BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Coppa America 2015/ Il pronostico di José Alberti sui quarti di finale (esclusiva)

Coppa America 2015, il pronostico di José Alberti sui quarti di finale: parte la fase ad eliminazione diretta del torneo, le grandi favorite sono Argentina e Cile con Brasile subito dietro

Foto Infophoto Foto Infophoto

Le prime risposte sono state date: Messico, Ecuador e Venezuela sono le squadre escluse dai quarti di finale della Coppa America 2015, che a poco a poco si avvicina alla conclusione. Da giovedì infatti si disputeranno i vari confronti diretti con la squadra di casa, il Cile, annunciato in gran forma dopo il 5-0 inflitto alla Bolivia che affronterà l'Uruguay. Le big ci sono tutte: il Brasile però deve rinunciare a Neymar per la cui squalifica la federazione non ha fatto ricorso (dunque il fenomeno del Barcellona ha lasciato il ritiro), l'Argentina fatica a imporre il suo gioco e la Colombia si è qualificata con grande fatica e sembra lontana parente della nazionale che aveva incantato al Mondiale (pur essendo qui con lo stesso organico). Le sorprese Bolivia e Perù si sfidano e dunque una delle due sarà in semifinale, con possibilità addirittura di arrivare a giocare la partita per il titolo; vedremo quello che succederà, nel frattempo per un pronostico sui quarti di finale IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva l'agente José Alberti.

Si aspettava queste nazionali ai quarti di finale? Direi di sì, non ho visto particolari sorprese, sono queste le squadre che più o meno ci si aspettava.

Manca però il Messico, si aspettava l'eliminazione con qualificazione della Bolivia? La Bolivia ha dimostrato di avere qualcosa in più: ha tante motivazioni, per loro andare in finale sarebbe una cosa eccezionale. Poi preparando il Mondiale in altura, nella loro nazione, sono stati avvantaggiati nell'arrivare in Cile con una condizione fisica ideale; e infine non ha in rosa calciatori spremuti da un'estenuante stagione europea.

Il Cile sembra di un'altra categoria, ma le individualità dell'Uruguay non potrebbero risolvere quest'incontro? Il Cile gioca in casa, ha tanta voglia di far bene, secondo me l'Uruguay finirà “mangiato”. Certamente la Celeste ha diversi giocatori di buon valore, ma il Cile nel collettivo è più forte e ha motivazioni pazzesche.

Bolivia-Perù, quale delle due sorprese vede in semifinale? Al 99,9% vedo la Bolivia, per tutto quello che ho detto prima mi sembra che sia la favorita per questo quarto di finale considerando anche un avversario certamente non di primissimo livello.

Argentina-Colombia è sfida tra due potenze che però soffrono: come la vede? La Colombia è una buona squadra ma l'Argentina è superiore e credo che alla fine passerà il turno. I giocatori dell'Argentina sono forti tecnicamente ma anche fisicamente, sono degli atleti, sul modello della Germania che in Europa ha valorizzato questo aspetto.

Brasile-Paraguay: vittoria scontata della Seleçao o l'assenza di Neymar potrebbe essere un problema? Già quattro anni fa per di più il Paraguay eliminò il Brasile... Penso che il Brasile abbia cinque o sei fuoriclasse, certamente rispetto all'Argentina è una nazionale più tecnica e di altra categoria rispetto al Paraguay, contro cui non dovrebbe avere problemi.

Le sembra una Coppa America giocata bene finora? Sì c'è un buon livello di gioco, è un torneo molto interessante finora.

Le sue favorite? Argentina e Brasile, ma attenzione al Cile che potrebbe davvero farcela. Sarebbe una grande suggestione una finale Argentina-Cile, posto che il Brasile e l'Argentina potrebbero incontrarsi solo in semifinale. Il Cile avrebbe il vantaggio del fattore campo, io ovviamente tiferei per l'Argentina.

Cosa si può vedere a livello tecnico da questa Coppa America? Ci sono tanti calciatori che vogliono mettersi in mostra, vogliono venire a giocare in Europa, guadagnarsi l'opportunità di un ingaggio importante nel Vecchio Continente.

C'è qualche nazione in cui si sta lavorando particolarmente bene? Argentina e Brasile in particolare. Qui ogni anni esordiscono a 16 o 17 anni trenta-quaranta giocatori nei rispettivi campionati. Oppure la Colombia, dove la presenza di diversi allenatori argentini ha decisamente migliorato la qualità del lavoro e del calcio locale. Non a caso il Commissario Tecnico della nazionale maggiore è un argentino (Josè Pekerman, ndr).

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.