BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta / Italia-Serbia (risultato finale 3-2) Ha vinto l'Italia! La cronaca. 25-14, 19-25, 18-25, 25-20, 15-12 (World League 2015 volley, 7 giugno)

Diretta Italia-Serbia streaming video e tv: risultato livescore della partita della World League 2015 di volley, girone A del torneo di pallavolo a Bologna (oggi domenica 7 giugno)

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

L'Italia batte la Serbia 3-2 al termine di un match vibrante, combattuto e pieno di capovolgimenti: gli azzurri vincono agevolmente il primo set (25-14), subiscono il ritorno dei serbi, che si aggiudicano il secondo (19-25) e il terzo set (18-25) ma si riprendono nel quarto, grazie al decisivo apporto di Vettori, Birarelli e Anzani. Nel quinto e decisivo set gli azzurri si impongono per 15-12, vendicando la sconfitta subita venerdì contro la nazionale balcanica, che si impose per 3-1. Gli azzurri affronteranno nei prossimi due match di World League il Brasile, a punteggio pieno dopo le 4 vittorie ottenute contro Serbia e Australia. 

Un’ottima Nazionale si riprende immediatamente e forza il quinto set: risultato 25- e siamo ora 2-2. Abbiamo ripreso ad attaccare, abbiamo ripreso a fare blocchi e, pur senza ace, siamo riusciti a sovvertire una situazione che si poteva rivelare molto difficile quando la Serbia si è portata avanti sul 9-8 appena dopo il timeout tecnico. Brava l’Italia a ribaltare con tre uomini in particolare: Luca Vettori, Emanuele Birarelli e un ispirato Simone Anzani. L’ultimo punto ce lo regala un servizio lungo di Starovic: Italia-Serbia 2-2 e si va al tie break dopo un’ora e 50 minuti di match. In ogni caso resteremo secondi nel girone A della World League: anche se perdessimo al tie break guadagneremmo un punto salendo a quota 7, mentre la Serbia ora non può andare al di là dei 6 punti. In testa sempre il Brasile con 9 e la possibilità di allungare visto il match interno contro l’Australia. 

Nikola Kovacevic chiude il terzo set in favore della Serbia: punteggio 18-25 e adesso siamo sotto 1-2 nella seconda partita di questa giornata di World League 2015. Purtroppo gli Azzurri si sono nuovamente fatti sorprendere: siamo arrivati fino al 17-20 provando a rimontare ma qui un ace di Dragan Stankovic e un grande muro di Podrascannin su Anzani hanno chiuso i conti. La Serbia ha decisamente elevato il numero degli attacchi, anche noi abbiamo tenuto (10 effettuati) ma in questo terzo set non siamo più riusciti a trovare muri nè servizi vincenti. La Serbia sbaglia molto meno, l’Italia è sempre fallosa; si spiega così il parziale a favore dei balcanici che adesso hanno la grande occasione di chiudere i conti. 

Risultato 1-1: il secondo set si è chiuso con il risultato di 19-25 in favore della Serbia. E' un errore di Luca Vettori a consegnare il set ai nostri avversari, e per il momento la partita sta procedendo come quella di Pesaro due giorni fa: Italia avanti e poi ripresa. L'Italia in questo secondo parziale è stata decisamente meno efficace; più attacchi (13) ma molti meno muri (solo uno) e soprattutto 8 errori gratuiti che hanno consegnato alla Serbia il pareggio. Adesso bisogna immediatamente reagire e provare a rimettere il naso avanti. 

Risultato 1-0: il primo set è stato un dominio della nostra Nazionale, 25-14 il punteggio al PalaDozza di Bologna. L'Italia è partita subito forte e non si è più voltata: 11 attacchi a 6 per l'italia che ha realizzato anche 6 muri e 3 ace, anche un errore in più (5 contro 4) ma che non ha in alcun modo influito sulle sorti del match. Emanuele Birarelli ha messo per terra il pallone del 25-14, era stato in precedenza Luigi Randazzo a firmare un ace che di fatto ci aveva dato la certezza o quasi di vincere il set. Ora sotto con il secondo, nella speranza di tenere questo ritmo e questa precisione. 

Tutto pronto al PalaDozza di Bologna: la partita di World League 2015 sta per cominciare. Siamo nella seconda giornata del girone A: l’Italia come abbiamo detto ha 6 punti, frutto delle due vittorie contro l’Australia, la Serbia ha 4 punti avendo perso al tie break contro il Brasile una delle due partite, e poi battuto gli azzurri due giorni fa a Pesaro. Adesso per i balcanici potrebbe esserci la possibilità di sorpasso al secondo posto in classifica, mentre l’Italia vuole allungare; vedremo come andrà a finire, di sicuro un altro test importante per la Nazionale di Mauro Berruto. 

La situazione del girone A vede in prima posizione il Brasile; sono tre le vittorie dei verdeoro, che hanno battuto due volte la Serbia (3-2 e 3-1) e poi hanno sconfitto l’Australia per 3-1 (replicano oggi contro gli aussie). Sono dunque 8 i punti del Brasile (la vittoria al tie break vale 2 punti), a seguire troviamo l’Italia che come detto ha vinto due volte contro l’Australia arrendendosi poi alla Serbia; i balcanici si trovano in terza posizione con 4 punti, mentre chiude l’Australia che ancora non ha raccolto alcun punto nel girone. Nella prossima giornata (12 e 14 giugno) l’Italia ospiterà l’Australia (a Jesolo e Verona) mentre la Serbia giocherà a Novi Sad e Belgrado, dunque sui parquet di casa, contro il Brasile. Aspettiamo però le due sfide di oggi per capire come cambierà la classifica del girone. 

L’Italia è partita discretamente nella sua avventura di World League 2015. Finora tre partite e tre sconfitte per la Nazionale di Mauro Berruto: due vittorie ad Adelaide contro l’Australia (entrambe per 3-1) e poi la sconfitta interna contro la Serbia (1-3) nella cornice dell’Adriatic Arena di Pesaro. Nella prima sfida agli avversari di oggi l’Italia era partita bene, vincendo 25-22 il primo set; poi però è calata di intensità e ha permesso il ritorno della Serbia, che si è imposta negli altri tre parziali con i punteggi di 25-23, 26- 24 e ancora 25-23. Gli Azzurri sono subito chiamati alla risposta questo pomeriggio al PalaDozza di Bologna; siamo ancora alle prime fasi del torneo ma è già importante mettere ora punti in cascina. 

Appuntamento di prestigio oggi pomeriggio con la pallavolo maschile. Alle ore 18.00 infatti si gioca Italia-Serbia, una grande classica del volley internazionale, partita valida per il girone A della prima fase della World League 2014. Si chiude così il weekend cominciato venerdì a Pesaro con la prima delle due partite sempre contro la Nazionale serba.

Siamo nel gruppo di élite di questa edizione della World League, e non potrebbe essere altrimenti: Italia e Serbia hanno scritto la storia del volley. In World League i numeri sono molto più favorevoli all'Italia a dire il vero, perché gli azzurri sono saliti sul podio per ben 15 volte nelle 25 edizioni disputate finora. In totale abbiamo ottenuto otto vittorie, tre secondi posti e quattro terzi, anche se l'ultimo successo risale al 2000. La Serbia nelle sue varie forme - visti i numerosi cambiamenti politici nella ex Jugoslavia dal 1990 ad oggi - non ha mai vinto la World League, conquistando però quattro medaglie d'argento e tre di bronzo.

Di certo le due squadre saranno protagoniste in questa lunga estate che culminerà quando sarà già autunno con gli Europei co-organizzati da Bulgaria e Italia (si giocherà a Torino e Busto Arsizio), visto che nelle ultime due edizioni del torneo continentali sono arrivate una vittoria e un terzo posto per la Serbia, due secondi posti per gli azzurri.

Tornando all'attualità, oggi pomeriggio l'appuntamento sarà naturalmente dal vivo a Bologna per i più fortunati, altrimenti sarà possibile vedere Italia-Serbia in diretta tv perché sarà trasmessa su Rai Sport 1, canale 57 del telecomando oppure numero 5057 della piattaforma satellitare Sky, a partire naturalmente dalle ore 18.00. Se non potrete mettervi davanti a un televisore a quell'ora, ci sarà la possibilità della diretta streaming video che sarà fornita gratuitamente a tutti sul sito Internet ufficiale della Rai all'indirizzo www.rai.tv

© Riproduzione Riservata.