casa giocano contro i talentuosi scandinavi

Viktor Fischer, esterno offensivo danese (Infophoto)Viktor Fischer, esterno offensivo danese (Infophoto)

Si gioca alle ore 18 di oggi pomeriggio si gioca la partita valida per la prima giornata del gruppo A degli Europei Under 21. E’ l’esordio del torneo: i padroni di casa cercano subito una vittoria per prendersi la leadership in un girone che comprende anche la Germania (una delle favorite per il titolo) e la Serbia che si sfidano i serata. L’arbitro della partita è il polacco Szymon Marciniak; andiamo allora a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Repubblica Ceca-Danimarca. 

La diretta tv di Repubblica Ceca-Danimarca, alle ore 18, sarà trasmessa da Rai Sport 1 (canale 57 del telecomando, numero 5057 del satellite).

Le quote Snai per la partita Repubblica Ceca-Danimarca (ore 18) ci forniscono le seguenti informazioni: segno 1 (vittoria Repubblica Ceca) a 2,85; segno X (pareggio) a 3,25; segno 2 (vittoria Danimarca) a 2,35.

La Repubblica Ceca allenata da Dovalil si presenta in campo con il 4-2-3-1, modulo che oggi va per la maggiore in Europa. In porta c’è Koubek; linea difensiva a quattro con Kaderabek e Hybs ad agire sulle corsie mentre in mezzo vanno Brabec e Baranek. In mezzo al campo la cerniera a protezione della difesa, e prima linea per l’impostazione, è formata da Petrak e Zimrhal; Prikryl e Krejci sono gli esterni offensivi che accompagnano Frydek che avrà il compito in certi casi - cioè in fase di possesso palla - di servire la prima punta Skalak. Il giocatore da tenere d’occhio è Ladislav Krejci, classe ’92 che gioca nello Sparta Praga dove nonostante la giovane età è già un elemento di spicco. Ha fatto il suo esordio a 18 anni; l’attaccante Jiri Skalak gioca invece in prestito nel Mlada Boleslav ed è un esterno di ruolo, “sacrificato” però al ruolo di prima punta.

La storia della Danimarca è quella di Nicolaj Thomsen, giocatore praticamente cieco da un occhio e che ha realizzato il gol decisivo per la qualificazione nello spareggio contro l’Islanda. Hojberg parte in panchina, è il trequartista Pierre-Emile Hojberg che è l'uomo di punta insieme a Viktor Fischer, giocatore chiamato a prendere il posto sia nell’Ajax che nella nazionale di Christian Eriksen, che avrebbe l’età per giocare questa manifestazione ma non fa parte del gruppo. L’ala destra della squadra è allora Poulsen, mentre davanti i gol sono richiesti a Brock-Madsen, attaccante del Randers. A centrocampo agiscono i due Christiansen, Lasse e Andreas che sono più che altro degli interditori; anche in difesa ci sono giocatori di prima fascia, per esempio il centrale Jannik Vestergaard che gioca nel Werder Brema e Jonas Knudsen dell’Esbjerg, già protagonista in Europa League e cercato anche dalle squadre italiane. L’altro centrale è Frederik Sorensen, ex della Juventus e oggi al Verona, un difensore che promette tantissimo anche se si è leggermente perso (ma ha tutto il tempo per recuperare), a destra gioca Scholz mentre il portiere è Jakob Busk.