BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Calendario Serie A 2015-2016 / News, le giornate e i big match: analisi e commenti. Torna Marco Giampaolo: 'L'Empoli se la gioca con tutti'

Calendario Serie A 2015-2016, news: le giornate e i big match del nuovo campionato, le analisi e i commenti. Le parole dei rappresentanti dell'Empoli, mister Giampaolo e il ds Carli

Marco Giampaolo, 47 anni, allenatore dell'Empoli (INFOPHOTO)Marco Giampaolo, 47 anni, allenatore dell'Empoli (INFOPHOTO)

Dopo il sorteggio del calendario della nuova Serie A, targata 2015-2016, sono arrivati brevi commenti anche da casa Empoli. Il nuovo allenatore Marco Giampaolo ha dichiarato: "Inizio di campionato equilibrato, ce la giochiamo alla pari con tutti". Il direttore sportivo Marcello Carli ha aggiunto, riferendosi all'esordio casalingo contro il Chievo: "Un avversario duro e dal gioco collaudato. Con un allenatore esperto. Sarà una gara difficile, ma la giocheremo in casa e sono sicuro che con l´apporto del nostro pubblico faremo bene". Nella seconda giornata subito il test Milan a San Siro, poi l'Empoli tornerà al Castellani per affrontare il Napoli dell'ex Sarri, quindi n uova trasferta a Bergamo contro l'Atalanta. Per la società toscana sta iniziando una stagione molto difficile, quella della conferma ad ottimi livelli dopo l'ultimo exploit. Giampaolo dal canto suo ritorna in Serie A dopo la sfortunata parentesi a Cesena nel 2011-2012, quando fu esonerato nel girone di andata. 

L'allenatore del Chievo Verona Rolando Maran ha valutato l'inizio che il sorteggio per il calendario della Serie A 2015-2016 ha riservato alla sua squadra. Un avvio sulla carta molto impegnativo con la prima giornata ad Empoli, il debutto casalingo contro la Lazio, la terza giornata allo Juventus Stadium e la quarta al Bentegodi contro l'Inter. Il sito ufficiale www.chievoverona.it ha riportato le dichiarazioni del mister, rilasciate nella sede del sorteggio ad Expo 2015: "L’Empoli è stata la rivelazione dello scorso campionato, è una delle squadre più rodate e collaudate di tutto il torneo. Poi affronteremo tre pretendenti allo scudetto. È indubbio che si tratta di un inizio difficile, ma questo deve far sì che la mia squadra parta subito con lo spirito Chievo, che ci può far raggiungere anche risultati che, sulla carta, possono sembrare impensabili". Il Chievo si prepara ad un altro miracolo, l'ennesima salvezza da raggiungere.

Uno dei principali motivi d'interesse nel calendario della Serie A 2015-2016 è il cammino di una delle due matricole, il Carpi che l'anno scorso ha stravinto il torneo cadetto. Nelle prime cinque giornate i biancorossi affronteranno nell'ordine Sampdoria in trasferta, Inter in casa nella prima in Serie A al Cabassi, Palermo fuori poi Fiorentina e Napoli per una doppietta di lusso tra le mura amiche. Il sito ufficiale carpifc1909.it ha riportato il breve commento dell'allenatore Fabrizio Castori: "L’inizio è tosto, ma ce lo aspettavamo. Arriveremo pronti, non avremo paura". Il patron Stefano Bonacini ha puntato l'obiettivo sul debutto: "I calendari lasciano il tempo che trovano perchè tutte le squadre vanno prima o poi affrontate. Di sicuro alla prima giornata non avremmo voluto giocare con la Sampdoria che sarà in palla perchè proverrà dagli impegni di Europa League". Il 30 luglio ed il 6 agosto prossimi i blucerchiati affronteranno i serbi del Vojvodina nel terzo turno preliminare di coppa.

Il sorteggio per il calendario della Serie A 2015-2016 ha destato commenti da tutte le squadre del campionato, i cui rappresentanti hanno valutato in diverse sedi i rispettivi cammini estratti a sorte. Per l'Atalanta ha parlato il mister Edoardo Reja, decano degli allenatori nella prossima Serie A; di seguito le dichiarazioni riportate dal sito ufficiale atalanta.it: "Sono moderatamente soddisfatto, anche se le ultime tre trasferte della stagione mi sono subito balzate all’occhio: Palermo, Napoli e Genoa. Un finale insidioso". Atalanta che alla prima giornata sarà impegnata a San Siro sul campo dell'Inter, questo il Reja-pensiero: "...diciamo che non poteva capitare un inizio migliore… Ovviamente è una battuta, l’Inter è un’avversario tosto e molto difficile. Poi arrivano partite per noi molto importanti perché sono da considerarsi scontri diretti che non possiamo sbagliare (Frosinone in casa, Sassuolo fuori, Verona in casa, Empoli in trasferta, ndr)". Tra la nona e la quattordicesima giornata i bergamaschi affronteranno Juventus, Lazio, Milan e Roma, una fase potenzialmente proibitiva: "Era forse meglio avere questi impegni più "diluiti -ha dichiarato Reja-, invece ce li troviamo concentrati… Tutto dipenderà comunque da noi". 

Nel tardo pomeriggio di lunedì 27 luglio si è alzato il sipario sul calendario di Serie A 2015/16. Un nuovo campionato in cui tutti andranno a caccia della Juventus campione, e che regalerà da subito grandi emozioni agli sportivi, con alcuni big match fissati già nelle primissime giornate del torneo. Il turno d'esordio, previsto per il 22 e il 23 agosto (anticipi e posticipi ancora da definire) vedrà Juventus e Inter esordire in casa, rispettivamente contro Udinese e Atalanta.La Roma andrà in trasferta sul campo dell'Hellas Verona, per la Lazio primo impegno casalingo contro il Bologna mentre il Napoli farà visita al Sassuolo. Il big match della prima giornata sarà però la sfida tra Fiorentina e Milan. Quello tra i viola e i rossoneri sarà il primo di una serie di scontri diretti tra le grandi che appassioneranno fin da subito i tifosi di tutta Italia. Alla seconda giornata infatti è già in programma, allo stadio Olimpico, il match tra le squadre che hanno monopolizzato le prime due posizioni nelle ultime due stagioni, ovvero Roma e Juventus. Allo stesso modo alla terza giornata le luci dei riflettori si accenderanno sul primo derby stagionale, quello della Madonnina tra Milan e Inter. Sarà un campionato anche con due grandi novità assolute, come quelle del Carpi e del Frosinone esordienti in Serie A. Gli emiliani esordiranno in trasferta sul campo della Sampdoria, mentre i laziali partiranno sul campo amico del 'Matusa' contro il Torino. Primo derby per i ciociari contro la Roma, sempre in casa, alla terza giornata, mentre la settima giornata conterrà il derby contro la Lazio all'Olimpico.

Tornando alle grandi, il Napoli testerà molto presto al 'San Paolo' le ambizioni della prima e della terza della classe della passata stagione. I partenopei affronteranno alla quarta giornata la Lazio, nella rivincita dell'ultimo spareggio-Champions dello scorso campionato, mentre alla sesta giornata ospiteranno i Campioni d'Italia della Juventus. Il calendario è stato abbastanza insidioso in partenza per la formazione di Massimiliano Allegri, che dopo il citato esordio contro l'Udinese dovrà affrontare il big match con la Roma, poi Chievo, Genoa e Frosinone prima della nuova ostica trasferta di Napoli. Più mite il cammino per le romane, che nelle prime dieci giornate dovranno affrontare praticamente solo una sfida di cartello: la Juventus per la Roma alla seconda, il Napoli per la Lazio alla quarta. Finale però più in salita per entrambe le squadre, col derby fissato per la dodicesima giornata (andata in casa della Roma). I derby saranno formalmente cinque: oltre a quelli già citati di Milano e Roma, derby di Verona alla settima (andata in casa del Chievo), di Torino all'undicesima (andata in casa dei bianconeri) e derby della Lanterna il sei gennaio alla diciottesima e penultima giornata di campionato (andata in casa del Genoa). Una scelta quest'ultima che ha indispettito i presidenti Ferrero e Preziosi, visto che il regolamento stabiliva che le stracittadine non potessero andare in scena nei turni infrasettimanali. La Lega ha spiegato che il 6 gennaio, essendo festivo, non è stato considerato come turno infrasettimanale. Il sesto derby sarà quello della provincia di Modena, che ha la squadra del capoluogo in Serie B ma due sorprendenti realtà della provincia nel massimo campionato. Sassuolo-Carpi andrà in scena l'8 novembre, alla dodicesima giornata. Per le milanesi, l'incrocio del derby alla terza giornata potrebbe portare qualche pericolo nel caso nerazzurri e rossoneri steccassero in una delle prime giornate. Dopo i match della prima giornata, il Milan ospiterà l'Empoli, mentre l'Inter andrà a far visita al Carpi (nella prima storica partita dei modenesi in casa in Serie A). Arrivare alla stracittadina avendo già lasciato punti per strada, potrebbe poi avere un effetto psicologico pesante in caso di risultato negativo. Parlando degli altri...