BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALENDARIO ROMA 2015-2016/ Derby con la Lazio alla 12ma, subito la Juventus: tutte le partite. Le quote scudetto (sorteggio Serie A)

Sorteggio calendario Serie A 2015-2016: la Roma inizia con fiducia la sua stagione, negli ultimi due campionati i giallorossi hanno avuto avvii strepitosi. Ecco le sue 38 giornate

Foto InfophotoFoto Infophoto

La Roma sembra nuovamente destinata a giocare la parte della piazzata d’onore nella Serie A 2015-2016. Questo almeno è quanto sostiene l’agenzia di scommesse iZiplay, che ha già fornito le quote scudetto per il campionato che inizierà il 22 agosto. La Roma, come apprendiamo, è seconda con una quota di 6,00; un distacco netto rispetto alla Juventus (1,60) che rimane la favorita della vigilia e nelle previsioni. Se può consolare i giallorossi, le altre rivali sono piuttosto staccate (la coppia Inter-Napoli arriva a 10 e il Milan a 11); per quanto riguarda invece uno dei tre posti utili per la qualificazione in Champions League, la Roma gode di una quota di 1,75 ancora una volta alle spalle della Juventus, ma davanti a tutte le altre. Insomma: se queste ipotesi e previsioni saranno rispettate, per la Roma arriverà il terzo secondo posto consecutivo. Rudi Garcia e i giallorossi però sperano ovviamente in qualcosa di più. 

Non è sicuramente agevole l'inizio di calendario della Roma: alla seconda giornata della Serie A 2015-2016 arriva subito la Juventus, che per la prima volta dopo cinque stagioni sarà affrontata all'Olimpico nella sfida di andata. Inevitabile che Rudi Garcia abbia posto l'accento sulla possibile sfida scudetto commentando il calendario alla Gazzetta dello Sport: "Saremo subito proiettati nel vivo, speriamo di farci trovare pronti per la Juventus" ha affermato Garcia, pensando soprattutto ai nuovi acquisti da inserire rapidamente nella squadra perchè "i tempi di adattamento vanno sempre considerati". L'allenatore francese ha ammesso che anche nel finale di stagione ci sono alcune partite impegnative per la Roma, in particolare l'ultima giornata quando i giallorossi ospiteranno il Milan in un possibile scontro diretto per lo scudetto o per le posizioni che qualificano in Champions League. 

Calendario di Serie A pieno di emozioni all'inizio per la Roma di Rudi Garcia che alla prima giornata andrà a giocare al Bentegodi per affrontare il Verona di Andrea Mandorlini. Primo big match alla seconda giornata quando i giallorossi ospiteranno la Juventus quattro volte campione d'Italia di Massimiliano Allegri. Del calendario ha parlato il tecnico Rudi Garcia ai microfoni del sito ufficiale del club AsRoma.it: "Subito dai nastri di partenza saremo proiettati nel vivo di questo campionato. Alla prima gara affronteremo fuori casa l'Hellas Verona. Riceveremo poi la Juventus alla seconda giornata e dovremo farci trovare subito pronti. Dobbiamo inserire rapidamente i nuovi calciatori tenendo conto anche dei tempi. Ho visto che nelle ultime giornate anche ci aspettano belle gare". I giallorossi affronteranno all'ultima giornata il Milan di Sinisa Mihajlovic.

La Roma gioca in casa contro la Juventus alla seconda giornata: è la prima volta dopo cinque sfide consecutive che nel girone d’andata erano andate in scena a Torino, ma non è necessariamente un segnale positivo. L’ultimo precedente infatti è negativo: stagione 2009-2010, il calendario aveva messo subito un Roma-Juventus alla seconda giornata, guardacaso. Già sconfitta alla prima giornata, sul campo del Genoa, la Roma aveva perso 3-1 contro i bianconeri: doppietta di uno scatenato Diego, in mezzo il pareggio momentaneo di Daniele De Rossi e poi il sigillo di Felipe Melo. La sconfitta era costata cara a Luciano Spalletti, esonerato; quella Roma poi, con Claudio Ranieri in panchina, avrebbe chiuso al secondo posto andando ad un passo dallo scudetto 

Conosciamo tutto il calendario della Roma per la Serie A 2015-2016. Analizzandolo possiamo notare un inizio non troppo impegnativo, potremmo dire “nella norma”; certo spicca la partita contro la Juventus alla seconda giornata (ma in casa, a differenza degli ultimi quattro anni) e se vogliamo la trasferta di Genova, però fino alla nona giornata (Fiorentina in trasferta) non ci sono grandi sfide. Il periodo clou è sicuramente quello di metà-fine girone: Inter in trasferta all’undicesima, derby contro la Lazio alla dodicesima, Napoli alla sedicesima e Milan alla diciannovesima e ultima. Se al ritorno la Roma sarà ancora in corsa per lo scudetto, il suo calendario rischia di essere davvero impegnativo e determinante. Ecco anche le ultime due giornate nel campionato della Roma: alla penultima di andata la sfida del Bentegodi, la seconda nel girone, contro il Chievo, mentre ovviamente l'ultima giornata sarà giocata all'Olimpico per la legge dell'alternanza, e nella capitale scenderà il Milan per un finale davvero terribile, soprattutto perchè bisogna pensare che nel girone di ritorno questa sarà la partita che potenzialmente potrebbe decidere lo scudetto e la Roma la dovrà giocare a San Siro, rischiando dunque tantissimo (anche il Milan potrebbe essere in corsa per il tricolore, o comunque per un obiettivo specifico e importante). 

Napoli-Roma alla sedicesima giornata: il grande big match del Sud può valere lo scudetto per i giallorossi, soprattutto se lo pensiamo traslato sul girone di ritorno quando sarà la Roma a ospitare i partenopei. Si prosegue poi con la diciassettesima giornata e arriva il Genoa allo stadio Olimpico, un avversario che ha sempre dato filo da torcere alla Roma. Si ricorda - anche se eravamo a Marassi - un clamoroso 4-3 a favore del Genoa dopo che i giallorossi avevano chiuso in vantaggio 3-0 il primo tempo: una sconfitta che costò la panchina a Claudio Ranieri, sostituito da Vincenzo Montella. Anche due anni fa il Genoa aveva battuto la Roma (1-0) e anche questa volta, come accaduto negli ultimi due campionati, la partita contro i rossoblu liguri arriva nel finale del girone. Una sfida insidiosa se la pensiamo al ritorno: il campo di Marassi è sempre molto ostico e la Gradinata Nord è uno dei settori più caldi nel calcio italiano. 

Ecco il derby: arriva alla dodicesima giornata, Roma-Lazio vedrà i giallorossi formalmente in casa ma per il momento lo stadio è ancora lo stesso e dunque cambia poco. Roma che arriverà alla stracittadina, la partita più sentita della stagione, dopo aver affrontato l’Inter a San Siro: mai una partita banale quella contro i nerazzurri, nelle ultime stagioni ci ha sempre regalato tanti gol ed emozioni. Si profila dunque un periodo caldo quello della Roma appena dopo la metà del girone di andata (e di conseguenza anche quello di ritorno). Alla tredicesima trasferta a Bologna, impegnativa ma comunque più agevole di altre sfide; quindi un’altra partita interna, contro l’Atalanta, e alla quindicesima giornata la trasferta di Torino ma contro i granata, allo stadio Olimpico. 

Svelate altre due giornate del campionato di Serie A 2015-2016: la Roma affronta in casa l'Empoli all'ottava giornata, mentre alla nona una trasferta davvero difficile. Quella di Firenze, contro la nuova Fiorentina di Paulo Sousa che dopo aver centrato per tre anni consecutivi il quarto posto cerca questa volta di arrivare nelle prime tre del campionato e arrivare così almeno al playoff di Champions League che manca ormai da tempo. 

La Roma prosegue il suo campionato di Serie A con due giornate che possono nascondere insidie, ma che sulla carta sono “soft”: sesta giornata in casa contro il Carpi, che gioca il primo campionato di Serie A nella sua storia. Settima giornata al Barbera, ospite del Palermo: la squadra di Beppe Iachini arriva da uno splendido campionato ma ci sono tanti punti di domanda su una sua conferma, di conseguenza la Roma - se vuole puntare allo scudetto - non può farsi sfuggire la vittoria. 

Andiamo a vedere anche cosa prevedono la quarta e la quinta giornata nel calendario della Roma per la Serie A 2015-2016. I giallorossi alla quarta giornata ospitano il Sassuolo con cui due anni fa avevano centrato un beffardo pareggio subendo gol in pieno recupero, mentre alla quinta giornata un altro incontro molto interessante a Marassi, in casa della nuova Sampdoria di Walter Zenga (lo scorso anno era finita 0-0, sempre a inizio stagione). 

E’ già big match alla seconda giornata di campionato: Roma-Juventus. I giallorossi hanno battuto la Juventus nel 2012-2013, all’Olimpico: era finita 1-0 grazie a uno splendido gol di Francesco Totti. La partita che nelle ultime due stagioni ha rappresentato il big match scudetto; alla terza giornata invece ci sarà Frosinone-Roma, altra partita affascinante perchè rappresenta un inedito derby di regione che potrebbe essere di impatto emotivo per i giallorossi. 

Ci siamo: nasce la Serie A 2015-2016, la prima giornata della Roma sarà contro il Verona e si giocherà allo stadio Bentegodi. Una sfida storica, perchè Roma e Verona sono divise da una certa rivalità; una partita subito tosta per la Roma, ricordiamo che il Verona nel campionato 2013-2014 vinse le prime sei partite che giocò al Bentegodi prima di cadere nel derby contro il Chievo. 

La Roma non è riuscita a vincere alla prima giornata di campionato nel 2012-2013. Il 26 agosto, in serale, i giallorossi di Zdenek Zeman ospitavano all’Olimpico il Catania; andarono sotto per effetto di un gol di Marchese, pareggiarono grazie a una splendida rete di Osvaldo ma subirono di nuovo gol in contropiede da Alejandro Gomez. Ad evitare la sconfitta pensò al 91’ minuto il giovanissimo Nico Lopez con un gran numero, pallonetto sul difensore e conclusione in porta a battere il portiere avversario. Con Rudi Garcia invece la Roma ha sempre vinto alla prima giornata; nel 2013-2014 i giallorossi hanno centrato il record assoluto in Serie A con 10 vittorie iniziali. 

Calendario Serie A 2015-2016. La Roma giocherà la prima partita della sua Serie A 2015-2016 in trasferta: è infatti già noto l’elenco delle formazioni che esordiranno in trasferta alla prima giornata. Possibili avversarie della Roma al via del campionato: Fiorentina (già affrontata lo scorso anno, vittoria per 2-0 allo stadio Olimpico), Sampdoria, Verona, Palermo, Empoli, Frosinone, Sassuolo. Una scelta tra poche squadre dunque: quale sarà l’avversaria dei giallorossi alla prima giornata della Serie A 2015-2016? 

Calendario Serie A 2015-2016. Per la Roma è presente a Expo Italo Zanzi, per conoscere il calendario di Serie A 2015-2016. Le sue parole a Sky Sport: “La Roma deve vincere ogni partita, per noi fare oggi pronostici sul posto che raggiungeremo è inutile. Abbiamo una grande squadra che sarà pronta per ogni sfida, alla fine del campionato vedremo dove saremo arrivati”. Riguardo l’azzeramento dalla Juventus, Zanzi ha detto che il campionato è aperto e tutti saranno protagonisti; la Roma lavorerà per vincere contro tutte, “non guardiamo solo a una squadra perchè sarebbe un errore”. Ultima domanda su Francesco Totti, al ventiquattresimo campionato di Serie A: “E’ spettacolare” dice Zanzi, “un giocatore mai visto. Speriamo che per lui sia un grande campionato, così come per tutta la squadra”. 

Calendario Serie A 2015-2016. Tra circa 15 minuti prenderà il via la cerimonia di presentazione del calendario del campionato e la Roma attende di conoscere i suoi impegni. La prima giornata potrebbe già riservare una grande sfida: il sorteggio infatti è libero, le teste di serie non esistono più e dunque i giallorossi potrebbero già incrociare Juventus o Napoli (ma non la Lazio, perchè i derby non si possono avere alla prima giornata, che non sono previsti nemmeno all’ultima giornata e nei turni infrasettimanali, dove sono “proibiti” anche gli incroci tra le cinque big e cioè Juventus, Milan, Inter, Napoli e Roma). I giallorossi arrivano da due secondi posti consecutivi: riusciranno questa volta a fare il passo in più e vincere uno scudetto che manca dal 2001? 

Calendario Serie A 2015-2016: mentre ci accingiamo a scoprire le 38 giornate che aspettano la Roma nel nuovo campionato di Serie A, ricordiamo quanto aveva pronunciato Claudio Fenucci (che oggi non lavora più per i giallorossi) a margine della presentazione del campionato 2014-2015. “Abbiamo voluto rinforzare la nostra rosa ma confermarne i principi e i giocatori cardine”. Sul campionato in senso stretto aveva fatto sapere che “ci aspettiamo che il torneo sia combattuto, le contendenti allo scudetto sono numerose e noi ci siamo attrezzati e vogliamo ripetere il campionato dello scorso anno, se non fare ancora meglio”. Così non era stato, ma il secondo posto con qualificazione diretta alla fase a gironi di Champions League si può comunque considerare un traguardo positivo per la Roma, che ora però vuole davvero provare a vincere lo scudetto. 

Calendario Serie A 2015-2016: come sono andate le ultime tre stagioni della Roma nelle prime 10 giornate di campionato? Ricordiamolo brevemente: nel 2012-2013 grande entusiasmo per il ritorno di Zdenek Zeman in panchina, ma il boemo aveva esordito con 4 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte per 14 punti, un bottino magro considerata la forza del gruppo (e Zeman sarebbe durato solo fino a inizio febbraio) e un calendario non esattamente impossibile (però con Inter e Juventus già a settembre). Decisamente meglio con Rudi Garcia: nel 2013-2014 il tecnico francese si era presentato al calcio italiano centrando il record assoluto per vittorie iniziali in Serie A. Un bel 10 su 10 per 30 punti, facendo gridare dappertutto la parola scudetto. Lo scorso anno la Roma è scattata altrettanto bene dai blocchi di partenza: ripetere il grande exploit sarebbe stato impossibile ma il bottino di 7 vittorie, un pareggio e 2 sconfitte (contro Juventus e Napoli in trasferta) per 22 punti hanno comunque rappresentato un avvio positivo per i giallorossi.

La Roma nel 2014-2015 si è trovata di fronte un calendario decisamente impegnativo dalla seconda metà in avanti. L’unica sfida di rilievo, detto dell’esordio contro la Fiorentina, fino a fine ottobre (decima giornata) è stata infatti la trasferta contro la Juventus; ancora un periodo fatto di quattro giornate “tranquille” (ma con la trasferta di Napoli) e poi un finale da fuochi d’artificio con Genoa e Udinese fuori casa e Milan e Lazio nelle ultime cinque giornate. Un calendario che potremmo definire “tradizionale”, pur tenendo conto delle nuove regole che hanno tolto il “blocco” alle sfide tra big nelle prime e nelle ultime giornate di campionato. 

È sotto gli occhi dei tifosi della Capitale e non solo. La Roma che ha centrato due secondi posti consecutivi arriva al via della stagione con tante speranze. Riuscirà a mettere finalmente le mani sullo scudetto? Intanto, in attesa che vengano svelate dal sorteggio del calendario le 38 giornate e dunque sia chiaro il cammino dei giallorossi da qui a maggio quando la stagione sarà terminata, va detta una cosa: guardando il percorso delle due versioni della Roma di Rudi Garcia il punto in comune è rappresentato da uno strepitoso inizio di stagione, che ha fatto pensare (in particolare nel 2013-2014, ma anche nello scorso campionato) che la Roma davvero potesse arrivare prima in classifica, non solo per i risultati ottenuti ma anche e soprattutto per il gioco spumeggiante espresso e lo strepitoso stato di forma dei suoi giocatori. 

Il calo è invece arrivato in inverno inoltrato-inizio primavera; e dunque, a bocce ferme e non conoscendo in pieno lo stato di forma delle squadre al via, forse per i giallorossi sarebbe meglio incrociare subito le big, diciamo entro la fine di ottobre o al massimo l’inizio di novembre. E’ lì che la Roma dà il meglio, anche perchè l’impegno di Champions League metterebbe ulteriormente in ritmo certi giocatori che hanno bisogno di minuti nelle gambe; il calendario darà una mano alla Roma in questo senso? Tra poco lo scopriremo…