BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Giro di Polonia 2015 info streaming video e tv: prima tappa Varsavia-Varsavia (112 Km), vince Kittel in volata (oggi domenica 2 agosto)

Diretta Giro di Polonia 2015 info streaming video e tv: prima tappa Varsavia-Varsavia (112 Km), il percorso della giornata inaugurale del giro che vede al via anche il nostro Fabio Aru

Foto Infophoto Foto Infophoto

DIRETTA GIRO DI POLONIA 2015, INFO STREAMING VIDEO E TV: PRIMA TAPPA VARSAVIA-VARSAVIA (112 KM) (OGGI DOMENICA 2 AGOSTO 2015) - A 20 km dal traguardo il gruppetto si rialza: la prima tappa del giro di Polonia 2015, la Varsavia-Varsavia di 112 km, si risolverà probabilmente in volata ma non possono essere esclusi azioni di finisseur negli ultimi km. A 15 km dall'arrivo tentano di staccarsi dal gruppo Patrick Gretsch della AG2R La Mondiale e Vegard Breen della Lotto Soudal: i due fuggitivi riescono a guadagnare una decina di secondi del gruppo, costretto ad aumentare la velocità. La Movistar di Juan Jose Lobato Del Valle, uno dei favoriti nella tappa di oggi, si è portata al comando, con l'obiettivo di tenere i fuggitivi a distanza di sicurezza, e riesce ad annullare il tentativo, a 10 km dal traguardo. La Movistar resta al comando, per evitare nuovi tentativi e portare il gruppo in volata, ma creare il "treno" non è semplice, a casa della presenza di numerose curve. In volata Sacha Modolo (Lampre-Merida) parte lungo ma negli ultimi metri la lotta è tra Marcel Kittel (Team Giant Alpecin), Niccolo Bonifazio (Lampre Merida), Caleb Ewan (Orica GreenEDGE): l'australiano riesce a prevalere nell'ultima curva ma Kittel recupera nel rettilineo e si aggiudica la prima tappa del Giro di Polonia. Secondo Ewan, terzo Bonifazio, autore di un gran recupero nell'ultima curva

DIRETTA GIRO DI POLONIA 2015, INFO STREAMING VIDEO E TV: PRIMA TAPPA VARSAVIA-VARSAVIA (112 KM) (OGGI DOMENICA 2 AGOSTO 2015) - Mancano 3 giri al termine della prima tappa del Giro di Polonia 2015, la Varsavia-Varsavia di 112 km, restano in fuga i 3 corridori (Adrian Kurek, Pawel Bernas e Matej Mohoric), con il vantaggio inferiore al minuto. Difficilmente le squadre dei velocisti lasceranno spazio ai 3 attaccanti ma le caratteristiche dell'arrivo si addicono anche alle azioni di un finisseur. I favoriti dovranno prestare attenzione, in particolare, ad alcune curve in prossimità dell'arrivo, che potrebbero spezzare il gruppo in più tronconi e favorire l'azione di un attaccante negli ultimi chilometri. 

DIRETTA GIRO DI POLONIA 2015, INFO STREAMING VIDEO E TV: PRIMA TAPPA VARSAVIA-VARSAVIA (112 KM) (OGGI DOMENICA 2 AGOSTO 2015) - Mancano 4 giri al termine della prima tappa del Giro di Polonia 2015, la Varsavia-Varsavia di 112 km. La tappa potrebbe concludersi in volata ma non è escluso il tentativo di passisti scalatori negli ultimi chilometri, grazie alla presenza di alcuni strappi: il gruppo sta concedendo poco spazio ai 3 fuggitivi, Adrian Kurek e Pawel Bernas della CCC Sprandi Polkowice e Matej Mohoric del Team Cannondale-Garmin. A 50 km dall'arrivo il terzetto non riesce a guadagnare terreno: il vantaggio resta attorno al minuto, divario facilmente colmabile dal gruppo negli ultimi chilometri, in particolare se le squadre dei velocisti decideranno di tirare, con l'obiettivo di chiudere la gara in volata.  

DIRETTA GIRO DI POLONIA 2015, INFO STREAMING VIDEO E TV: PRIMA TAPPA VARSAVIA-VARSAVIA (112 KM) (OGGI DOMENICA 2 AGOSTO 2015) - E’ passata una sola settimana dalla conclusione del Tour de France vinto da Froome, ma il ciclismo internazionale continua ad offrire grandi occasioni per tutti i ciclisti. Dopo la corsa in linea spagnola del 1° agosto, la Clasica di San Sebastiano, dal 2 all’8 agosto tornano le corse a tappe, con un Giro di Polonia che anno dopo anno sta prendendo sempre maggiore importanza nel panorama ciclistico internazionale. Una corsa impegnativa e che fa da prologo ideale per quei corridori che in seguito si presenteranno al via della Vuelta.

Il Giro di Polonia è composto da sette tappe, l’ultima delle quali una cronometro individuale, ma anche nelle tappe precedenti ci sarà modo di combattere sia sulle salite, alcune delle quali abbastanza impegnative, che sui piccoli strappi che caratterizzano gran parte del percorso. La prima tappa, quella che si corre a Varsavia in circuito, sulla distanza di 122 chilometri, è caratterizzata nel finale da uno strappo che sicuramente metterà fuori causa la maggior parte dei velocisti del gruppo. Il giorno successivo si parte da Czestochowa, per arrivare a Dabrowa Gornicza dopo 146 chilometri di percorso che nei primi chilometri si presenta vallonato, e successivamente pianeggiante, e quindi adatta ai velocisti. Nella terza tappa torneranno a mettersi in luce gli scattisti del gruppo, in quanto nel percorso che va da Zawiercie fino a Katowice, su 166 chilometri, è presente uno strappo che i corridori dovranno affrontare ben quattro volte, con l’ultima che si conclude a pochi chilometri dallo striscione dell’arrivo. La frazione seguente, la quarta, è la prima con delle vere e proprie salite. Da Jaworzno a Nowy Sacz i ciclisti dovranno percorrere 220 chilometri, con due ascese di prima categoria, ma la distanza dell’ultimo Gpm dal traguardo, 40 chilometri, potrebbe consentire un rientro di eventuali ciclisti staccati in salita. Il giorno successivo è quello del "tappone"; da Nowy Sacz a Zakopane sui 223 chilometri della quinta tappa sono infatti piazzati ben 8 Gpm in circuito, che sicuramente provocheranno una selezione, anche se non si scollina mai a quote alte. La tappa successiva, la penultima, da Bukovina Terma Hotel Spa a Bukowina Tatrzanska, sulla distanza di 174 chilometri, presenta l’unico arrivo in salita del giro; anche in questo caso si corre in circuito, con tre ascese che i corridori sono chiamati a ripetere cinque volte.

Anche in passato questa tappa è stata decisiva per la vittoria finale. L’ottava tappa, come detto, è una cronometro individuale, sulla distanza di 25 chilometri che si corre a Cracovia, e nella quel si potrebbero avere gli ultimi sussulti della classifica. Un percorso che nel suo complesso garantisce sempre spettacolo, come nelle scorse edizioni. Il Giro di Polonia, dato il momento in cui si corre, potrebbe vedere la lotta tra alcuni grossi calibri, ma anche possibili outsider. Primo favorito tra i partecipanti alla gara, e che oltretutto corre in casa, è il campione del mondo Michal Kwiatkowski, che non ha partecipato alle ultime due edizioni, ma nel 2012 arrivò secondo per soli 5 secondi alle spalle del nostro Moser. Kwiatkowski in questa occasione si presenta intenzionato a dare battaglia sin dall’inizio. Per lui saranno a disposizione tutti i compagni di squadra della Etixx-Quick Step. Altro corridore che è pronosticato per la vittoria è il nostro Fabio Aru dell’Astana. Il corridore sardo, dopo l’ottimo secondo posto al Giro d’Italia torna in pista con visione sulla Vuelta, ed avrebbe certamente gradito un percorso con maggiori salite, ma anche così resta uno dei principali antagonisti del campione del mondo. In squadra con lui Paolo Tiralongo, Diego Rosa e Dario Cataldi in veste di gregari. Sempre in casa polacca, sarà presente al via anche Przemyslaw Niemiec, della Lampre Merida, anche lui con una squadra tutta formata da italiani, tra cui Diego Ulissi, altro corridore che potrebbe puntare ad un buon piazzamento. Per il corridore toscano sarà importante presentarsi in buona posizione alla cronometro finale, che per lui come per Aru, resta la tappa più difficile. Corrono con l’obiettivo della Maglia Gialla anche John Darwin Atapuma della BMC e l’altro colombiano e Sergio Henao, portacolori della Sky, il francese Christophe Riblon, ed Amador della Movistar. Per gli italiani in corsa anche Formolo, Modolo ed il sempreverde Rebellin. Dopo la vittoria di Moreno Moser nel 2012, le ultime due edizioni del Giro di Polonia sono state vinte dall’olandese Pieter Wenning nel 2013 e dal polacco Rafal Majka nel 2014, che si impose davanti agli spagnoli Izagirre e Inxausti.

La diretta del Giro di Polonia 2015 è in televisione a partire dalle ore 15 sul canale Eurosport 2: lo trovate al numero 382 del vostro telecomando, oppure al 211 del pacchetto satellitare di Sky. Due le modalità per assistere allo streaming video del Giro di Polonia 2015: per i possessori del satellite l'applicazione Sky Go, senza costi aggiuntivi e scaricando su PC, tablet e smartphone, mentre per tutti gli altri l'applicazione Eurosport Player che però prevede il pagamento di una quota in abbonamento. 

© Riproduzione Riservata.