BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta / Lazio-Bayer Leverkusen (risultato finale 1-0): video, highlights e gol di Keita (Champions League 2015, 18 agosto)

Diretta Lazio-Bayer Leverkusen, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita che si gioca all'Olimpico, valida per l'andata dei playoff di Champions League 2015-2016

Foto InfophotoFoto Infophoto

La Lazio di Stefano Pioli riesce a vincere contro il Bayer Leverkusen nonostante gran parte dei pronostici gli fossero avversi oltre alla sorte che gli ha tolto Federico Marchetti e Filip Djordjevic nel prepartita e poi Miroslav Klose e De Vrij durante il match. Gli infortuni non hanno fermato i biancocelesti, anzi hanno esaltato le qualità di Baldè Keita che è entrato in campo all'intervallo proprio al posto del tedesco e ha realizzato il gol della vittoria proprio dopo che era stato giustamente annullato uno agli avversari. Sfruttando l'errore in difesa di Papadoupolous il giovane attaccante spagnolo, di origini senegalesi, si è involato verso la porta difesa da Leno e con un bel colpo di tecnica l'ha superato. Il gol decide la gara, ma lascia la qualificazione aperta con i tedeschi che però ora partono da handicap -1 al ritorno. Come detto poco prima della rete era stato bravo Chalanoglu a smarcarsi in area di rigore e calciare a rete, non fosse che la deviazione di Kiesling, sulla linea in posizione di fuorigioco, ne rendeva vana la realizzazione. Partita emozionante e vissuta ad alto ritmo ci fa capire che anche al ritorno i biancocelesti proveranno a lottare per accedere alla fase a gironi di questa magnifica competizione.

A decidere la gara d'andata del preliminare di Champions League tra Lazio e Bayer Levrkusen è lo spagnolo Keitaa al 70'! Il ventenne approfitta di uno svarione a metà campo di Papadopoulos, prende palla e punta Tah. A quel punto l'accelerazione dello spagnolo è fulminante, tanto da consentire al prodotto della cantera del Barca di presentarsi davanti a Leno e di trafiggerlo con un destro incrociato che bacia il palo e termina in rete! Lazio che dunque riesce ad agguantare un successo insperato fino al gol di Keita, ed è pronto ad affrontare il ritorno senza gli affanni che uno 0 a 0 casalingo avrebbe certamente determinato! Bayer Leverkusen punito eccessivamente per la prova messa in campo, ma colpevole di non aver chiuso il match nel momento di maggiore confusione degli uomini di Pioli.

Dopo venti minuti di gioco nel secondo tempo non sono buonissime le sensazioni provenienti dall'Olimpico riguardanti la Lazio: il Bayer Leverkusen continua infatti ad avere  una supremazia territoriale preoccupante, mentre i biancocelesti sembrano costretti a fare affidamento unicamente sulle azioni individuali degli uomini offensivi. Bayer Leverkusen pericolosissimo dunque in questa prima parte di secondo tempo soprattutto con Mehmedi e Calhanoglu, attivissimi soprattutto sulla fascia sinistra. Lazio che ha dovuto rinunciare all'esperienza di Klose fermato da un acciacco e sostituito da Keita, con lo spagnolo incapace di battere Leno dopo una spizzata dell'esordiente Milinkovic-Savic che l'aveva messo a tu per tu con il portiere teutonico. Al 70' poi un brivido per la Lazio con il gol annullato al bayer per fuorigioco millimetrico di Kiessling sulla conclusione vincente di Calhanoglu! 

Il primo tempo del preliminare d'andata di Champions League tra Lazio e Bayer Leverkusen si conclude sul punteggio di 0 a 0. Nella seconda metà della prima frazione di gioco meglio i tedeschi, vicinissimi al gol con una conclusione da 50 metri di Calhanoglu che scavalca Berisha ma finisce di poco fuori. Nel complesso i tedeschi sono apparsi in possesso di una migliore condizione atletica, con i biancocelesti costretti ad affidarsi agli spunti dei singoli (vedi Felipe Anderson), ma ad un passo dal procurare l'espulsione di Wendell a pochi minuti dall'intervallo per un fallo d'ostruzione commesso dal terzino destro sul numero 10 laziale. Squadre ora negli spogliatoi! 

Una partita finora avara di grandissime occasioni si accende in meno di un minuto: è quanto avvenuto poco fa tra Lazio e Bayer Leverkusen, con le due squadre che hanno colpito un palo per parte nell'arco di 30 secondi! I primi a rendersi pericolosi sono stati gli ospiti, con Kramer, bravo asfruttare il lavoro di sponda di Kiessling e a scagliare un siluro di destro stampatosi sul palo. Sul ribaltamento di fronte è Felipe Anderson ad accendersi e a dare vita ad un'accelerazione che spezza in due il Bayer: il brasiliano serve dunque Klose, che nel tentativo di allargarsi supera Leno ma riesce soltanto a colpire il palo!

Dopo 10 minuti di gioco tra Lazio e Bayer Leverkusen in questo preliminare di Champions League resiste il risultato di pareggio! Meglio la Lazio in questo avvio di gara, più volte capace di schiacciare i rivali nella propria metà campo. La squadra di Schmidt sembra intenzionata a sfruttare i contropiedi come arma principale. Finora da segnalare un tiro pericoloso di Parolo deviato in angolo! Partita ricca di intensità che promette emozioni da qui al novantesimo! 

FORMAZIONI UFFICIALI, SI PARTE! - Lazio-Bayer Leverkusen. Ci siamo, allo stadio Olimpico di Roma inizia ufficialmente la stagione europea dei biancocelesti. Dopo la sconfitta in Supercoppa Italiana la Lazio gioca una partita che può rivelarsi fondamentale per il prosieguo della stagione, perchè entrare nella fase a gironi di Champions League darebbe un sapore comunque positivo all’anno (e tante soldi alle casse di Lotito, con ancora una settimana di tempo per spenderli). Andiamo allora a scoprire le formazioni ufficiali di Lazio-Bayer Leverkusen, calcio d’inizio alle ore 20:45. LAZIO (4-3-3): 99 Berisha; 8 Basta, 3 De Vrij, 33 Mauricio, 19 Lulic; 23 Onazi, 20 Lucas Biglia, 16 Parolo; 87 Candreva, 11 Klose, 10 Felipe Anderson. In panchina: 55 Guerrieri, 29 Konko, 6 Gentiletti, 32 Cataldi, 21 Milinkovic-Savic, 14 Keita B., 88 Kishna. Allenatore: Stefano Pioli BAYER LEVERKUSEN (4-2-3-1): 1 Leno; 13 Hilbert, 4 Tah, 5 K. Papadopoulos, 18 Wendell; 8 L. Bender, 23 Kramer; 38 Bellarabi, 10 Calhanoglu, 7 Son Heung-Min; 11 Kiessling. In panchina: 25 Kresic, 26 G. Donati, 2 André Ramalho, 20 Aranguiz, 19 Brandt, 27 R. Kruse, 14 Mehmedi. Allenatore: Roger Schmidt 

L’ARBITRO - Lazio-Bayer Leverkusen è diretta dall’arbitro svedese Jonas Eriksson. Uno degli arbitri più esperti in ambito internazionale, Eriksson lo scorso anno ha arbitrato la semifinale di ritorno Real Madrid-Juventus, terminata 1-1 e che ha dato ai bianconeri la qualificazione alla finale di Champions League; e ha anche diretto Fiorentina-Dinamo Kiev 2-0, quarto di Europa League. L’episodio negativo riguarda invece, guardacaso, il playoff dello scoro ano: Napoli-Athletic Bilbao 1-1, un risultato che combinato con la sconfitta del ritorno sancì l’eliminazione dei partenoopei. Non ci sono precedenti con la Lazio; da ricordare che Eriksson è stato arbitro ai Mondiali 2014 e, dopo Ghana-Stati Uniti e Camerun-Brasile nella prima fase, ha superato il taglio dirigendo l’ottavo Argentina-Svizzera (1-0 dopo i tempi supplementari). In 104 partite internazionali Eriksson ha una media di 0,17 espulsioni e 01,7 rigori fischiati a partita, le ammonizioni sono 3,57.

I PRECEDENTI - Come abbiamo già scritto, ci sono due precedenti tra Lazio e Bayer Leverkusen. Sono andati in scena nella fase a gironi di Champions League 1999-2000, anno in cui la Lazio di Sven-Goran Eriksson vinse lo scudetto; la prima partita si giocò alla BayArena, il Leverkusen passò in vantaggio con Oliver Neuville ma Sinisa Mihajlovic pareggiò 4 minuti più tardi, tutto nei primi venti di partita. All’Olimpico invece fu la Lazio a portarsi in vantaggio con un gol di Pavel Nedved dopo un solo minuto, ma poi i biancocelesti subirono, anche qui nel primo tempo, la rimonta firmata Ulf Kirsten. Nel gruppo A c’erano anche Dinamo Kiev e Maribor; la Lazio vinse il raggruppamento senza sconfitte e volò alla seconda fase, dove di nuovo si prese il primo posto nel girone e arrivò ai quarti, dove infine la sua corsa terminò contro il Valencia di Hector Cuper futuro finalista. Il Bayer Leverkusen di Klaus Toppmoeller fu retrocesso subito in Coppa UEFA (era la prima stagione in cui succedeva) e fu eliminato ai sedicesimi dall’Udinese.

Lazio-Bayer Leverkusen sono decisamente simili a livello tattico. Entrambe infatti prediligono un atteggiamento offensivo; la Lazio gioca prevalentemente con il 4-3-3 e si affida alle giocate laterali di Candreva e Felipe Anderson, spesso liberi di inventare nell’uno contro uno ed effettuare movimenti che favoriscano gli inserimenti senza palla di Parolo. La Lazio deve saper sfruttare l’atteggiamento sfrontato del Bayer Leverkusen: una squadra che attacca con un pressing altissimo e appena recupera palla prova verticalizzazioni o conclusioni. La linea dei trequartisti ha straordinario talento e velocità, un giocatore come Kramer contribuisce a dare più solidità in mediana ma ci sono zone di “vuoto” tra le linee tedesche ed è lì che la Lazio deve essere brava a colpire 

Che tensione, quanta attesa per la Lazio di Pioli che deve cercare di superare l'ostacolo Bayer Leverkusen per accedere alla fase a gironi della nuova Champions League 2015. I biancocelesti però avranno guardato i bilanci contro le tedesche in Europa? Perché avrebbero scoperto che tutto il timore che in queste ore sta dilagando per la forza dell'avversario, può essere mitigato dai precedenti storici contro squadre tedesche. Nella Champions del 2007 ai gironi la Lazio affronta il Werder Brema, perdendo la prima 2-1 (Sanogo, Hugo Almeida, meteora nella Lazio molti anni dopo, e Manfredini) ma vincendo il ritorno con lo stesso risultato, in gol con un fantastico Tommaso Rocchi in doppietta. Nel 2013, in Europa Leage, è addirittura l'anno del doppio scontro con le tedesche: prima ai sedicesimi con il Borussia Monchengladbach, 3-3 all'andata con le reti di Floccari e doppio Kozak, e 2-0 (Candreva e Gonzales) al ritorno che regala il turno successivo proprio contro un'altra tedesca, lo Stoccarda. In questi ottavi di finale, arriva un altro successo laziale grazie allo 0-2 in Germania (Ederson e Onazi) e al 3-1 al ritorno con la tripletta di un super Kozak. Per il Bayer invece i bilanci contro le italiane non sono felicissimi e sono tutti in Champions League: nel 2002 al secondo girone la sfida contro la Juventus finisce in tragedia all'andata con lo 0-4, doppietta Trezeguet, Del Piero e Tudor, e ritorno in crescendo con un buon 3-1 (Butt, Brdaric e Babic contro il solo Tudor). Sempre nello stesso secondo girone ma un anno dopo arriva l'Inter di Cuper: doppia sconfitta, a Milano sotto i colpi di Di Biagio e al ritorno con i gol di Emre e Martins. I tedeschi però si rifanno un anno dopo battendo la Roma nel doppio confronto ai gironi contro la Roma, 3-1 alla Bay Arena grazie a Roque Junior, Krzynowek e Franca e pareggio al ritorno con Montella e Berbatov

Alle ore 20:45 di questa sera lo stadio Olimpico di Roma è testimone dell’esordio ufficiale dei biancocelesti nella stagione. Contro il Bayer Leverkusen si gioca per l’andata dei playoff di Champions League 2015-2016, partita diretta dallo svedese Jonas Eriksson; il ritorno sarà disputato mercoledì 26 agosto e al termine della doppia sfida sapremo se la Lazio diventerà la terza squadra italiana a centrare la qualificazione alla fase a gironi della principale competizione europea per club.

Sia la Lazio che il Bayer Leverkusen entrano in gioco a questo punto dei turni preliminari; una terza in Serie A e l’altra quarta in Bundesliga, hanno mancato la qualificazione diretta ai gironi e ora rischiano entrambe in un doppio confronto che è stato generato dal sorteggio, e che è stato possibile perchè secondo il ranking UEFA la Lazio non è entrata nell’urna come testa di serie.

Ci sono due precedenti ufficiali tra le due formazioni: nella fase a gironi della Champions League 1999-2000 entrambe le sfide terminarono 1-1, in Germania segnarono Neuville e Mihajlovic mentre all’Olimpico i gol furono realizzati da Nedved e Ulf Kirsten.

Due squadre che nel corso della loro storia hanno avuto grandi momenti, anche recenti: la Lazio con lo scudetto del 2000 e in generale gli anni che hanno portato in dote i trionfi corredati da Coppa delle Coppe e Supercoppa Europea. Il Bayer Leverkusen senza vincere nulla, ma rimanendo al vertice del campionato tedesco e permettendosi addirittura di giocare una finale di Champions League, nel 2002, in una stagione in cui ha perso tutto all’ultima partita (anche campionato e Coppa di Germania).

Le Aspirine però sono sempre rimaste al top, e negli ultimi anni sono stati una presenza regolare nei gironi di Champions; per due stagioni consecutive si sono qualificati agli ottavi, e la scorsa primavera soltanto i calci di rigore hanno impedito al Bayer di centrare la qualificazione ai quarti. 

Sarà una partita speciale per Rudi Voller, attuale direttore sportivo del Leverkusen, che ha un passato importante nella Roma; dal punto di vista del calciomercato la Lazio si è rinforzata con le acquisizioni di Ricardo Kishna e Sergej Milinkovic-Savic, riuscendo a trattenere Felipe Anderson e tutti gli altri pezzi pregiati. Il Bayer Leverkusen, per il secondo anno consecutivo affidato a Roger Schmidt, ha perso Gonzalo Castro che era una sorta di jolly e una bandiera del club ma ha confermato il tridente di mezzepunte Bellarabi-Calhanoglu-Son e negli ultimi giorni di calciomercato ha portato a casa, dall’Internacional Porto Alegre, il centrocampista Charles Aranguiz che lo scorso giugno ha vinto da protagonista la Coppa America con il Cile. Sarà dunque una partita tesa e vibrante, che potrebbe diventare anche spettacolare; entrambe le squadre hanno una fase offensiva importante e sono molto propense al gol, anche se c’è da dire che la posta in palio è altissima e probabilmente, soprattutto in questa sfida di andata, a prevalere sarà la paura di subire un gol che potrebbe rendere le cose complicate. Noi ci mettiamo comodi e diamo la parola al campo sperando che la Lazio centri l’obiettivo: la diretta di Lazio-Bayer Leverkusen, valida per l’andata dei playoff di Champions League 2015-2016, sta per cominciare… 

Lazio-Bayer Leverkusen, andata del playoff di Champions League 2015-2016, sarà trasmessa in diretta tv da Premium Sport (canale 380) e Premium Sport HD che trovate in abbonamento sul digitale terrestre di Mediaset Premium; ma sarà anche in chiaro per tutti su Canale 5, decisione presa da Mediaset vista l'importanza della sfida. Avrete anche l’opportunità, se siete abbonati al digitale terrestre di Mediaset Premium, di seguire Lazio-Bayer Leverkusen streaming video, attivando su PC, tablet e smartphone l’applicazione Premium Play o su www.sportmediaset.it. Tutti i tifosi avranno inoltre la possibilità di essere aggiornati sull'esito della partita attraverso le pagine ufficiali che la UEFA mette a disposizione sui social network, in particolare Facebook e Twitter, e che sono agli indirizzi facebook.com/uefachampionsleague e @ChampionsLeague.  Sono disponibili anche gli account ufficiali della Lazio, che sono facebook.com/officialsslazio e @OfficialSSLazio.