BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Classifica Tour de France 2015/ La generale: Chris Froome maglia gialla, Nibali quarto, maglia a pois, verde e bianca (19a tappa, 24 luglio 2015)

Classifica Tour de France 2015: Chris Froome in maglia gialla, leader della classifica generale anche per la 19a tappa Saint Jean de Maurienne-La Toussuire (oggi venerdì 24 luglio)

Chris Froome (Infophoto) Chris Froome (Infophoto)

La diciannovesima tappa Saint Jean de Maurienne-La Toussuire ha spostato diversi equilibri nella classifica generale del Tour de France 2015. La maglia gialla è fissa dalla settima tappa sulle spalle di Chris Froome così come la verde su quelle da Sagan che l'ha conquistata nell'undicesima. La maglia a pois nella classifica scalatori vede un cambio nelle ultime due tappe dopo che per sette tappe era stata sulle spalle di Chris Froome passando prima a Joaquim Rodriguez e poi a Romain Bardet. La maglia bianca della classifica giovani invece è sulle spalle di Nairo Quintana ormai dalla decima tappa.

La diciannovesima tappa Saint Jean de Maurienne-La Toussuire ha lasciato in classifica gli stessi equilibri, ma diversi protagonisti hanno riaperto una speranza come Vincenzo Nibali pronto a lottare per il podio. Sarà fondamentale la ventesima tappa di domani che prevede due impervie salite e pochissimi rettilinei che permettono di volare ai velocisti. Il punto più alto è rappresentato dal Col de la Croix de Fer che si erge fino a 2067 metri. Punto più basso è Saint Jean de Maurienne a 543 metri. Anche domani ci potrebbero essere delle importanti novità.

La diciannovesima tappa Saint Jean de Maurienne-La Toussuire ha visto alternarsi diverse situazioni in queste 19 tappe con la prima vittoria di Vincenzo Nibali quarto che ora punta al podio nella classifica generale. Il leader generale è Chris Froom che ha la maglia gialla sulle spalle ed è in testa dalla settima tappa. Somo due le tappe che mancano alla fine del giro con la 20ma Modane Vaifréjus-L'Alpe e la 21ma Sèvres-Parigi Champs-Elysèes. Al momento la classifica generale dice che in testa c'è Chris Froome seguito a debita distanza da Neiro Quintana (-2.38), Valverde (-5.24), Nibali (6.44), Contador (-7.56), Gesink (-8.55), Frank (-12.39). Sicuramente le ultime due giornate regaleranno altre sorprese.

La diciannovesima tappa Saint Jean de Maurienne-La Toussuire ha visto trionfare il ciclista italiano Vincenzo Nibali e l'ha visto anche salire in classifica ora in quarta posizione. Nella classifica generale lo Squalo è a -6:44 dalla maglia gialla Chris Froom, il podio è ancora possibile con lo spagnolo Valverde sopra di lui a poco più di un minuto e Nairo Quintana ancora un po' distante in seconda posizione. Dopo la gara Nibali ha parlato così della vittoria: "Questa mattina avevamo parlato dell'obiettivo di oggi, cercare una fuga. Oggi era importante per la tappa e per guadagnare qualcosa in classifica, era difficile. Domani sarà dura con l'Alpe d'Huez, ma ci proveremo comunque". Vincenzo deve provare ad agganciare il podio che non è poi così distante.

La diciannovesima tappa Saint Jean de Maurienne-La Toussuire ha esaltato Vincenzo Nibali, autore di una splendida vittoria che porta lo Squalo anche in quarta posizione nella classifica generale della Grande Boucle (clicca qui per cronaca e ordine d'arrivo). Non cambia la maglia gialla, che resta a Chris Froome che però nel finale ha ceduto qualcosa a Nairo Quintana: ora li separano 2'38" e domani all'Alpe d'Huez ne vedremo delle belle. Lotta per il podio fra Alejandro Valverde, terzo a 5'25" e Vincenzo, che è quarto a 6'44" e potrebbe provare a salire sul podio, impresa che pochi giorni fa appariva impossibile. Diamo però adesso uno sguardo più completo alla top ten: quinto posto per Alberto Contador a 7'56" per chiudere una prima 'cinquina' davvero di lusso. Sesto posto per Robert Gesink a 8'55", ottimo Tour per l'olandese che è il primo dei 'terrestri'. Molto bene anche il settimo posto di Matthias Frank, che non era certo atteso così in alto: lo svizzero della Iam ha 12'39" di ritardo. Ancora un olandese all'ottavo posto, si tratta di Bauke Mollema che è a 13'22". Infine troviamo i due migliori francesi, perché al nono posto c'è Romain Bardet a 14'08" e Pierre Rolland è decimo a 17'27". Infine una citazione per Geraint Thomas, che oggi è crollato arrivando con oltre 20 minuti di ritardo: ora è quindicesimo a 27'24". 

La diciannovesima tappa Saint Jean de Maurienne-La Toussuire sorride a Vincenzo Nibali: una splendida vittoria che porta lo Squalo anche in quarta posizione nella classifica generale che ora è molto diversa (clicca qui per cronaca e ordine d'arrivo). Non cambia la maglia gialla, che è sempre sulle spalle di Chris Froome che però nel finale ha ceduto qualcosa a Nairo Quintana, che ora ha un ritardo di 2'38" dal britannico e domani certamente proverà l'attacco al leader all'Alpe d'Huez. Ha invece ceduto Alejandro Valverde, che resta terzo ma a 5'25" e forse adesso teme lo Squalo, che è quarto a 6'44". Insomma, Quintana all'attacco di Froome e Nibali all'attacco di Valverde: ne vedremo delle belle, il podio non è impossibile per il campione siciliano...

La diciannovesima tappa Saint Jean de Maurienne-La Toussuire sarà una giornata fondamentale per la classifica generale del Tour 2015. In particolare un uomo molto atteso è Nairo Quintana, che è l'avversario più pericoloso per la maglia gialla di Chris Froome. Dal canto suo, il colombiano della Movistar è sempre più vicino a conquistare per la seconda volta in carriera la maglia bianca di miglior giovane, dal momento che il suo vantaggio sugli inseguitori è molto grande. Infatti troviamo al secondo posto il francese Romain Bardet, che ha scalzato il connazionale Warren Barguil dalla piazza d'onore di questa speciale classifica grazie alla vittoriosa fuga nella frazione di ieri. Tuttavia il ritardo dei due transalpini da Quintana è molto consistente, per la precisione 9'42" per Bardet e 9'58" per Barguil.

Grande battaglia fin dai primissimi chilometri della diciannovesima tappa Saint Jean de Maurienne-La Toussuire, che quindi si annuncia scintillante. per ora segnaliamo che Joaquim Rodriguez ha vinto il primo Gpm di giornata, il Col du Chaussy che è un'ascesa di prima categoria che quindi ha portato altri 10 punti allo spagnolo della Katusha, che così consolida la sua maglia a pois. Tuttavia l'attesa è grandissima anche per la classifica generale: Nibali, Contador e Valverde già all'attacco, non sarà una giornata facile per la maglia gialla Chris Froome...

La classifica a punti del Tour de France 2015 vede lo slovacco Peter Sagan, re del piazzamento ma ancora a secco quanto a vittorie di tappa, in testa a quota 420 punti. Seguono due corridori tedeschi: André Greipel del team Lotto-Soudal e John Degenkolb della Giant-Alpecin, rispettivamente con 316 e 281 punti. Al quarto posto il britannico Mark Cavendish con 192 punti. Il primo italiano a comparire nella classifica per la maglia verde è Matteo Trentin della Etixx-Quick Step: 38 punti per lui, gli stessi di Alberto Contador.

La diciannovesima tappa Saint Jean de Maurienne-La Toussuire è un altro giorno molto atteso per laclassifica generale del Tour de France 2015, una tappa con quattro Gpm molto duri concentrati in 138 km e l'arrivo in salita. Sempre più saldo il primato di Chris Froome, che resta in maglia gialla e ha conservato anche ieri inalterato il proprio vantaggio sull'avversario più pericoloso, cioè il colombiano Nairo Quintana che resta secondo a 3'10" dal capitano del Team Sky dopo essere arrivato insieme a Froome sul traguardo anche ieri a Saint Jean de Maurienne. In terza posizione Alejandro Valverde a 4'09" nella generale: i due uomini della Movistar sono gli unici che potranno insidiare il leader, ma a dire il vero Valverde ieri non è apparso brillante e forse penserà soprattutto a salvare il podio. A proposito di coppie, ecco in quarta posizion Geraint Thomas: un Tour eccellente per il luogotenente di Froome, a 6'34" di ritardo dal suo capitano, protagonista più di quanto si potesse pensare. In quinta posizione Alberto Contador: per il vincitore del Giro il ritardo è di 6'40", la caduta di mercoledì ha complicato i piani ma anche ieri ha provato ad attaccare, chissà cosa sarebbe successo se qualcuno fosse andato con lui... In sesta posizione Robert Gesink a 7'39", mentre Vincenzo Nibali è sempre settimo a 8'04". Lo Squalo ha confermato anche ieri di essere in crescita: oggi e domani sono i due giorni rimasti per lasciare un segno tangibile su questo Tour certo non esaltante, ma che Nibali ha raddrizzato con classe e orgoglio. Lo svizzero Matthias Frank è ottavo a 8'47", nono ma in calo l'olandese Bauke Mollema a 12'06" e decimo grazie alla vittoria di ieri il francese Tomain Bardet a 12'52".