BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PROBABILI FORMAZIONI / Milan-Perugia: quote e ultime novità. Menez, chi si rivede (Coppa Italia, 17 agosto 2015)

In campo per il terzo turno di Tim Cup 2015 Milan-Perugia. Ecco le ultime novità, le quote e le probabili formazioni dei rossoneri di Sinisa Mihajlovic e degli umbri di Pierpaolo Bisoli

InfophotoInfophoto

Nel Milan che questa sera sfida il Perugia per il terzo turno di Coppa Italia si rivede anche Jérémy Menez. Il francese ha saltato tutto il precampionato per infortunio; non ha potuto lavorare con il nuovo allenatore e deve anche trovare l’intesa con i nuovi compagni di reparto. Al momento Menez, lo scorso anno autentico trascinatore del Milan con 16 gol in 33 partite di campionato, non parte titolare; ci sono Bacca e Luiz Adriano sui quali Mihajlovic vuole puntare. Tuttavia l’ex PSG ha le qualità per giocare come seconda punta oppure da trequartista; dovrà essere lui a riconquistarsi la maglia da titolare, magari cominciando da questa sera quando potrebbe avere spazio nel secondo tempo per iniziare a rimettere minuti nelle gambe

Sinisa Mihajlovic ha convocato 24 giocatori per  questa partita di Coppa Italia; ha già detto in conferenza stampa che manderà in campo la miglior formazione possibile. Qualche ballottaggio è ancora aperto: per esempio in difesa, dove Calabria potrebbe giocare come terzino destro al posto di Abate e in mezzo Rodrigo Ely insidia Mexès per il posto di centrale al fianco di Alessio Romagnoli, che sarà subito in campo. In mediana c’è spazio solo per uno tra Poli e Montolivo, mentre davanti dovrebbe essere tutto confermato anche se Honda all’ultimo potrebbe scalzare Bonaventura dalla trequarti. Nel Perugia sembra invece tutto confermato: nel 4-3-2-1 di Bisoli saranno Taddei e Lanzafame ad accompagnare Ardemagni in attacco, l’ex Roma però potrebbe essere schierato a centrocampo prendendo il posto di Salifu, mandando sulla trequarti Fabinho. 

Christian Abbiati potrebbe rimanere in panchina nel corso della partita di Coppa Italia contro il Perugia; per lui però questa sfida non sarà mai una delle tante. Contro il Grifone infatti è arrivato l’esordio in Serie A: 17 gennaio 1999, Sebastiano Rossi abbatte Christian Bucchi che lo aveva appena trafitto su rigore e viene espulso. E’ il 92’: il Milan vince 2-1, Abbiati entra e non fa nemmeno in tempo a sporcarsi i guantoni. Ma è l’inizio della sua carriera: a Rossi vengono comminate cinque giornate di squalifica e Alberto Zaccheroni deciderà di non togliere più il portiere di Abbiategrasso dal suo undici titolare. Quel Milan vincerà lo scudetto, in maniera inaspettata; all’ultima giornata si festeggia grazie al 2-1 sul campo del… Perugia. I rossoneri devono vincere: nei minuti di recupero la Lazio è avanti 2-1 contro il Parma. E’ Abbiati a salvare risultato e scudetto: Bucchi scaglia un tiro diretto all’incrocio dei pali, il portiere del Milan si inarca e toglie il pallone dal sette. Da allora Abbiati diventa titolare del Milan per le tre stagioni seguenti; finirà in panchina con il ritorno di Dida, per poi riprendersi il posto. A oggi conta 374 partite nel Milan: due di esse, quelle del 1998-1999 contro il Perugia, le ricorderà per sempre. 

Il Milan di Sinisa Mihajlovic è chiamato alla prima uscita stagionale contro il Perugia di Pierpaolo Bisoli per uno scontro da dentro o fuori in Coppa Italia. Chi saranno i protagonisti? Di sicuro c'è grande attesa per la nuova coppia d'attacco formata dal brasiliano Luiz Adriano e dal colombiano Carlos Bacca. Il secondo è quello che più ha impressionato nelle ultime uscite, arrivato dal Siviglia è un attaccante fisico e di grande progressione che in alcuni movimenti fa pensare a un grande campione del passato gravitato nella Milano nerazzurra e cioè Ronaldo il fenomeno. Bacca ha fisicità e intelligenza sotto porta, la sensazione è che in Italia potrà essere devastante. Dall'altra parte c'è attesa per vedere il ritorno ad alti livelli per il bomber Matteo Ardemagni che il Grifone è riuscito a strappare ancora in prestito all'Atalanta dopo che nello scorso anno era arrivato nel mercato di gennaio. Questi è una punta fisica, ma allo stesso tempo molto agile. Quando era giovanissimo si parlava di lui come un possibile crack per il futuro, ma poi tra tanti problemi fisici e squadre che non hanno creduto in lui il ragazzo ha finito un po' per perdersi. Partita doppiamente emozionante per lui anche perchè è cresciuto proprio nel Milan e anche se non ha debuttato con la maglia dei rossoneri è da considerarsi un ex, tanto più che nel 1987 nacque proprio a Milano.

I due tecnici almeno all'inizio del match di Coppa Italia decideranno di puntare su un modulo abbastanza simile. Sinisa Mihajlovic scenderà in campo con il 4-3-1-2 mentre Pierpaolo Bisoli opterà per il 4-3-2-1.  Sono diversi i calciatori che partendo dalla panchina potrebbero essere utili a gara in corso. Almeno inizialmente rimarranno fuori in mezzo al campo tra i padroni di casa Antonio Nocerino e Riccardo Montolivo. Il primo ha riguadagnato la fiducia di Sinisa Mihajlovic dopo un esplosivo Trofeo Tim e dovrebbe rimanere a Milano, mentre il secondo è reduce da una stagione sfortunata e deve ritrovare spessore muscolare. Entrambi a partita in corso potrebbero essere utili, così come diversi calciatori potrebbero fare bene partendo dalla panchina nel Perugia. C'è quel Del Prete che aveva iniziato la stagione alla grande sulla destra, per poi essere girato in prestito al Catania a gennaio. Attenzione anche a Fabinho che è un giocatore brevilineo e quindi bravissimo a calarsi nel ritmo di una partita in corso.

La rosa del Milan di Sinisa Mihajlovic è molto profonda, quindi anche eventuali assenze quest'anno potranno essere sopperite dalla presenza in organico di giocatori altrettanto capaci che partono dalla panchina. I rossoneri si accingono a giocare contro il Perugia la loro prima partita ufficiale della stagione. Per questa gara sono tre gli assenti che non sono stati convocati da Sinisa Mihajlovic, Philippe Mexes, Cristian Zapata e il giovane Davide Calabria. Il difensore francese ha dei problemi fisici, ma quest'anno rimarrà in rossonero pronto a lottare per una maglia da titolare, certo la possibilità per la coppia Romagnoli-Ely di disputare una gara da titolare gli fa perdere una grande occasione. Il colombiano invece sembra pronto a partire, destinazione Premier League. Peccato per il giovanissimo difensore che è una delle prime scoperte dell'avventura rossonera del tecnico serbo.

Comincia anche per il Milan la stagione ufficiale 2015-2016 con il terzo turno di Coppa Italia, che scontra il Perugia fresco neo promosso in Serie B. Nell'esordio in Tim Cup la squadra di Mihajlovic dovrà subito partire con il piede giusto, per evitare altre precoci eliminazione come nella passata stagione; i rossoneri, non essendo arrivati tra i primi otto classificati nell'ultimo campionato di Serie A, sono costretti a cominciare la competizione con anticipo rispetto alle rivali più importanti. Per il Perugia una sorte sfortunata, trovare subito il Milan non è esattamente una assegnazione favorevole, anche se le sorprese sono sempre dietro l'angolo. Andiamo ora a vedere le probabili formazioni di Milan-Perugia.

, in campo per questo terzo turno di Tim Cup, è un match che verrà trasmesso in televisione in chiaro e gratis per tutti su Rai 3 a partire dalle ore 20.55. Per chi lo desidera, è disponibile anche la visione sul sito Rai.Tv o sull'app RaiTv, sempre del tutto gratuitamente.

Scrutando le quote dei bookmakers italiani per la sfida di Tim Cup Milan-Perugia, si scopre che come prevedibile non vi sono molte speranze che vengono attribuite alla squadra Umbra. Secondo il sito della Snai, la vittoria del Milan è data a solo 1.25, mentre il pareggio è già molto alto, ovvero 5.25; il trionfo a sorpresa del Perugia è invece quotato a ben 10 volte la posta giocata.

Sinisa Mihajlovic sta preparando da molto questa partita perché non vuole fallire nella sua prima partita ufficiale sulla panchina rossonera, e vuole affidarsi completamente ai giocatori che in questo precampionato si sono dimostrati subito in condizione, specie quelli usciti meglio dal recente Trofeo Tim conquistato contro Inter e Sassuolo. Per questo motivo ha già annunciato che sicuramente la coppia di difesa centrale sarà formata da Romagnoli e Rodrigo Ely, i migliori visti fin qui e anche la possibile coppia futura del Milan data la giovanissima età. A centrocampo di certo un posto lo troveranno De Jong e Bertolacci, con l'unico dubbio che riguarda Bonaventura: o agirà da mezzala con Honda trequartista, oppure sarà proprio Jack a giostrare dietro a Luiz Andriano e Bacca, con Poli che a quel punto si posizionerebbe sul centrodestra.

Il tecnico esperto Pierpaolo Bisoli, subentrato tra l'altro in questa estate al precedente Andrea Campione, si ritrova contro il grande ostacolo Milan per superare il turno di Coppa Italia. Prova davvero ardua e avrà bisogno di una prova super dei suo giocatori, con vecchie conoscenze della Serie A che potrebbero rivelarsi la sorpresa. Il marchio di fabbrica è il 4-3-2-1, con Rosati in porta e la difesa con Comotto, Mancini e Volta, Rossi agirà sulla sinistra. A centrocampo, sicuri il trio affidabile Rizzo, Salifu e Spinazzola, mentre sulla trequarti dovrebbero inventare l'ex-Roma Rodrigo Taddei e Davide Lanzafame, dietro all'unica punta Andrea Ardemagni, un tempo attaccante primavera proprio del Milan.