BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

MARK CAVENDISH/ La scheda del ciclista vincitore della settima tappa al Tour de France 2015 (Livarot-Fougeres)

Mark Cavendish, 30 anni, al traguardo di Fougeres (dall'account Twitter ufficiale @letour)Mark Cavendish, 30 anni, al traguardo di Fougeres (dall'account Twitter ufficiale @letour)

..e tre i Grandi Giri, conquistando tappe sia al Giro (due) che al Tour (cinque, più la Maglia Verde), ma a fine anno, a Copenhagen, riesce a realizzare un sogno, laureandosi campione del mondo su un percorso che sembra disegnato appositamente per lui: Cavendish, dopo l'ottimo lavoro della nazionale britannica, riesce a superare in volata l'australiano Matthew Goss e il tedesco André Greipel.

Con la maglia di campione del mondo si trasferisce l'anno dopo alla britannica Sky ProCycling, con la quale fatica però a trovare il feeling, trovandosi davanti uno squadrone che punta soprattutto alla vittoria del Tour con Bradley Wiggins. In ogni caso, durante il corso della stagione, Cavendish riesce a imporsi alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne (semiclassica belga sul pavé), in tre tappe del Giro e in altrettante del Tour, tra le varie vittorie. Nel 2013 si trasferisce alla Omega Pharma-Quickstep, con cui ottiene il record personale di tappe vinte al Giro, cinque (accompagnate dalla Maglia Rossa di leader della classifica a punti). Al Tour, a cui si presenta con la maglia di campione nazionale britannico, le vittorie sono invece due.

Il 2014, complici anche numerosi piccoli infortuni, è avaro di vittorie per Cavendish (con l'apice raggiunto nella sesta tappa della Tirreno-Adriatico e nella quarta del Giro di Svizzera), ma il 2015 sembra per lui l'anno del riscatto: ottiene subito il bis alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne, conquista quattro frazioni al Giro di California e si presenta in ottima forma al Tour. Dopo due volate in cui però la squadra non lo mette in condizione di poter vincere, alla settima frazione Cavendish prende la ruota giusta e riesce a sopravanzare Greipel e Peter Sagan, dimostrandosi un corridore da non dare ancora per finito.

© Riproduzione Riservata.