BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

VIDEO / Argentina-Paraguay (risultato finale 6-1): highlights, gol e statistiche. Le reazioni (mercoledì 1 luglio, semifinale Coppa America 2015)

Video Argentina-Paraguay 6-1: highlights, gol e statistiche della seconda semifinale di Coppa America 2015. L'Albiceleste travolge gli avversari e vola in finale dove affronterà il Cile

Foto InfophotoFoto Infophoto

La semifinale Argentina-Paraguay 6-1 ha designato la seconda semifinalista della Coppa America 2015. Una sconfitta pesante per la Nazionale paraguaiana che comunque è andata più avanti del previsto, tanto che il commissario tecnico Ramon Diaz (argentino come tutti i colleghi giunti in semifinale) ha dichiarato di essere "orgoglioso della mia squadra" mentre l'attaccante Lucas Barrios ammette che la squadra "è arrivata scarica" alla semifinale dopo avere ottenuto ottimi risultati nella fase a gironi e soprattutto avere eliminato il Brasile ai quarti. 

L'Argentina ha travolto il Paraguay per 6-1 nella seconda semifinale della Coppa America 2015, dunque la finale vedrà sfidarsi l'Albiceleste e il Cile padrone di casa sabato 4 luglio a Santiago. La finale è già iniziata per i tifosi e fa discutere il tormentone dei tifosi argentini "Decime que se siente". Tradizionalmente 'dedicato' agli storici rivali brasiliani, lo sfottò è stato dedicato al Cile ma è già scattata la polemica a causa del riferimento ad una inondazione, che non è stato per nulla gradito dai cileni perché nel 2010 a Concepcion - la città che ha ospitato la semifinale dell'Argentina - una inondazione c'è stata per davvero...

L’Argentina travolge il Paraguay nella seconda semifinale di Coppa America 2015: all’Estadio Municipal di Concepcion finisce 6-1 per l’Albiceleste che così va a giocare la finale (che aveva raggiunto nel 2007, perdendola nettamente dal Brasile) e proverà a vincere un trofeo che le manca addirittura dal 1993.

Partita senza storia: dopo 27 minuti l’Argentina era avanti 2-0 e, nonostante Lucas Barrios accorciasse le distanze in chiusura di primo tempo, la Seleccion era capace di dilagare nella ripresa, trovando la doppietta di Angel Di Maria in 6 minuti e arrotondando nel finale con Sergio Aguero e Gonzalo Higuain. Vittoria strameritata, anche se il Paraguay leggendo i numeri ha giocato la sua onesta semifinale: ha tirato 14 volte, cioè una in meno dell’Argentina, e in cinque occasioni lo ha fatto dall’area di rigore. Il problema per la nazionale di Ramon Diaz è consistito nella precisione: appena tre tiri del Paraguay sono finiti nello specchio della porta, mentre delle 15 conclusioni dell’Argentina ben 10 sono state tra i pali. Justo Villar ne ha parate 4, sulle altre non ha potuto nulla. Argentina che ha mantenuto il possesso palla per il 59,5% del tempo con una precisione dell’84,2%, vincendo il 58,7% dei contrasti; si è fatta battere nel gioco aereo (53,8% dei duelli vinto dal Paraguay) e ha pareggiato il conto degli angoli. Il Paraguay ha effettuato più laanci lunghi: il 13,2% dei passaggi totali, contro un 8,9% dell’Albiceleste che ovviamente per sua natura gioca palla a terra. Buono anche il numero dei cross riusciti alla nazionale di Gerardo Martino, il 55,6% anche se il numero totale è di 9 e dunque la statistica non è poi così pregnante. Per quanto riguarda le sanzioni, il Paraguay ha commesso 19 falli contro i 12 dell’Argentina; sono stati tre gli ammoniti per i biancorossi, nessuno dei quali era diffidato. Nell’Argentina hanno visto il cartellino giallo Marcos Rojo e Lucas Biglia: anche loro non erano a rischio finale.