BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TOURIST TROPHY 2015/ Sull’Isola di Man la gara più folle del pianeta: se sbagli sei morto

Tourist Trophy 2015, sull’Isola di Man è tutto pronto per la gara più folle del pianeta: se sbagli sei morto. A partire da sabato fino al 12 giugno, di scena la folle corsa motociclistica

Anche le Superbike al TT 2015 (Infophoto) Anche le Superbike al TT 2015 (Infophoto)

TOURIST TROPHY 2015 SULL’ISOLA DI MAN LA GARA PIÙ FOLLE DEL PIANETA: SE SBAGLI SEI MORTO – Inizierà sabato prossimo, sull’Isola di Man, il Tourist Trophy 2015, gara dedicata alle due ruote considerata all’unanimità come la più pericolosa al mondo. Fra Gran Bretagna e Irlanda, sulla suggestiva isola, si terrà la nuova edizione della corsa non soltanto più folle al mondo, ma anche la più antica, nata infatti nel 1907, ben cinque anni prima della mitica Indianapolis. Diversi i piloti che hanno sfrecciato sui 60,7 chilometri del percorso, fra cui anche il nostro Giacomo Agostini, che lì ha vinto per ben 10 volte, prima di gettare la spugna dopo la tragica morte del collega e amico Giacomo Parlotti. I decessi sono purtroppo una delle caratteristiche del Tourist Trophy, visto che dalla prima edizione ad oggi sono ben 220 i centauri che hanno perso la vita, numeri che hanno reso la folle corsa motoristica una vera e propria sfida contro la vita, dove solo gli impavidi possono mettersi in sella al proprio bolide, e lanciarsi a folle velocità sfiorando muretti, marciapiedi, pali della luce e qualsiasi ostacolo che un circuito non dovrebbe prevedere. Il Tourist Trophy prevederà in totale 9 diverse gare, e inizierà sabato con le categorie Superbike e Sidecar. Fra i piloti da battere vi è senza dubbio Michael Dunlop, idolo dei tifosi e vincitore di ben 11 TT. Attenzione anche a Guy Martin, che ha ottenuti 15 podi in 11 edizioni senza però mai riuscire a piazzarsi davanti a tutti. Al via anche due piloti italiani e precisamente Stefano Bonetti, veterano della corsa, e l’esordiente Marco Pagani.

© Riproduzione Riservata.