BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALENDARIO JUVENTUS 2015-2016 / Derby con il Torino all'11ma, Roma alla seconda: tutte le partite. Le quote scudetto (sorteggio Serie A)

Sorteggio calendario Serie A 2015-2016: la Juventus si presenta ai nastri di partenza da campione in carica, con la possibilità dell'impresa di vincere il quinto scudetto consecutivo

Foto Infophoto Foto Infophoto

Il calendario della Serie A 2015-2016 è stato svelato, e ora andiamo a scoprire le quote scudetto delle rispettive squadre. La Juventus, almeno secondo i bookmakers dell’agenzia iZiplay, è ancora largamente favorita: è di 1,60 la quota per il quinto scudetto consecutivo dei bianconeri, un distacco importante rispetto alla seconda posizione della Roma (6,00) e di tutte le altre rivali (Napoli e Inter a 10,00 mentre il Milan è a 11,00). La iZiplay ha anche svelato le quote per la qualificazione in Champions League: qui la Juventus parte da 1,05 con la Roma a 1,75 e Napoli, Milan e Inter che superano il 2,00. Insomma: passano gli anni e la rosa si rivoluziona, ma la Juventus rimane sempre la numero 1. Almeno a fine luglio: sarà così anche a maggio o finalmente qualche avversaria le finirà davanti? 

La Juventus campione d'Italia in carica, reduce da quattro scudetti consecutivi, apre il calendario della Serie A 2015-2016 contro l'Udinese e poi va subito all'Olimpico per sfidare la Roma; ma è nella parte finale della stagione che deve affrontare un periodo intenso e difficile. Massimiliano Allegri ha commentato il calendario che attende la Juventus ai microfoni della Gazzetta dello Sport, affermando che "l'inizio per noi sarà di sicuro stimolante, alla seconda giornata arriva subito un big match". Anche lui si è allineato ai commenti degli altri allenatori sostenendo la necessità di farsi trovare pronti fin da subito, "a cominciare dalla Supercoppa Italiana (sabato 8 agosto, ndr) e poi per le partite contro Udinese e Roma". Allegri non è mai stato conosciuto per le partenze sprint, tendenza però invertita lo scorso anno: cosa succederà in questa stagione? 

Il nuovo calendario di Serie A sancisce un inizio di fuoco per la Juventus che alla seconda giornata del campionato di Serie A 2015/16 andrà a Roma per affrontare la squadra di Rudi Garcia antagonista dei bianconeri nelle due ultime stagioni per la conquista dello Scudetto nonostante alla fine la distanza sia stata per due volte di diciassette punti. Del calendario ha parlato Beppe Marotta ai microfoni di Sky Sport dopo il sorteggio: "La Roma e la Juventus sono due squadre attrezzate per lottare per la vittoria del prossimo Scudetto al di là di quanto potrà accadere il 30 agosto alla seconda giornata di campionato. Noi nei quattro anni che hanno portato a quattro Scudetti di fila abbiamo visto calendari diversi. Negli anni abbiamo capito una cosa, che in Italia ogni partita ti regala grande sofferenza per raggiungere i tre punti finali". Ricordiamo che i bianconeri apriranno la stagione con una sfida casalinga contro l'Udinese, anche l'anno passato contro i friulani si giocò la prima gara allo Stadium ma alla seconda giornata, alla prima i bianconeri andarono a vincere contro il Chievo Verona al Bentegodi 

Beppe Marotta ha commentato il calendario della Juventus dicendo che non contano le date delle partite, ma la volontà di vincere; ha ragione, ma dando uno sguardo al calendario della Serie A 2015-2016 si intuisce subito come i bianconeri avranno un bel daffare tra l’undicesima e la sedicesima giornata. Sei turni nei quali la Juventus si troverà a sfidare il Torino - il derby è sempre emotivamente e tecnicamente una patita complicata - e quindi, dopo la “pausa” della trasferta di Empoli, un insidiosissimo poker con Milan (in casa), Palermo e Lazio (in trasferta) e Fiorentina (in casa). Qualcosa di simile era accaduto anche lo scorso anno con una seconda parte di calendario più complicata della prima; a bocce ferme non possiamo dire se sarà questo il momento decisivo per la corsa allo scudetto perchè bisognerà anche analizzare lo stato di forma delle varie squadre e, cosa principale, della Juventus, ma poniamo l’attenzione su queste sei giornate in attesa che la stagione cominci ufficialmente.

Ancora Beppe Marotta a Sky Sport: "L'avversario di quest'anno non si può dire prima che il calciomercato sia chiuso; è il calciomercato che ha maggiormente rafforzato le big". Il nome però arriva: "L'Inter per le operazioni che ha fatto è un'autorevole candidata allo scudetto, poi ci sono la solita Roma e il solito Napoli, che ha anche cambiato allenatore e potenziato il suo organico". Sulla questione delle sei punte in rosa: "Non rimarranno certamente in sei; è ancora una fase calda per noi, abbiamo le nostre idee e cercheremo di applicarle". Principale indiziato alla partenza è Fernando Llorente che piace tanto all'estero, l'attaccante spagnolo potrebbe lasciare la Juventus a breve. 

A Expo 2015 arriva il commento di Beppe Marotta al calendario della Juventus in Serie A 2015-2016: “Roma-Juventus alla seconda giornata? Indipendentemente da quando arriva, entrambe sono squadre che lottano per lo scudetto” ha detto il direttore generale a Sky Sport. “Nei nostri quattro scudetti abbiamo vissuto calendari diversi, giocare subito contro la Roma non sarà certamente determinante e speriamo solo di dare lustro al calcio italiano”. Una parola anche sulla trattativa per Julian Draxler: “Abbiamo presentato un’offerta, ma è una delle tante. C’è ancora distanza, prima di arrivare vicini al traguardo passerà del tempo. Del resto” ha concluso Marotta “non abbiamo fretta di chiudere”

Finale di stagione terribile per la Juventus: dopo il trittico Milan-Palermo-Lazio, alla sedicesima giornata i campioni d'Italia devono affrontare la Fiorentina che è una rivale storica e con la quale i rapporti non sono certo idilliaci. La Juventus ha comunque buona tradizione interna contro i viola, ma arriveranno appunto da un periodo davvero difficile e con in mezzo le sfide di Champions League del girone, potenzialmente decisive per il passaggio del turno. Alla diciassettesima giornata si va invece per la prima volta nella storia sul campo del Carpi, una delle tre neopromosse in Serie A. Alla penultima giornata la sfida casalinga contro il Verona, mentre all'ultima va da sè che la Juventus affronterà la Sampdoria a Marassi, avendola allo Juventus Stadium come chiusura del campionato di Serie A 2015-2016. 

La Juventus esordirà in casa come era accaduto l'ultima volta nel 2012-2013. Campione d'Italia in carica, la squadra bianconera aveva giocato l'anticipo contro il Parma: aveva vinto 2-0 grazie ai gol di Stephan Lichtsteiner, che aveva aperto le marcature come già nella stagione precedente (e sempre contro i ducali) e Andrea Pirlo, con una punizione che Mirante aveva bloccato oltre la linea di porta. 

All’undicesima giornata del campionato di Serie A 2015-2016 la Juventus ha un'altra sfida difficile perchè gioca il derby: lo fa in casa, lo scorso anno vinse 2-1 nel finale ma poi al ritorno cadde con identico punteggio, perdendo un’imbattibilità che durava da 20 anni. Alla dodicesima la Juventus va invece a Empoli, dove nella scorsa stagione vinse 2-0 dopo aver faticato nel primo tempo, reti di Pirlo su calcio di punizione e Alvaro Morata. Alla tredicesima giornata altro big match, in casa contro il Milan, poi due trasferte consecutive contro Palermo e Lazio; è questo senza dubbio il periodo clou della Juventus.

Un'altra big da affrontare in trasferta nell'andata della Serie A 2015-2016: all'ottava giornata c'è Inter-Juventus che per i tifosi, soprattutto negli anni post Calciopoli, è senza ombra di dubbio la sfida più sentita e che recentemente è stata sempre favorevole ai bianconeri (un anno fa vittoria per 2-1 con rigore di Marchisio e rete di Morata, a scudetto già ottenuto). Alla nona si torna in casa per sfidare l'Atalanta, alla decima trasferta a Reggio Emilia contro il Sassuolo, dal quale è arrivato Simone Zaza in estate. Un altro big match per la Juventus, che per il momento sembra destinata a sfidare tutte le big in trasferta all’andata: alla sesta giornata arriva il Napoli, anzi sono i bianconeri che vanno al San Paolo dove lo scorso anno erano riusciti a vincere (3-1) spezzando un digiuno pluridecennale. Non un avvio semplice per i campioni d’Italia, anche se alla settima giornata si “riposa” leggermente ospitando il Bologna allo Juventus Stadium, una partita che sulla carta dovrebbe portare in dote 3 punti. 

Sono state svelate anche la quarta e la quinta giornata del campionato della Juventus. Nel calendario della Serie A 2015-2016 la Juventus affronterà il Genoa a Marassi, la partita che lo scorso anno costò a Massimiliano Allegri la prima sconfitta in campionato (gol di Antonini in pieno recupero). Quinta giornata ancora in casa, la prima delle tre sfide contro le neopromosse: arriva il Frosinone, che nel 2006-2007 in Serie B fu la vittima del gol numero 200 con la maglia bianconera di un certo Alessandro Del Piero. 

Big match per la Juventus nella seconda giornata della Serie A 2015-2016: i bianconeri vanno allo stadio Olimpico a sfidare la Roma, la squadra che nelle ultime due stagioni ha conteso lo scudetto alla Juventus (sia pure a distanza) e che però dal 2011-2012 veniva sempre affrontata in casa nella sfida di andata. Dunque subito una grande partita per la Juventus, che poi alla terza giornata andrà a sfidare il Chievo in casa. Chievo che, ricordiamo, è la squadra contro cui i bianconeri avevano esordito un anno fa vincendo 1-0 (ma si era giocato al Bentegodi). 

La Juventus ospiterà l’Udinese nella prima giornata del campionato di Serie A 2015-2016. Era già accaduto, stagione 2011-2012, la prima di Antonio Conte; allora però la partita si era giocata in inverno a causa dello sciopero indetto dai calciatori. La Juventus dunque aveva esordito in casa contro il Parma, così come nel 2012-2013. All’epoca, quattro anni fa, la prima di campionato era in programma al Friuli ed era poi finita 0-0 sotto una fitta nevicata. 

In atesa di scoprire il calendario del campionato, ricordiamo che la Juventus giocherà le prossime amichevoli contro Lechia Dansk e Olympique Marsiglia prima di volare a Shanghai per la Supercoppa Italiana contro la Lazio per il primo trofeo stagionale. In seguito, il 19 agosto, amichevole in famiglia classica tra Juventus A e Juventus B (di fatto la formazione Primavera) a Villar Perosa nella storica tenuta della famiglia Agnelli. 

L’ultima volta in cui la Juventus non ha vinto la prima giornata di campionato era la stagione 2010-2011. In panchina c’era Gigi Delneri, la Juventus sognava lo scudetto essendosi rinforzata durante l’estate con gli arrivi dei vari Quagliarella, Krasic e Bonucci ma si svegliò presto quando il Bari di Giampiero Ventura, che poi sarebbe retrocesso con l’ultimo posto, vinse 1-0 al San Nicola con un gran gol di Massimo Donati. La Juventus chiuse al settimo posto quella stagione, e Delneri lasciò il posto ad Antonio Conte: da allora sempre vittorie all’esordio e quattro scudetti consecutivi. Arriverà anche il quinto in questo 2015-2016?

Calendario Serie A 2015-2016. La Juventus giocherà la prima partita del campionato 2015-2016 in casa, avendo giocato in trasferta lo scorso anno il suo esordio (era accaduto anche nella stagione precedente). Dunque per i bianconeri, che un anno fa avevano aperto vincendo al Bentegodi contro il Chievo (autogol di Biraghi) giocheranno subito davanti al pubblico dello Juventus Stadium e non incroceranno sicuramente Lazio, Fiorentina, Sampdoria, Inter, Verona, Palermo, Empoli, Sassuolo e Frosinone che allo stesso modo giocheranno in casa. 

Calendario Serie A 2015-2016. Ci siamo, scattano le 19 e tra poco avrà luogo il sorteggio del calendario del prossimo campionato. La Juventus è campione in carica e sogna il quinto scudetto consecutivo; avrà un inizio morbido potendo inserire con calma i nuovi acquisti e assimilare le partenze importanti o dovrà subito fronteggiare una big del nostro calcio? Tra poco la risposta, intanto possiamo dire che la Juventus è presente a Expo 2015, sede del sorteggio del calendario (ha sostituito la sede di Sky Sport dove si era tenuta la cerimonia lo scorso anno), con il Direttore Generale Beppe Marotta e attende di conoscere le sue 38 giornate del 2015-2016. 

Calendario Serie A 2015-2016: in attesa di conoscere il cammino della Juventus nel nuovo campionato, ricordiamo come Beppe Marotta aveva commentato il calendario della stagione 2014-2015. Presente nella sede di Sky Sport, l’Amministratore Delegato della Juventus aveva riportato le seguenti parole: “In un campionato come quello di Serie A a vincere è la squadra più forte e non la più fortunata”. Marotta era stato interpellato su Juventus-Roma alla sesta giornata, un match che - visto il campionato precedente - tutti avevano individuato come la sfida-scudetto e magari una partita già decisiva pur arrivando a ottobre. “La Roma si è attrezzata molto bene, ma lasciamo il responso all’unico giudice che è il campo. Di certo la griglia di partenza per la vittoria del campionato è la stessa”. Parole poi confermate dall’andamento della stagione; la Juventus aveva battuto la Roma 3-2 in una partita segnata da tante polemiche arbitrali. 

Calendario Serie A 2015-2016: analizziamo l’andamento della Juventus nelle prime 10 giornate degli scorsi tre campionati. Nel 2012-2013, dopo la vittoria del primo scudetto di Antonio Conte, i bianconeri sono partiti scattando: nove vittorie e un pareggio per 28 punti, contro la Fiorentina alla quinta giornata. Questo nonostante partite anche di un certo peso, come le gare casalinghe contro Roma (4-1) e Napoli (2-0). Nel 2013-2014 avvio peggiore: Lazio, Inter (in trasferta), Torino, Milan e Fiorentina (in trasferta). Risultato: otto vittorie, un pareggio e una sconfitta per 25 punti. Nel 2014-2015, lo scorso anno, calendario più semplice in avvio pur se con le insidie Milan (a San Siro) e Roma, e l’incognita data dall’addio di Conte: Massimiliano Allegri ha però seguito le orme del suo predecessore ottenendo sei vittorie consecutive e, pur cadendo alla nona contro il Genoa, ottenendo otto vittorie, un pareggio e una sconfitta per 25 punti, esattamente come la Juventus dell’anno precedente.

Lo scorso anno la Juventus ha avuto un calendario “strano”. Tra la dodicesima e la diciottesima giornata i bianconeri si sono trovati ad affrontare Lazio, Torino, Fiorentina, Sampdoria, Inter e Napoli (più il Cagliari in trasferta, partita mai banale): si pensava che la Juventus avrebbe sofferto questa serie di sfide difficili soprattutto perchè coincideva con la fase calda e decisiva del girone di Champions League, ma i bianconeri ne sono usciti bene e anzi in quel periodo della stagione sono riusciti ad allungare nei confronti delle inseguitrici. Inizio invece blando: la Roma alla sesta giornata l’unica sfida di un certo peso (e che peso) fino a fine novembre. 

Apre un campionato di Serie A che potrebbe portare in dote il quinto scudetto consecutivo, un record che la formazione bianconera ha centrato soltanto nel quinquennio magico degli anni Trenta. Cosa deve aspettarsi la Juventus dal sorteggio del calendario? Quale sarebbe il cammino migliore? Intanto una considerazione, che vale per tutte le squadre: prima o poi bisogna giocare contro tutte, dunque la differenza non sarà troppa.

Potrebbe farla lo stato di forma dell’una o dell’altra avversaria, ma questo discorso ha un senso più che altro a stagione iniziata, quando sarà chiaro come le varie squadre arriveranno ai vari appuntamenti.

Della Juventus potremmo dire questo: il gruppo si presenta ai nastri di partenza della Serie A 2015-2016 profondamente rinnovato, senza giocatori cardine come Pirlo, Vidal e Tevez e con nuovi innesti il cui impatto è tutto da verificare.

Ecco perchè forse Massimiliano Allegri spera dal sorteggio del calendario di evitare gli scontri con le big nelle prime giornate; sarebbe forse opportuno un avvio soft per testare la squadra e permetterle di conoscersi e integrare i nuovi acquisti.

In più, la Juventus inizierà a metà settembre il girone di Champions League: avere scontri diretti in campionato appena prima/appena dopo gli impegni europei comporterebbe un dispendio di energie non indifferente, perciò Allegri spera in questo (aspettiamo di conoscere tutti gli incroci).