BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Italia-Portogallo Under 21 (0-0): i voti della partita (Europei 2015, gruppo B)

Le pagelle di Italia-Portogallo Under 21 (0-0): i voti della partita disputata al Mestsky stadion di Uherske Hradiste domenica 21 giugno 2015, valida per la seconda giornata del gruppo B

Rafa Silva (sinistra), 22 anni e Daniele Rugani, 20 (dall'account Twitter ufficiale @Vivo_Azzurro) Rafa Silva (sinistra), 22 anni e Daniele Rugani, 20 (dall'account Twitter ufficiale @Vivo_Azzurro)

PAGELLE FINALI ITALIA-PORTOGALLO (EUROPEI UNDER 21, GIRONE B): I VOTI FINALI - Italia-Portogallo under 21 si è conclusa con il punteggio di 0-0. Gran primo tempo per gli azzurri, più volte vicini al gol con due tiri dalla distanza di Benassi e con Belotti, fermato dal reattivo portiere portoghese José Sa.

Nella ripresa Belotti colpisce la traversa di testa al primo minuto ma l'Italia cala vistosamente e soffre il possesso palla dei portoghesi, che non creano azioni da gol nitide come quelle azzurre ma si rendono più volte pericolose. L'Italia, per qualificarsi alla fase successiva, dovrà battere l'Inghilterra e sperare nella concomitante vittoria del Portogallo contro la Svezia.  

VOTO ALLA PARTITA 6: Primo tempo giocato a ritmi altissimi, soprattutto dall'Italia, nel secondo tempo i portoghesi addormentano la gara con il possesso palla. 

VOTO ITALIA 6,5: ottimo primo tempo degli azzurri che pagano lo sforzo nella ripresa ma avrebbero meritato, nel complesso, la vittoria. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELL'ITALIA UNDER 21

VOTO PORTOGALLO 6: squadra inconsistente in attacco ma molto tecnica, anche nei difensori. Regge la pressione azzurra, con una buona dose di fortuna, e mette in difficoltà gli avversari con il palleggio, soprattutto nella ripresa. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL PORTOGALLO UNDER 21

VOTO MARCINIAK (ARBITRO) 6,5: Sempre vicino all'azione, buona gestione dei cartellini. Tiene il match in pugno, aiutato dalla correttezza dei calciatori in campo. 

LE PAGELLE DI ITALIA-PORTOGALLO UNDER 21 (EUROPEI 2015, GRUPPO B): I VOTI DEL PRIMO TEMPO - Il primo tempo di Italia-Portogallo si è concluso con il punteggio di 0-0. Ottima partenza degli azzurri che sfiorano il gol al 1' con un gran tiro di Benassi, deviato in corner da Josè Sa. La pressione continua e l'Italia si rende pericolosa anche al 6' con Belotti, lanciato da Berardi, bravo a smarcarsi, meno nella conclusione.

Il portiere portoghese compie un altro grande intervento su Benassi a metà tempo ma nel finale il Portogallo, alla prima occasione, sfiora il gol con Sergio Oliveira, che fallisce clamorosamente da distanza ravvicinata. Italia schierata con il (4-3-3) con Bardi (6) in porta, in difesa, da destra a sinistra, Zappacosta (6,5), Rugani (6,5), Romagnoli (6,5) e Biraghi (6,5). A centrocampo Di Biagio schiera Benassi (7), Crisetig (6) e Cataldi (6), in attacco Berardi (6,5) e Battocchio (6,5), ai lati di Belotti (5,5). Il Portogallo risponde con José Sa (7) in porta, Ricardo Esgaio (6), Paulo Oliveira (6), Tiago Ilori (6) e Raphael Guerriero (6) in difesa, William Carvalho (6), Joao Mario (6), Bernardo Silva (6) e Sergio Oliveira (5,5) a centrocampo, Rafa Silva (5,5) e Carlos Mané (5,5) in attacco.

PAGELLE ITALIA-PORTOGALLO: I VOTI DEL PRIMO TEMPO. VOTO ITALIA 6,5. Partenza decisa degli azzurri, che sfiorano il gol in più occasioni ma mostrano scarsa concretezza in attacco. MIGLIORE ITALIA: BENASSI 7 Gran lavoro di interdizione al centrocampo e al tempo stesso appoggio all'azione offensiva. Sfiora il gol in due occasioni. PEGGIORE ITALIA: BELOTTI 5,5 Bravo a smarcarsi sull'assist di Berardi, dimostra scarsa freddezza sotto rete.

VOTO PORTOGALLO 6. In difficoltà contro l'aggressività dell'Italia, mostrano grandi doti nel palleggio e sfiorano il gol nell'unica vera azione offensiva. MIGLIORE PORTOGALLO: JOSE SA 7 Due grandi parate su Benassi, bravo anche a respingere il tiro da distanza ravvicinata di Belotti, mostra grande reattività. PEGGIORE PORTOGALLO: SERGIO OLIVEIRA 5,5 Nel complesso non demerita ma ha sulla coscienza l'errore da distanza ravvicinata che poteva cambiare l'esito del match. (Vincenzo Partucci)