BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Lecce-Catanzaro (risultato finale 0-0, 3-2 dcr): salentini avanti ai rigori (Coppa Italia 2015 1° turno, oggi 2 agosto)

Diretta Lecce-Catanzaro: risultato finale 0-0, 3-2 dopo i calci di rigore. Sbaglia Moscardelli, ma poi il Catanzaro fallisce gli ultimi tre tiri dal dischetto e i salentini si qualificano

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Non bastano i tempi supplementari e allora il Lecce ha bisogno di aspettare i calci di rigore per qualificarsi al secondo turno della Coppa Italia 2015-2016, dove incrocerà il Cesena. Battuto il Catanzaro al termine di una girandola di emozioni: nei supplementari Ricci toglie dalla riga di porta un pallone che sembrava essee entrato del tutto in porta, ma il Lecce non protesta e si arriva ai tiri dal dischetto. Sbaglia subito proprio Moscardelli, ma poi il Catanzaro scialacqua gli ultimi tre rigori con Agnello (palo), Orchi (parato) e Mancuso (alto), vanificando anche la traversa che Abruzzese aveva colpito mancando il primo match point. 

Tutto pronto al Vial del Mare dove Lecce-Catanzaro vale per il primo turno preliminare di Coppa Italia Tim Cup 2015-2016. Andiamo subito a studiare le formazioni ufficiali delle due squadre, calcio d’inizio alle ore 21 (si gioca in gara secca, con supplementari e rigori in caso di parità dopo i tempi regolamentari). Benassi, Kalombo, Morello, Vinetot, Papini, Gigli, Lepore, De Feudis, Moscardelli, Herrera, A. Doumbia. In panchina: Bleve, Abruzzese, Tundo, Monaco, Cicerello, Rosafio, Persano, Perucchini. Allenatore: Asta Scuffia, D’Orsi, Squillace, Giampà, Orchi, Ricci, Calvarese, Agnello, Razzitti, Ingretolli, Foresta. In panchina: Cannizzaro, G. Sirigu, Caselli, Maita, Barillari, Fulco, Caruso, Mancuso. Allenatore: D’Urso 

Il Lecce gioca in Lega Pro dalla stagione 2012-2013. Allora la categoria sarebbe dovuta essere la B, ma a causa del calcioscommesse i salentini sono stati retrocessi nella vecchia Serie C; il Lecce ha subito provato la promozione nel torneo cadetto ma nei primi due anni ha perso le finali playoff contro Carpi e Frosinone, scatenando - in questa seconda occasione - l’ira dei tifosi che hanno invaso il campo facendo grossi danni al terreno di gioco e alle strutture. Nel 2014-2015 il Lecce ha fatto anche peggio: sempre nei primi cinque-sei posti, ha cambiato tre allenatori nel corso dell’anno (da Franco Lerda a Dino Pagliari durato solo cinque giornate, passando per Alberto Bollini) ma non è riuscito a qualificarsi per i playoff, chiudendo al sesto posto con 67 punti nonostante le due vittorie contro il Benevento. 

Partita valevole per il primo turno della Coppa Italia "TIM Cup" 2015-2016, sarà per entrambe le compagini la prima uscita ufficiale della stagione, per tale motivo la sfida si preannuncia piuttosto interessante (calcio d'inizio ore 21:00).

È utile ricordare che questo turno di Coppa Italia non prevede partite di andata e ritorno, ma solo una sfida unica; l'incontro si disputerà a Lecce in quanto la squadra salentina ha ottenuto un miglior posizionamento nell'ultimo girone C del campionato di Lega Pro. In caso di parità nei tempi regolamentari si procederà con i due supplementari e qualora necessario anche con i calci di rigore. Sulla base dei sorteggi effettuati, la vincente di questo match affronterà il Cesena, qualificato di diritto al secondo turno.

Il fischio d'inizio di Lecce-Catanzaro è fissato per le ore 21 di domenica 2 agosto, presso lo stadio Via del Mare, la partita sarà diretta dal Sig. Mastrodonato di Molfetta. Sia il Lecce che il Catanzaro, nell'estate appena trascorsa, hanno cambiato molto, di conseguenza questa partita ufficiale può certamente rappresentare un buon "rodaggio" per entrambe le squadre. La squadra calabrese ha confermato la propria politica di valorizzazione dei giovani, proprio negli scorsi giorni ha ufficializzato l'acquisto dei calciatori Selvatico e Caselli, rispettivamente dell'89 e del '95.  

Il Lecce invece, negli ultimi anni, ha fatto davvero fatica a trovare un'identità: sebbene nelle ultime stagioni la sua rosa sia sempre sembrata fortemente competitiva, la squadra salentina non è riuscita a fare il salto di qualità, e non ha saputo raggiungere l'obiettivo della promozione in serie B. Sia il Catanzaro che il Lecce hanno in programma di vivere, nella prossima stagione di Lega Pro, un campionato di primo livello. Per via dello scandalo del calcioscommesse che ha coinvolto alcune squadre, peraltro, il Lecce conserva una sottile speranza di poter essere ripescato in serie B, anche se al momento questa eventualità sembra lontana perché il Brescia è in vantaggio secondo i criteri stabiliti dalla Lega (un verdetto è atteso per il 4 agosto).

Il Catanzaro ha confermato soprattutto nell'ultima stagione di poter ambire ai play-off, per il Lecce invece vincere è un imperativo, non fosse altro per il blasone e la storia che contraddistingue questa squadra. Sbilanciarsi sulle formazioni non è affatto semplice, dato che entrambe le squadre sono state protagoniste, ad oggi, esclusivamente di partite amichevoli poco impegnative. Nel Lecce, con ogni probabilità, si rivedrà tra i pali Benassi, il portiere che fu protagonista di ottime prestazioni con la maglia giallorossa in Serie A, molto attesi ovviamente il bomber Moscardelli, Doumbia, Falco (accostato al Frosinone neopromosso in A) ed anche il salentino Lepore, che è stato aggregato alla squadra solo negli scorsi giorni ed è fortemente motivato.

La partita sarà un'ottima occasione per mettersi in mostra anche per i tanti giovani giallorossi, come ad esempio Persano, reduce da un buon campionato con la primavera del Napoli, i rientranti Cicerello e Rosafio ed anche il giovane Gigli, in prestito dalla Fiorentina. Tanta gioventù anche nella compagine calabrese: nell'11 del Catanzaro non mancheranno nomi importanti, quali quelli di Giampà, del portiere Scuffia, del calabrese Squillace, che ha realizzato una tripletta nell'ultima amichevole della sua squadra; per il resto, il Catanzaro potrà contare soprattutto sulla grande voglia di mettersi in mostra di tanti nuovi giovani, oltre che su diversi ragazzi che hanno saputo mettersi in luce nello scorso campionato.

Entrambe le squadre sono guidate da due allenatori giovani ed emergenti, un motivo in più, questo, per non perdere questo primo turno di TIM Cup. Il Lecce ha ingaggiato mister Antonino Asta, noto per i suoi trascorsi da calciatore, che nelle sue dichiarazioni ha subito espresso grande entusiasmo per questa nuova sfida; sulla panchina del Catanzaro siede invece, dallo scorso mese di maggio, Massimo D'Urso, dopo aver coperto il ruolo di allenatore in seconda.

La partita di Coppa Italia tra Lecce e Catanzaro sarà trasmessa in diretta tv dal canale Rai Sport 1, il numero 57 del telecomando e 227 (o 5057) di Sky; il match si potrà seguire in diretta streaming video gratuita sul sito internet www.rai.tv.

© Riproduzione Riservata.