BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Italia-Serbia/ Il pronostico di Paolo Tofoli, Volley World League, (esclusiva)

Italia-Serbia volley: il pronostico di PAOLO TOFOLI sulla partita di pallavolo valida per il girone A della World League 2015. Si gioca a Bologna (oggi domenica 7 giugno) 

Il c.t. Mauro Berruto (da Facebook Fipav) Il c.t. Mauro Berruto (da Facebook Fipav)

ITALIA-SERBIA, IL PRONOSTICO DI PAOLO TOFOLI, VOLLEY WORLD LEAGUE 2015 (ESCLUSIVA) – Quarta partita di World League stasera alle 18 a Bologna per l'Italia di pallavolo contro la Serbia. Dopo i due successi in Australia venerdì è arrivata la sconfitta a Pesaro per 3-1 nella prima partita contro la Serbia per la Nazionale del c.t. Mauro Berruto, che oggi cercherà di rifarsi. Non sarà facile perchè i nostri avversari sono veramente forti e tecnicamente sono tra i migliori al mondo. Bisognerà avere tenuta mentale, fare una partita perfetta e non sbagliare. Il pubblico di Bologna potrà darci una spinta in più. Per presentare questo match abbiamo sentito il grande ex Paolo Tofoli. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Italia-Serbia: si aspettava la sconfitta degli azzurri nella prima partita? Giocare contro la Serbia non è facile, perché è sicuramente una delle nazionali più forti del mondo. Si è visto proprio nella partita di venerdì: mancava Juantorena, hanno giocato a sprazzi Birarelli e Zaytsev. Berruto ha fatto degli esperimenti, poi ha messo nella parte finale i big, quando però tutto era compromesso.

Quali sono stati i limiti degli azzurri? Non abbiamo battuto bene e abbiamo commesso diversi errori in attacco.

E quale invece la forza della Serbia? La Serbia ha un buon palleggiatore e dei centrali forti, poi c'è Atanasijevic che è uno degli opposti migliori al mondo, un vero fuoriclasse.

Come vede questo secondo incontro? Sarà molto difficile, si annuncia una vera e propria battaglia, dovremo rimediare alla sconfitta a Pesaro, all'esordio in Italia di fronte a settemila spettatori.

Su cosa dovrà puntare l'Italia? Dovremo puntare sula battuta che è stato sempre un punto di forza della squadra di Berruto. L'Italia cerca spesso di forzare le battute e certe volte questo non porta a risultati ideali. Poi bisognerà puntare su buone soluzioni in attacco.

A cosa dovremo stare attenti? Proprio alla classe di Atanasijevic, un giocatore che fa la differenza. C'è anche da dire che i giocatori della Serbia sono tra i più completi al mondo.

Pensa che la Serbia sia la squadra più forte del girone? Non ho visto il Brasile, quindi non posso dire se la Serbia sia più forte, ma di sicuro è anche adesso una delle squadre migliori del mondo, come è nella sua tradizione.

Il suo pronostico? Dico 3-2 Italia, sarebbe un grande risultato contro una nazionale fortissima. Mi auguro che a Bologna sarà una serata di grande pallavolo per gli azzurri. (Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.