BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Argentina-Paraguay: i voti della partita (Coppa America 2015, semifinale)

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Qualche brivido di troppo per alcuni passaggi rischiosi ai compagni. Preciso e puntuale quando si tratta di parare i tiri avversari.

Spinge sempre e con qualità, un motorino costante bravo anche in fase difensiva. Una sicurezza per il Tata.

Nel secondo tempo riesce ad arginare gli attaccanti del Paraguay giocando con attenzione e dimenticandosi l'errore nel gol di Barrios.

Match senza sbavature dall'alto della sua grande esperienza. Sul gol del Paraguay ha provato ad arginare Barrios con una scivolata disperata.

Attento in difesa e micidiale in area di rigore con il gol che ha sbloccato la gara.

Gioca un match prezioso come in tutto questo percorso in Copa America. Ormai ha il posto da titolare assicurato accanto a Mascherano.

Solita partita intelligente a centrocampo e soprattutto senza nessun cartellino giallo che gli avrebbe precluso la finale contro il Cile. Dal 76’ minuto : s.v.

Migliore in campo per distacco, un gol, un assist al bacio per il gol di Di Maria, scambi di qualità con Messi. Un giocatore meraviglioso. Dal 73’ minuto s.v.

Divide la palma di migliore in campo con Pastore siglando una doppietta e ispirando il gol di Aguero con un assist al bacio. In campo aperto è devastante.

Non aveva giocato una partita splendida fino a quando non segna un gol da centravanti vero di testa su assist di Di Maria. Dinanzi a certe prodezze non puoi non premiare il Kun. Dall’82 minuto al Pipita bastano due minuti per siglare il gol del sei a uno da centravanti vero. Sarri starà pregando per vederlo con la maglia del Napoli anche nella prossima stagione.

Non ha segnato e rimane a quota 1 in questa Copa America ma Messi è stato protagonista praticamente in tutti i gol dell'Argentina con assist per Di Maria e Pastore. Fantastica l'azione che ha portato al secondo gol personale di Di Maria.

Finalmente si è vista una squadra puntare sul fraseggio visti i tanti talenti presenti in rosa. Manovra lineare e tocchi di prima, così l'Argentina diventa devastante.