BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Classifica Tour de France 2015 / La generale: Chris Froome in maglia gialla, Peter Sagan torna maglia verde (11a tappa, oggi 15 luglio 2015)

Classifica aggiornata dopo l'undicesima tappa del del Tour de France 2015, Chris Froome maglia gialla sempre al comando. Faticano gli italiani, per Nibali vittoria compromessa.

Tour de France (Infophoto) Tour de France (Infophoto)

CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA TOUR DE FRANCE (16 LUGLIO 2015)

TOUR DE FRANCE 2015 - CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA DOPO L'UNDICESIMA TAPPA. CHRIS FROOME IN MAGLIA GIALLA, PETER SAGAN MAGLIA VERDE (15 luglio 2015): Oggi l'undicesima tappa Pau-Cauterets era una frazione di alta montagna al Tour de France 2015, eppure curiosamente l'unica maglia che ha cambiato padrone è quella della classifica a punti. Infatti troviamo sempre Chris Froome in maglia gialla e primo anche nella classifica della maglia a pois, con Nairo Quintana indiscutibilmente primo per quanto riguarda la maglia bianca. Invece ci sono novità per quanto riguarda la maglia verde, che Peter Sagan torna ad indossare dopo un solo giorno togliendola ad André Greipel: questo perché allo sprint intermedio vinto da Matteo Trentin lo slovacco si è classificato secondo e il tedesco soltanto nono, per una differenza di 10 punti che vale il sorpasso nella classifica generale: 239 punti per Sagan contro i 232 di Greipel. CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA GENERALE DEL TOUR DE FRANCE 2015

TOUR DE FRANCE 2015 - CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA DOPO L'UNDICESIMA TAPPA. CHRIS FROOME IN MAGLIA GIALLA (15 luglio 2015): Chris Froome resta in maglia gialla al termine dell'undicesima tappa Pau-Cauterets del Tour de France 2015 vinta dal polacco Rafal Majka (clicca qui per cronaca e ordine d'arrivo). Nonostante fosse la tappa di Aspin e Tourmalet, è successo ben poco: per il Team Sky praticamente una giornata di riposo, con un solo minuscolo cambiamento nei primi otto, cioè i due secondi guadagnati da Alejandro Valverde che passa da 4'01" a 3'59" di ritardo dal britannico. Perdono invece terreno sia Warren Barguil (che comunque resta nono) sia Vincenzo Nibali, scavalcato al decimo posto da Bauke Mollema. Un vero peccato per lo Squalo, che sul Tourmalet ha dimostrato di stare molto meglio rispetto a ieri ma forse ha esagerato e l'ha pagato nell'ultima salita, anche se era un Gpm di terza categoria.

TOUR DE FRANCE 2015 - CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA ALLA DECIMA TAPPA. LA CLASSIFICA A SQUADRE (15 luglio 2015): Passando infine alla classifica a squadre, dopo l'ottima prestazione a La Pierre Saint Martin, con la doppietta Chris Froome-Richie Porte e il sesto posto di Geraint Thomas, a farla da padrona è ovviamente la Sky davanti a Movistar e Astana, con distacchi oltre i sei minuti che saranno difficilmente colmabili nei prossimi giorni. Grazie ai trionfi di Froome, fra graduatoria generale e vittoria di tappa, il team dell'azienda di Rupert Murdoch si appresta a portarsi a casa il trofeo per la squadra migliore con tutti i meriti.

TOUR DE FRANCE 2015 - CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA ALLA DECIMA TAPPA. LA MAGLIA BIANCA (15 luglio 2015): Per quanto riguarda invece la classifica riservata ai giovani, è ora il colombiano Nairo Quintana a indossare la maglia bianca. Il capitano della Movistar ha un vantaggio di tre minuti e tre secondi sul francese Warren Barguil e di oltre dieci minuti sull'altro transalpino Romain Bardet, che al momento non sembrano in grado di impensierirlo. Per il sudamericano un'altra conferma nella sua carriera in rampa di lancio, anche se naturalmente il suo obiettivo è quello di lottare anche per la maglia gialla in prima persona.

TOUR DE FRANCE 2015 - CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA ALLA DECIMA TAPPA. LA MAGLIA A POIS (15 luglio 2015): Con la vittoria sul primo arrivo in salita, Chris Froome ha conquistato anche la Maglia a Pois di leader della classifica dedicata agli scalatori, con 51 punti, davanti proprio agli atleti che si sono classificati dietro di lui al traguardo, ovvero Richie Porte e Nairo Quintana. Momento magico per il ciclista britannico che può contare già sulla Maglia Gialla, portata in trionfo anche con la vittoria nella tappa odierna. Ma i punti in palio nelle prossime tappe sono ancora molti, e la situazione potrebbe essere completamente stravolta, soprattutto in considerazione di fughe che in alcune occasioni dovrebbero arrivare al traguardo. Froome comunque può contare su una forma smagliante  e il sostegno di tutto il team Sky.

TOUR DE FRANCE 2015 - CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA ALLA DECIMA TAPPA (15 luglio 2015): Così come era facilmente pronosticabile alla vigilia, la prima tappa pirenaica del Tour de France 2015, da Tarbes a La Pierre Saint-Martin, ha ridisegnato quasi del tutto la classifica generale della corsa. Nonostante i forti scossoni, però, non sono cambiate le posizioni più importanti, ovvero le prime due. Dopo l'impresa che gli ha regalato la vittoria di tappa, il britannico Chris Froome (Sky Cycling Team) si cuce ancor più stretta sulle sue spalle la Maglia Gialla, che già indossava alla partenza della tappa. Fiaccando e poi staccando uno dopo l'altro tutti gli avversari, Froome ha segnato già dei solchi profondi in classifica, mettendo fin da subito una seria ipoteca sulla vittoria del Tour de France. Alle sue spalle resiste l'americano Tejay Van Garderen (BMC Racing Team), che ha visto però il suo ritardo dal capoclassifica dilatarsi fino a due minuti e cinquantadue secondi. A chiudere il podio virtuale troviamo ora il colombiano Nairo Quintana (Movistar Team), che sull'arrivo in salita di La Pierre-Saint Martin è stato l'ultimo a lasciare la ruota posteriore di Froome, anche se sul traguardo è stato poi superato da Richie Porte (compagno di squadra della Maglia Gialla). Ora il sudamericano paga tre minuti e nove secondi dal leader della classifica ma, fra tutti i protagonisti della corsa, è quello che sembra maggiormente in grado di poter attaccare sulle prossime salite e far saltare il banco. A fare più clamore nella decima tappa sono stati però i netti crolli dello spagnolo Alberto Contador (Tinkoff-Saxo, reduce dal recente successo al Giro d'Italia) e dell'italiano Vincenzo Nibali (Astana Pro Team, vincitore del Tour 2014). Nonostante fossero tra i favoriti alla vigilia della corsa, i due corridori hanno subito perso le ruote dei migliori lungo l'ascesa finale, e si trovano ora rispettivamente al sesto (con un distacco di 4,04) e al decimo (a 6,57) posto in classifica, con poche chance di riuscire a rimontare nelle prossime tappe, a causa soprattutto della scarsa condizione dimostrata. Scorrendo la classifica, al quinto posto (con un distacco di 4,03) si trova invece un brillante Geraint Thomas (Sky). Il britannico infatti è riuscito a rimanere ben piazzato in classifica generale, pur avendo lavorato per gran parte della salita finale per il suo capitano Froome. La settima posizione è occupata dal francese Tony Gallopin (Lotto-Soudal), che, con un distacco di 4,33 dalla vetta, è finora la vera sorpresa di questo Tour e il corridore su cui attualmente ricadono maggiormente le speranze di podio da parte dei tifosi di casa. Alle sue spalle, a 4,35 dal leader, trova posto attualmente l'olandese Robert Gesink (Team Lotto NL-Jumbo), che sembra finalmente tornato su discreti livelli dopo anni di incertezze e delusioni. Alla nona posizione un altro francese, Warren Barguil (Team Giant-Alpecin), la vera grande speranza transalpina nelle grandi corse a tappe, che per la prima volta sta provando a fare classifica al Tour (per lui un distacco di 6,12). Sembrano invece ormai fuori classifica altre tre corridori francesi che nel 2014 occupavano le posizioni di classifica alle spalle del vincitore Nibali, ovvero Jean-Christophe Peraud (AG2R La Mondiale, quattordicesimo), Romain Bardet (AG2R La Mondiale, ventiduesimo) e Thibaut Pinot (FDJ, addirittura ventisettesimo). Per trovare un altro italiano in classifica invece bisogna scendere addirittura fino al settantaduesimo posto, dove si trova Daniel Oss (BMC).