BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ATP Montreal 2015/ Diretta Djokovic-Bellucci: streaming video, orario delle partite. Finalmente in campo (Tennis Coupe Rogers, oggi 11 agosto)

ATP Montréal 2015 info diretta streaming video: orario delle partite di oggi, martedì 11 agosto, alla Coupe Rogers. In Canada siamo ancora al primo turno, in campo Dimitrov e John Isner

Foto Infophoto Foto Infophoto

Finalmente si gioca: la pioggia sembra abbia dato una tregua e così, con circa un’ora di ritardo sul programma originario, i match di giornata alla Coupe Rogers 2015 possono iniziare. Da seguire entrambe le partite sui campi principali: il centrale ospita la sfida tra il veterano Fernando Verdasco e il giovane bombardiere australiano Nick Kyrgios, mentre sul Banque Nationale Grigor Dimitrov, testa di serie numero 14, affronta Alexandr Dolgopolov che è arrivato dalle qualificazioni ma nel corso della sua carriera ha più volte dimostrato che se sta bene e il servizio lo sorregge può giocarsela ad armi pari anche con i big.

Non sono ancora iniziati i match della seconda giornata di Coupe Rogers 2015: se la pioggia aveva fermato ieri la Rogers Cup di Toronto (il torneo femminile), oggi i cieli si sono aperti sul Québec e a Montréal è tutto fermo. I giocatori sono negli spogliatoi in attesa di poter giocare; l'incoveniente chiaramente rallenta il programma che probabilmente subirà uno stravolgimento già a partire da domani, anche se bisognerà valutare quanto durerà l'interruzione.

Sta per iniziare la lunga giornata della Coupe Rogers 2015, purtroppo senza italiani al via. Il programma sul campo centrale è inaugurato da Fernando Verdasco-Nick Kyrgios, match interessantissimo; a seguire il campione in carica Jo-Wilfried Tsonga sfida il diciannovenne croato Borna Coric, numero 33 del mondo e in grande ascesa, mentre dovremo aspettare almeno le 20:30 per seguire Novak Djokovic che fa il suo esordio in Canada contro il brasiliano Thomaz Bellucci, la mezzanotte e mezza per il padrone di casa Milos Raonic, finalista nel 2013, che se la vede con Ivo Karlovic. 

Alla Coupe Rogers 2015 scende in campo anche Jo-Wilfried Tsonga, il campione in carica, impegnato in un match non semplice contro il giovane croato Borna Coric, in forte ascesa. Il torneo 2014 di Tsonga, a Toronto, era stato straordinario: il francese, che era testa di serie numero 13, aveva trovato una settimana di ottimo tennis e sbaragliato la concorrenza. Dopo la vittoria al primo turno contro Edouard Roger-Vasselin (7-6 6-1), Tsonga aveva battuto un altro francese, Jérémy Chardy (7-6 6-4) e poi aveva infilato quattro vittorie consecutive contro giocatori che in quel momento facevano parte della Top Ten del ranking ATP. Novak Djokovic (6-2 6-2), Andy Murray (7-6 4-6 6-4), Grigor Dimitrov (6-4 6-3) e infine Roger Federer, battuto 7-5 7-6. Ripetere quella fantastica striscia non sarà affatto facile per Tsonga, ma chissà che l’aria del Canada non possa fargli ritrovare quel livello di gioco.

Anche Andy Murray fa il suo esordio nella Rogers Cup 2015. Lo scorso anno lo scozzese si presentò ai nastri di partenza del torneo come testa di serie numero 8; il suo 2014 non era stato del tutto positivo, anzi Murray era rimasto fuori qualche mese a causa del mal di schiena e, in autunno, era stato costretto a un vero e proprio tour de force per guadagnare i punti necessari alla qualificazione per il Master. A Toronto, sede della Rogers Cup 2014, Murray arrivò fino ai quarti di finale: dopo aver fatto fuori Nick Kyrgios (6-2 6-2) e Richard Gasquet (senza giocare, per il ritiro del francese), il britannico incrociò il favoloso Jo-Wilfried Tsonga di quella settimana: la partita fu splendida ma alla fine Murray ne uscì sconfitto, con il risultato di 6-7 6-4 4-6. Murray ha vinto due volte la Rogers Cup: nel 2009 in finale contro Juan Martin Del Potro, nel 2010 battendo Roger Federer nell’ultimo atto del torneo. Da allora però non è più riuscito ad arrivare in finale.

Novak Djokovic fa il suo esordio oggi nella Coupe Rogers 2015, con l’intenzione di vincere il quinto Master 1000 stagionale dopo quelli di Indian Wells, Miami, Montecarlo e Roma. Tutti quelli che ha giocato, visto che a Madrid non era presente per un infortunio al polso. Tuttavia la storia del numero 1 del mondo nell’Open del Canada non è delle migliori: Djokovic ha vinto due edizioni consecutive, nel 2011 (battendo in finale Mardy Fish) e nel 2021 (sconfitto Richard Gasquet) e aveva già trionfato a 20 anni nel 2007, battendo nientemeno che Roger Federer in finale (ed era il Federer che non conosceva rivali nel circuito ATP). Tuttavia negli ultimi due anni per il serbo è stato un flop: nel 2013, sempre qui a Montréal, Nole si è incrociato in semifinale con Rafa Nadal ed è uscito sconfitto (4-6 6-3 6-7) al termine di uno splendido incontro e cedendo a un giocatore che all’epoca era invincibile. Peggio ancora lo scorso anno, a Toronto: l’eliminazione è arrivata al terzo turno per mano del futuro campione Jo-Wilfried Tsonga, un 2-6 2-6 che non ha ammesso repliche. Come andrà a finire quest’anno per Djokovic?

La Coupe Rogers ha già perso i due italiani in tabellone: anche Fabio Fognini è stato eliminato al primo turno del Master 1000 canadese. L'incrocio Italia-Francia ci ha detto male e, dopo Andreas Seppi, abbiamo perso anche Fabio Fognini: il sanremese è stato sconfitto con un secco 3-6 1-6 da Gael Monfils, testa di serie numero 13 del tabellone. Azzurri dunque tutto fuori dal torneo; che prosegue oggi con l'esordio di Novak Djokovic (contro Thomaz Bellucci) e Andy Murray che deve sfidare Tommy Robredo, cioè il giocatore al quale nello scorso autunno annullò 10 match point in due incontri e si prese anche un amichevole dito medio. 

Prosegue oggi il torneo Coupe Rogers 2015, categoria ATP Master 1000; uno degli appuntamenti più importanti nella stagione del tennis mondiale, si torna a giocare un Master 1000 dall’ultimo che era andato in scena a Roma, con la vittoria di Novak Djokovic che, con la sola eccezione di Madrid dove era peraltro assente, ha vinto tutti i Master 1000 sino a qui disputati (Indian Wells, Miami e Montecarlo gli altri) e punta alla doppietta Montréal-Cincinnati (in Ohio si gioca la prossima settimana) per proclamarsi ancor più signore e padrone del tennis mondiale, non solo dei campi in cemento.

Il serbo sarà già in campo oggi per il suo match di primo turno pronto a riscattare la Rogers Cup dello scorso anno che lo vide subito eliminato (e anche nettamente), affronterà il brasiliano Thomaz Bellucci e più tardi nel corso della giornata troveremo anche la testa di serie numero 2 Andy Murray: il torneo entra subito nel vivo, e altri match che non coinvolgono nomi così altisonanti sono allo stesso modo interessanti.

Per esempio c’è John Isner che sta crescendo molto e tornando ai livelli di un tempo, su questi campi è sempre in grado di elevare il proprio livello di gioco ma oggi ha un avversario non troppo agevole nel tedesco Benjamin Becker, un giocatore che può sempre tirare fuori il match che non ti aspetti. Esordisce anche Richard Gasquet: il francese ha centrato la semifinale a Wimbledon quando nessuno ci credeva più e si candida a una seconda parte di stagione da protagonista.

I campi duri non sono esattamente il suo, questo va riconosciuto, e il connazionale Jérémy Chardy si può rivelare un osso duro; tuttavia Gasquet sa di poter fare strada nel torneo di Montréal, così come lo sa un Grigor Dimitrov che però deve scrollarsi di dosso certi blocchi mentali che finora ne hanno limitato la carriera, impedendogli di spiccare il volo per come il suo talento gli potrebbe consentire. Il suo avversario odierno è Alexandr Dolgopolov: l’ucraino arriva dalle qualificazioni, la sua classifica però è solo indice di grande discontinuità perchè sui mezzi fisici e atletici del giocatore dell’Est c’è davvero poco di cui discutere. Dunque, già al primo turno questo si prospetta un match entusiasmante, potenzialmente lungo e tutto da seguire. Non ci sono italiani oggi: Fognini e Seppi hanno giocato ieri, Simone Bolelli è ancora alle prese con l’infortunio che gli aveva fatto saltare il precedente torneo di Kitzbuhel.

La diretta tv della Coupe Rogers 2015 a Montréal sarà affidata a Sky Sport 1 e Sky Sport 2, che seguiranno i match in particolare sul campo centrale e sul Banque Nationale, i due principali; canali accessibili a tutti gli abbonati al pacchetto Sport, e anche in diretta streaming video attivando su PC, tablet e smartphone l’applicazione Sky Go. Potete poi consultare gli account ufficiali del circuito del tennis maschile sui social network, in particolare Facebook e Twitter; li trovate su facebook.com/ATPWorldTour e @ATPWorldTour, mentre per quanto riguarda i profili ufficiali del torneo ai quali rivolgervi per tutte le informazioni utili sul torneo in Canada dovete andare agli indirizzi facebook.com/CoupeRogers e, su Twitter, @CoupeRogers.

© Riproduzione Riservata.