BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAZIONALE/ Verso Croazia-Italia, problema fisico per Verratti

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Antonio Conte, ct dell'Italia (Infophoto)  Antonio Conte, ct dell'Italia (Infophoto)

NAZIONALE, VERSO CROAZIA ITALIA: PROBLEMA PER VERRATTI – Sembra non esserci pace per l'Italia che sta preparando la delicata partita di qualificazione agli Europei 2016 contro la Croazia. Venerdì la nostra Nazionale sarà in campo a Spalato, e potrebbe aver perso un altro pezzo del suo scacchiere; è infatti di poco fa la notizia, riportata da Sky Sport, secondo la quale Marco Verratti ha accusato un problema al polpaccio. Le sue condizioni verranno valutate meglio nella giornata di domani; è comunque alta la possibilità che il centrocampista del PSG possa saltare la sfida contro la Croazia. Per Antonio Conte, che ha già perso Andrea Barzagli - sostituito da Acerbi - e Simone Zaza non è stata una giornata positiva dal punto di vista della forma fisica dei suoi giocatori; la lunga stagione evidentemente pesa per tutti e questo non è il momento migliore per affrontare una partita internazionale, ma bisogna fare buon viso al "cattivo gioco" del calendario predisposto dalla UEFA.

NAZIONALE, VERSO CROAZIA ITALIA: PARLA CONTE – Conferenza stampa del commissario tecnico della nazionale italiana, Antonio Conte. In quel di Coverciano il ct degli azzurri ha parlato davanti ai giornalisti, esordendo con il futuro di Pirlo. Il centrocampista della Juventus potrebbe dire addio alla Signora e magari anche alla Nazionale: «Non credo che Pirlo abbia intenzione di lasciare la Nazionale - dice Conte - spero che abbia voglia di continuare con noi, non mi ha comunicato nulla ma so che ha voglia e la passione di un ragazzino. Non credo che pensi di lasciare l'Italia, è un calciatore per carisma e qualità che terrò sempre in considerazione». Domanda d’obbligo sulla stagione della Juventus, vice-campione d’Europa contro ogni pronostico, anche quello dello stesso ct: «La Juve? ha fatto una grande stagione, le piccole cose poi spostano l'equilibrio. Ha dimostrato di essere tornata grande. Sapevo benissimo della sua forza, ha fatto una grandissima stagione, per certi versi mi ha sorpreso per il raggiungimento della finale, pensavo ci volessero due-tre anni. Hanno accorciato i tempi, il merito va ai giocatori, ad Allegri, alla dirigenza e alla proprietà». Si passa quindi a parlare della sfida contro la Croazia, match valevole per la qualificazione agli Europei del 2016: «Dobbiamo conquistarci l'Europeo ed essere pronti. La Croazia è una squadra forte, a Milano ci mise in difficoltà. Stiamo lavorando per fare una gran gara; stiamo lavorando molto, e anche la settimana scorsa è stata molto positiva, lavorando su un diverso sistema di gioco. Va cucito l'abito più adatto alla squadra, noi allenatori siamo come dei sarti. Il 3-5-2 è una buona base, ma stiamo lavorando su un paio di sistemi che possono tornare utili ora e in futuro. Non solo El Shaarawy anche Insigne va tenuto presente, ci sono tanti giocatori che possono portare qualità. Stiamo lavorando per una strada verso giocatori di qualità in fase finale. Da Stephan mi aspetto tanto, voglio metterlo in condizione di esprimersi al meglio. Candreva ad esempio è uno specialista del 4-3-3. Vogliamo dare anche imprevedibilità». Infine un commento sulle voci delle ultime settimane che lo volevano vicino a diversi club, a cominciare da Milan, Roma e Napoli: «Io ho un contratto con la Figc mi sono visto accostato a vari club ma non mi ha mai sfiorato l'idea di poter abbandonare la Nazionale. Sono felice di ciò che sto facendo».

NAZIONALE VERSO CROAZIA-ITALIA: ACERBI CONVOCATO AL POSTO DI BARZAGLI – Cambiano i calciatori della nazionale italiana. Questa mattina vi abbiamo riportato la notizia circa l’infortunio di Barzagli e Simone Zaza, entrambi costretti a lasciare il ritiro di Coverciano. Il commissario tecnico Antonio Conte, in vista della sfida contro la nazionale croata valevole per la qualificazione agli Europei del 2016, ha deciso di sostituire il difensore centrale bianconero, convocando Acerbi, calciatore che ha vissuto un’ottima stagione fra le fila del Sassuolo, la prima al gran completo dopo un anno in cui lo stesso ha dovuto lottare contro il cancro. Acerbi raggiunge così la rosa azzurra, mentre per sostituire l’ex Ascoli, Conte ha deciso di non chiamare alcun calciatore.

NAZIONALE, VERSO CROAZIA-ITALIA - Altre due tegole per Antonio Conte: altri due giocatori sono costretti ad abbandonare il ritiro e tornare a casa. La Nazionale si è radunata a Coverciano in vista delle due partite che affronterà nei prossimi giorni, quella di qualificazione agli Europei 2016 contro la Croazia (venerdì 12) e l’amichevole contro il Portogallo (martedì 16). Già negli scorsi giorni Conte aveva perso qualche giocatore (come Alessandro Florenzi e Federico Marchetti) e adesso dovrà rinunciare, per una partita importante come quella di Spalato che mette in palio il primo posto nel girone H, Andrea Barzagli e Simone Zaza. L’attaccante del Sassuolo ha avuto problemi alla schiena ultimamente; si è allenato a ritmo ridotto e lo staff medico della Nazionale ha deciso per il suo rientro a Reggio Emilia; Barzagli invece ha giocato due giorni fa la finale di Champions League con la Juventus, costretto a scendere in campo per l’infortunio di Chiellini (altro giocatore di cui Conte dovrà fare a meno). Il toscano però non era al meglio per la lesione di primo grado al retto femorale destro e sembra che il riacutizzarsi di questo problema, anche se ufficialmente non sono arrivate conferme in merito, sia alla base del suo forfait. Il Commissario Tecnico dell’Italia deve dunque rinunciare a una delle sue colonne difensive, un veterano con grande esperienza e uno dei migliori difensori della nostra Serie A, e all’attaccante che insieme a Ciro Immobile compone la coppia d’attacco alla quale Conte si è spesso e volentieri affidato nelle sue prime uscite con la Nazionale. I giocatori per sostituire Barzagli e Zaza ci sono, ma sicuramente questo non è un bel periodo per gli Azzurri.



© Riproduzione Riservata.