BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Wimbledon 2015/ Lorenzi-Vesely (6-7 6-7 4-6): info streaming video e diretta tv, orari. 7 italiani eliminati al primo turno (Tennis, oggi 30 giugno)

Wimbledon 2015, info streaming video e diretta tv: gli orari delle partite in programma martedì 30 giugno. Gli italiani sono in campo con Fognini, Vanni, Lorenzi, Seppi, Giorgi e Knapp

Roger Federer, 33 anni (dall'account ufficiale facebook.com/wimbledon)Roger Federer, 33 anni (dall'account ufficiale facebook.com/wimbledon)

E’ terminato anche il torneo di Paolo Lorenzi: chiudiamo la seconda giornata di Wimbledon con tre qualificati e tre eliminati. E’ finita 7-6 7-6 6-4: Jiri Vesely ha saputo cogliere i momenti decisivi del match e mettere a terra punti pesanti laddove il nostro giocatore ha mancato l’occasione in almeno un paio di volte (i due tie break, entrambi persi nel punto a punto). Così quello che poteva essere un derby italiano Vanni-Lorenzi si trasforma in un Ward-Vesely; la parte alta di tabellone priva di David Ferrer, che ha dato forfait prima dell’inizio del torneo, adesso potrebbe diventare una grande occasione per Fabio Fognini che nel secondo turno sfiderà il canadese Vasek Pospisil, una minaccia sull’erba.

Aggiornamento dell'ultimo minuto negativo per gli italiani: Karin Knapp ha alzato bandiera bianca ritirandosi sul punteggio di 6-7 0-3. L'altoatesina lascia strada libera a Magdalena Rybarikova che al prossimo turno trova la testa di serie numero 8 Ekaterina Makarova; peccato per la nostra giocatrice che così è la sesta ad abbandonare il torneo al primo turno. Dovesse perdere anche Paolo Lorenzi, gli eliminati al primo match di Wimbledon 2015 diventerebbero sette sugli undici azzurri che erano nel tabellone principale: la conferma che questo torneo non ci ha mai detto bene e che l'erba non è una superficie sulla quale riusciamo a esprimerci al massimo delle nostre potenzialità.

Proseguono i match nella seconda giornata del torneo. Qualificata Caroline Wozniacki che con 12 degli ultimi 13 game vinti supera Saisai Zheng per 7-5 6-0 e si regala il secondo turno contro la ceca Denise Allertova, che ha vinto il derby contro Katerina Siniakova. Avanza anche Alizé Cornet, doppio 6-2 alla diciassettenne Ana Konjuh che qui ha fatto una semifinale juniores in singolare (nel 2013) e la finale nel doppio, in coppia con Belinda Bencic, l’anno prima, e che l’anno scorso all’esordio aveva raggiunto il terzo turno e messo in difficoltà la Wozniacki. Aggiornamento dagli italiani: Luca Vanni ha perso, dopo un inizio incoraggiante si è fatto battere da James Ward con il risultato di 7-6 2-6 4-6 3-6 e dunque è il quinto italiano eliminato al primo turno da Wimbledon 2015; secondo tie break consecutivo per Paolo Lorenzi contro Jiri Vesely, il primo lo ha perso per 9 punti a 7 e in questo ha ceduto per 8-6 pur essendo stato avanti 5-3, Dunque si mette male per il tennista romano; tie break fatale anche a Karin Knapp, che per 8 punti a 6 lo ha perso da Magdalena Rybarikova ed ora è sotto di un set. e di un break nel secondo. In difficoltà Tomas Berdych, finalista 2010, che è 1-1 nei set contro Jeremy Chardy (sorteggio negativo e sfortunato per il ceco) e sta lottando per non finire sotto ed essere costretto alla rimonta. Si qualifica anche Lara Arruabarrena che batte 6-4 6-2 Pauline Parmentier e sarà la prossima avversaria di Camila Giorgi (giocano giovedì). 

Si prolunga il match di Luca Vanni: il tennista aretino ha perso nel secondo set da James Ward con il punteggio di 6-2, e dunque deve ricominciare daccapo per costruirsi la sua qualificazione al secondo turno del torneo sull’erba. Paolo Lorenzi nel frattempo è al tie break del primo set contro Jiri Vesely. E’ iniziato anche il match che vede opposta Karin Knapp, ultima italiana di scena oggi, e la slovacca Magdalena Rybarikova; nel frattempo Caroline Wozniacki, passata la paura, ha rimontato da 1-4 nel primo set e ha vinto 9 degli ultimi 10 game, il che significa che adesso conduce 7-5 3-0 su Saisai Zheng e vede sempre più vicino il secondo turno, che giocherebbe contro una tra Katerina Siniakova e Denise Allertova. In campo anche Tomas Berdych che se la deve vedere con il francese Jeremy Chardy, mentre Gael Monfils ha battuto lo spagnolo Pablo Carreno Busta con un 6-4 6-4 7-5, avanzando così al secondo turno.

Anche Camila Giorgi è al secondo turno: tre su tre in questa giornata di Londra che per il momento ci dice bene, sale a 4 (su 9 giocatori finora impegnati) la spedizione azzurra al turno successivo di Wimbledon 2015. La tennista di Macerata, testa di serie, ha impiegato un’ora e 48 minuti per battere la brasiliana Teliana Pereira: 7-6 6-3 il punteggio , adesso l’avversaria per la nostra ragazza sarà una tra Lara Arruabarrena e Pauline Parmentier, dunque un’altra giocatrice che potenzialmente Camila può agevolmente superare, prima di incrociare eventualmente la racchetta con Caroline Wozniacki entrata in campo ora per il suo primo turno e ha cominciato malissimo contro la cinese Saisai Zheng, tennista del ’94 cresciuta tantissimo nell’anno 2014 anche se in calo nella prima parte di questa stagione (la danese è andata sotto di due break, poi ne ha recuperato uno). Nel frattempo anche Paolo Lorenzi apre il suo Wimbledon, è sul campo numero 10 contro il ceco Jiri Vesely; mentre Luca Vanni sta giocando un match davvero equilibrato contro James Ward, i due sono andati al tie break e qui il nostro tennista si è imposto con un ottimo 7-4 che lo porta avanti di un set.

Giornata campale, davvero campale, a Wimbledon 2015. Dopo la finalista dell’anno scorso, il torneo perde al primo turno anche la semifinalista, quella che la Bouchard aveva battuto: Simona Halep, che peraltro è numero 3 del mondo. Sconfitta clamorosa per la rumena, che è caduta in due ore e 14 minuti sotto i colpi della slovacca Jana Cepelova con il punteggio di 7-5 4-6 6-3. La Cepelova, classe ’93, si era rivelata lo scorso anno arrivando in finale a Charleston; poi l’avevamo un po’ persa di vista, ma evidentemente le capacità c’erano ancora perchè oggi ha compiuto una grande impresa facendo fuori una delle favorite del torneo e spalancando la sua parte di tabellone. Il prossimo turno sarà contro Monica Niculescu: per entrambe una grande occasione, anche se da quella parte incrocia Svetlana Kunetsova e, più tardi, Sabine Lisicki che ha giocato la finale due anni fa e sull’erba dà sempre il massimo. Aggiornamento dagli italiani: Camila Giorgi è avanti 3-2 nel secondo set (senza break), mentre Luca Vanni è 4-4 contro James Ward. Secondo turno conquistato anche per Gilles Simon, mentre tra Sergiy Stakhovskiy e Borna Coric siamo 6-7 al quinto. 

Camila Giorgi ottiene il recupero sperato e vince il primo set: dopo 56 minuti combattuti la tennista di Macerata si è imposta per 7-6, punteggio al tie break 7-4. Ora si tratta di proseguire con questa intensità e forte della fiducia presa in questa ora scarsa per accedere al secondo turno; nel frattempo Andy Murray ha avuto bisogno del tie break, ma è 2-0 con Mikhail Kukushkin e già sopra di un break nel terzo set. Simona Halep si è invece fatta sorprendere da Jana Cepelova, non l’avversaria di primo turno che avrebbe sperato: 7-5 4-6 1-2 e adesso si fa davvero dura per la rumena numero 3 del mondo. Che potrebbe essere la seconda eliminazione clamorosa di giornata: la prima è andata in scena pochi minuti fa. Eugenie Bouchard torna a casa: 6-7 4-6 da Ying-Ying Duan, carneade cinese fuori dalle prime cento al mondo. Esordiente dell’anno 2013, giocatrice più migliorata nel 2014, finalista a Wimbledon un anno fa, semifinalista agli Australian Open e al Roland Garros sempre un anno fa, la canadese del ’94 quest’anno ha vinto solo due degli incontri che ha giocato. Un’involuzione spaventosa che l’ha portata a uscire dalle prime dieci e che ora la farà nuovamente crollare in classifica. Ma il problema inizialmente non è quello: il problema casomai è quello di ritrovarsi mentalmente per tornare a cogliere successi. Nel frattempo nel momento in cui scriviamo Luca Vanni ha iniziato il suo match di primo turno contro il britannico James Ward.

Il campo numero 15 ci presenta una Camila Giorgi in difficoltà: dopo circa 20 minuti di gioco la tennista di Macerata si trova sotto per 4-1 contro la brasiliana Teliana Pereira. Il match però è lungo e recuperare un break è impresa che alla tennista del ’91 può riuscire eccome, visto che può aprire a grandi strisce di colpi vincenti. Nel frattempo Andy Murray sembrava molto vicino a chiudere il secondo set contro Mikhail Kukushkin, ma poi ha perso la maniglia per un paio di minuti e adesso si trova sul 5-5 con il 2-0 nei set ancora tutto da ricostruire. Simona Halep alla fine il suo primo set lo ha vinto, ma Jana Cepelova le rimane incollata nel punteggio (7-5 2-3) e il match si potrebbe prolungare oltre misura per la rumena; è già clamoroso sul campo numero 3 il fatto che Eugenie Bouchard abbia perso al tie break il primo set contro Ying-Yingn Duan, e che rischi una clamorosa eliminazione perdendo anche valanghe di punti nel ranking (lo scorso anno ha giocato la finale). Bel match, come si poteva prevedere, sul campo numero 10: Sergiy Stakhovsky-Borna Coric è al momento 6-4 5-7 2-6 4-1, con ampie possibilità dunque di andare a giocare un entusiasmante quinto set che lascerebbe tutto aperto.

Sul campo numero 15 ha fatto ingresso Camila Giorgi, terza italiana di giornata: la maceratese esordisce in un torneo nel quale spera di fare grandi risultati dopo il successo del TopShelf Open, avversaria la brasiliana Teliana Pereira (classe ’88) che come Camila ha vinto quest’anno il primo titolo WTA in carriera (a Bogotà, sulla terra). Nel frattempo Andy Murray è avanti di un set (6-4) contro il kazako Mikhail Kukushkin; in grande difficoltà Eugenie Bouchard che sta confermando tutte le difficoltà di inizio stagione, in primo luogo tecniche ma adesso evidentemente mentali. La cinese Ying-Ying Duan è numero 117 al mondo ed è alla seconda partecipazione a Wimbledon, eppure dopo 42 minuti è riuscita a forzare il tie break avendo anche un paio di palle per vincere il set, affondando ancor più il coltello nelle piaghe emozionali della canadese di Montréal. Ma sta faticando molto anche Simona Halep, testa di serie numero 3: la rumena sta facendo match pari, nel primo set, con la slovacca Jana Cepelova. 

Nel pomeriggio londinese scendono in campo altri big: la finalista 2014 Eugenie Bouchard che deve riscattare un pessimo inizio 2015; Simona Halep, lei pure poco brillante nelle ultime uscite; Andy Murray, che qui ha vinto nel 2013 mandando in visibilio un popolo che ha saputo superare le divisioni politiche e che ora prova il bis personale. Intanto ce l’ha fatta Jo-Wilfried Tsonga che, sia pure con il brivido e dopo una maratona da cinque set, ha eliminato Gilles Muller. Ha impiegato appena più di due ore Rafa Nadal per liberarsi di Thomaz Bellucci, ora al secondo turno arriva il tedesco Dustin Brown che nell’unico testa a testa, lo scorso anno ad Halle, ha clamorosamente battuto il maiorchino per 6-4 6-1.

Anche Fabio Fognini è al secondo turno del torneo. Tutto facile per il sanremese che in un’ora e 34 minuti ha battuto l’americano Tim Smyczek con il punteggio di 6-4 6-3 6-2. La giornata per gli italiani è al momento positiva: Fognini ora aspetta il suo avversario, che sarà uno tra Vasek Pospisil e Vincent Millot (meglio il secondo, anche se Pospisil al momento si è maggiormente “specializzato” sul doppio). Jo-Wilfried Tsonga è costretto al quinto set contro Gilles Muller: sapeva di non aver pescato un primo turno troppo favorevole ma nemmeno lui si aspettava una maratona che molto probabilmente oltrepasserà le quattro ore. Passeggiata di salute invece per Roger Federer che vola al secondo turno di Wimbledon 2015 con un’agevole vittoria (6-1-6-3 6-3) su Damir Dzumhur; Rafa Nadal è ancora in campo, ma salvo sorprese clamorose è agli ultimi sforzi contro Thomaz Bellucci prima di festeggiare. Intanto Laura Robson, la storia del giorno a prescindere, ha perso il primo set 4-6 ma ora è 3-3 contro Evgeniya Rodina; al secondo turno va anche Sam Groth che a sorpresa ha battuto la testa di serie numero 31 Jack Sock.

Andreas Seppi è il secondo giocatore italiano, dopo Sara Errani, a qualificarsi al secondo turno del torneo di Londra. Tutto facile nel suo esordio contro il britannico Brydan Klein: il risultato finale è 6-3 6-2 6-2, il prossimo avversario sarà uno tra Sergiy Stakhovsky, passato alla storia per aver battuto Roger Federer a Wimbledon nel 2013 (lo svizzero era campione in carica) e Borna Coric, classe '96, vincitore degli Us Open juniores 2013 e cresciuto tantissimo nel primo anno nel circuito ATP. Intanto anche Fabio Fognini è partito bene, ha vinto il primo set contro Tim Smyczek ed è già avanti di un break nel secondo. Tutto facile per Rafa Nadal contro Thomaz Bellucci (6-4 2-1 e servizio), ha iniziato il suo match anche il sette volte campione Roger Federer che sfida il bielorusso Damir Dzumhur. Jo-Wilfried Tsonga è vicino alla vittoria del terzo set per portarsi 2-1 su Gilles Muller (5-4 e servizio), al momento sta tenendo benissimo Laura Robson contro Evgeniya Rodina, siamo 3-2 in suo favore nel primo set dopo 28 minuti di gioco. 

Andreas Seppi conduce due set a zero contro Brydan Klein: il punteggio è 6-3 6-2 in nemmeno un’ora di gioco e dunque per l’altoatesino arriva per ora la conferma di un primo turno agevole. Vedremo se sarà così anche per Fabio Fognini, sceso in campo da poco sul numero 19: il suo avversario è l’americano Tim Smyczek. Negli altri incontri, ha vinto Elina Svitolina che ha dovuto rimontare un set a Kurumi Nara, Jo-Wilfred Tsonga è un set pari contro Gilles Muller mentre attenzione al campo numero 3, dove ha fatto il suo ingresso Laura Robson. Campionessa juniores nel 2008 (a 14 anni), già vicina alla Top 25 del ranking WTA e argento olimpico nel doppio misto (con Andy Murray), la Robson ha saltato un anno e mezzo di attività per l’infortunio al polso sinistro (la mano forte). E’ rientrata nelle qualificazioni di Eastbourne perdendo 6-0 6-1; adesso ritrova le emozioni di Wimbledon, che è sostanzialmente casa sua (anche se è nata in Australia, e in Gran Bretagna si è trasferita a 6 anni). Per lei è già un successo esserci e il pubblico le ha tributato una grande ovazione. Intanto abbiamo un nuovo record di durata in questo Wimbledon 2015: Petra Kvitova ha impiegato 35 minuti per liberarsi di Kiki Bertens sul campo centrale, anche se le ha concesso un game (6-1 6-0). Sul numero 1 esordio per Rafa Nadal, che sfida il brasiliano Thomaz Bellucci.

Anche Andreas Seppi ha iniziato il suo torneo londinese. L'altoatesino a Wimbledon non ha una grande tradizione, il risultato migliore è arrivato nel 2013 con gli ottavi di finale (aveva eliminato Nishikori dopo una maratona al quinto set) ma negli ultimi tempi è cresciuto rispetto a un anno, quello scorso, in cui aveva mostrato qualche difficoltà e nelle settimane precedenti il torneo dello Slam ha saputo centrare la finale ad Halle, sia pure con qualche aiutino dovuto a ritiri dei suoi avversari (Gael Monfils e lo stesso Nishikori). Adesso se la vede con Brydan Klein, venticinquenne britannico al numero 177 del ranking ATP; non un avversario contro cui si possa perdere in un primo turno di Wimbledon, anche se poi ovviamente è tutto possibile. Aggiornamenti dagli altri campi: 6-4 6-1 è il punteggio con cui Garbine Muguruza approda al secondo turno battendo l'americana Varvara Lepchenko, continua a fare incontro pari Jo-Wilfried Tsonga sul campo numero 1 mentre sta prendendo il largo Alexandr Dolgopolov nei confronti di Kyle Edmund. Nel torneo femminile Mona Barthel conduce di un set e un break sulla russa Anastasia Pavlyuchenkova, ha invece recuperato Elina Svitolina vincendo il secondo set (6-3) e costringendo Misaki Doi al terzo, mentre l'altra giapponese, Kurumi Nara, ha perso il primo ma è avanti nel secondo. Avanti di due set James Duckworth sul campo numero 17 contro il tunisino Malek Jaziri.

E' iniziato nel migliore dei modi il torneo per Angelique Kerber, che con Wimbledon ha sempre avuto un buon feeling (semifinale nel 2012, quarti lo scorso anno). La tedesca, recentemente rientrata nella Top Ten dove era già stata per più di due anni consecutivi, si è liberata al primo turno della giovane connazionale Carina Witthoeft, battuta con il punteggio roboante di 6-0 6-0 in 48 minuti. Anche ieri avevamo visto un doppio "uovo" (Andrea Petkovic ha impiegato 38 minuti per vincere il suo match, Venus Williams 42); dagli altri match va segnalata una Elina Svitolina in incredibile difficoltà contro Misaki Doi e un Jo-Wilfried Tsonga che ha perso il primo set al tie break contro Gilles Muller, stessa sorte toccata a Kyle Edmung contro Alexandr Dolgopolov. Ha invece vinto con un 6-2 6-2 Casey Dellacqua contro Tamira Paszek, Garbine Muguruza dopo qualche difficoltà ha vinto il primo set contro Varvara Lepchenko e conduce con due break di vantaggio nel secondo. Altra possibile sorpresa in arrivo dal campo numero 12, dove il diciannovenne svedese Elias Ymer ha vinto il primo set (7-6) contro la testa di serie numero 23 Ivo Karlovic.

Sono iniziati tutti i match in programma alle ore 12:30 italiane; Jo-Wilfried Tsonga è sul 3-3 contro Gilles Muller ed è identico il punteggio sul campo numero 3 tra Kyle Edmund e Alexandr Dolgopolov. In campo femminile equilibrio tra Misaki Doi ed Elina Svitolina, Garbine Muguruza e Varvara Lepchenko potrebbero giocare un match lungo e interessante perchè entrambe hanno qualche difficoltà sull’erba ma sono grandi combattenti. Sul campo numero 16 si rivede Tamira Paszek, che ha perso il primo set contro Casey Dellacqua: l’austriaca aveva clamorosamente raggiunto i quarti di finale tre anni fa, era stata anche numero 26 al mondo ma nel 2013 è crollata di rendimento e classifica fino a uscire dalle prime 200, provando una lenta risalita che per ora non sta riuscendo. Intanto grande prova di Angelique Kerber, che nel primo set ha demolito per 6-0 in meno di mezz’ora la connazionale Carina Wittoheft.

Tutto pronto per l’inizio dei match della seconda giornata a Londra: siamo nelle due parti basse dei tabelloni maschile e femminile. come sappiamo i campi principali aprono le loro porte alle ore 14 (in Italia) e dunque dobbiamo partire dal campo numero 2, dove comunque troviamo subito un grande protagonista in Jo-Wilfried Tsonga, testa di serie numero 13 e recente semifinalista al Roland Garros, che sfida il lussemburghese Gilles Muller. Sul campo numero 3 attenzione: il giovane Kyle Edmund è una delle speranze future della Gran Bretagna del tennis ma già oggi vuole lasciare un segno importante, il suo avversario è Alexandr Dolgpopolov capace di grandi tornei ma anche di periodi di crisi prolungata. Su questo campo giocherà per terza Eugenie Bouchard, finalista lo scorso anno ma che ha aperto il 2015 vincendo due incontri in sei mesi: Ying-Ying Duan, cinese, non può essere un’avversaria troppo probante per la canadese ma la testa nel tennis fa molto, dunque staremo a vedere. Come avevamo anticipato, è da seguire sul campo numero 18 il derby tedesco tra Angelique Kerber, testa di serie numero 10 e semifinalista nel 2012, tre titoli in stagione, e la classe ’95 Carina Witthoeft che ingrossa le fila delle ottime singolariste della Germania, un team che sta raggiungendo grandi risultati anche in Fed Cup (finale nel 2014, semifinale quest’anno).

Gli italiani in campo come detto sono sei; i primi a scendere in campo saranno realisticamente Fabio Fognini, che affronta l’americano Tim Smyczek sul campo numero 19 (è il secondo match, dopo un doppio femminile) e Andreas Seppi, che contro il britannico Brydan Klein gioca come secondo match sul campo numero 18 a seguito del derby tedesco tra la classe ’95 Carina Witthoeft e Angelique Kerber. Luca Vanni è il terzo a scendere in campo sul numero 12 (gioca contro James Ward), Karin Knapp andrà con tutta probabilità verso sera essendo il quarto e ultimo match sul campo numero 5 (contro Magdalena Rybarikova) e avendo due incontri maschili prima di lei (potenzialmente potrebbero finire entrambi al quinto set). Paolo Lorenzi è terzo sul campo 10, contro il ceco Jiri Vesely, ma prima di lui giocano Sergiy Stakhovsky e il classe ’96 Borna Coric e il match rischia di allungarsi. Infine, Camila Giorgi è la quarta e ultima sul campo numero 15, il suo match contro Teliana Pereira dunque sarà nel pomeriggio inoltrato per non dire la sera.

La lunga giornata inaugurale del torneo dello Slam sull'erba di Londra ha visto in campo 128 giocatori per 64 partite di singolare, equamente divise tra tabellone maschile e femminile; sono tutte concluse a eccezione di una.  Quella che si sta giocando sul campo numero 12 tra la francese Caroline Garcia, testa di serie numero 32, e la britannica Heather Watson. L'oscurità ha avuto la meglio: dopo 66 minuti il risultato è di un set pari (6-1 3-6) e quindi si riprenderà oggi per chiudere la parte alta del tabellone femminile. In serata nel torneo delle donne è arrivata anche la vittoria in due set di Sloane Stephens sulla testa di serie numero 27 Barbora Strycova. Sulla carta è un upset, nei fatti la Stephens al di là della classifica attuale vale le prime 20 del mondo.

Camila Giorgi gioca oggi il suo incontro di primo turno contro la brasiliana Teliana Pereira. La giocatrice del 1988 è attualmente numero 77 del ranking WTA; detiene un titolo WTA in carriera, vinto quest’anno a Bogotà dove ha battuto in finale Yaroslava Shvedova. I suoi risultati in questa stagione parlano di secondo turno raggiunto al Roland Garros (sconfitta in tre set da Ekaterina Makarova) e qualificazioni non superate agi Australian Open; si è anche dedicata a un paio di tornei ITF ma non è andata più in là dei quarti di finale, centrati a Cagnes-sur-Mer (100.000 $) dove ha perso da Aliaksandra Sasnovich. Per la Giorgi questo è il primo incrocio contro Teliana Pereira; vedremo cosa succederà in campo.

Siamo alla seconda giornata del torneo dello Slam, l'appuntamento più prestigioso della stagione del tennis mondiale. Seconda giornata significa completamento dei match del primo turno: se ieri a fare il loro esordio a Londra sono stati i giocatori della parte alta dei due tabelloni, oggi tocca alle parti basse dei tabelloni maschile e femminile, con altri big in campo e altri italiani, per la precisione sei. Andiamo subito a scoprire quali sono gli orari dei principali incontri di giornata.

Dopo la débacle della prima giornata (quattro eliminazioni su cinque), gli italiani ci riprovano con sei giocatori. Quattro sono uomini: Fabio Fognini è come sempre la nostra grande speranza, gioca contro lo statunitense Tim Smyczez che è avversario che non dovrebbe troppo impegnarlo. Sull’erba anche Andreas Seppi, recente finalista ad Halle, si gioca le sue carte; per di più è testa di serie (numero 25) e quindi il sorteggio gli ha detto bene, l’altoatesino sfiderà il britannico Brydan Klein che è nel tabellone principale grazie a una wild card.

C’è poi Luca Vanni, lucky loser rientrato nel torneo per il forfait di David Ferrer: eredita ovviamente il tabellone dello spagnolo e quindi affronterà James Ward, altro britannico che potrebbe metterlo in difficoltà. Paolo Lorenzi potrebbe sfidarlo al secondo turno, ma prima deve superare il ceco Jiry Vesely; in campo femminile invece Camila Giorgi, vincitrice del TopShelf Open e rivelatasi proprio a Wimbledon tre anni fa (superò Nadia Petrova, allora testa di serie, con una grande rimonta), se la deve vedere con la brasiliana Teliana Pereira, capace di grandi match ma più performante sulla terra rossa laddove invece la nostra giocatrice preferisce l’erba.

Poi Karin Knapp, che ha come avversaria la slovacca Magdalena Rybarikova: non un primo turno agevole anche se l’altoatesina ha tutte le carte in regola per vincere. Grande attesa poi per il debutto di altri big: in campo Roger Federer, che qui ha vinto 7 volte ma non festeggia dal 2012; Andy Murray a caccia del bis dopo il successo del 2013; Rafa Nadal, la cui risposta dopo un periodo di appannamento è uno dei punti più interessanti di questa edizione di Wiimbledon. In campo anche la campionessa in carica Petra Kvitova, così come la numero 3 del mondo Simona Halep chiamata a riscattare un periodo non brillantissimo.

La diretta televisiva dei match di Wimbledon 2015 inizia alle ore 12:30, quando sui campi minori si comincerà a giocare (su Centrale e numero 1 si parte alle 14 italiane, le 13 a Londra); è affidata a Sky Sport 2; questo il principale canale di riferimento sul satellite, lo trovate al numero 202 e anche in diretta streaming video, senza costi aggiuntivi e semplicemente attivando su PC, tablet e smartphone l’applicazione Sky Go. Attenzione però: anche Sky Sport 1 (numero 201) effettuerà incursioni attraverso i campi dei Championships, e saranno previsti approfondimenti da studio prima e dopo i match, con particolare focus sugli italiani. Per quanto riguarda il web, il sito ufficiale di Wimbledon lo trovate all’indirizzo www.wimbledon.com; tabelloni e statistiche degli incontri in corso, programma del giorno e altre curiosità sul torneo dello Slam. In più avete a disposizione le pagine dei social network, che fanno da corredo a Wimbledon: su facebook l’indirizzo da cercare è facebook.com/wimbledon, su Twitter invece l’account è @Wimbledon. E’ disponibile anche l’account Instagram con le migliori foto da Londra e le notizie: lo trovate digitando @wimbledon. Inoltre potete fare riferimento ai profili ufficiali dei due circuiti del tennis mondiale: per gli uomini abbiamo facebook.com/ATPWorldTour e @ATPWorldTour (su Twitter), per le donne ci sono invece facebook.com/WTA e .

(Claudio Franceschini)

© Riproduzione Riservata.