BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni / Juventus-Udinese: orario diretta tv e le notizie. Gli assenti (Serie A 2015 1^ giornata domenica 23 agosto)

Probabili formazioni Juventus-Udinese, tutte le notizie: le possibili scelte dei due allenatori per la partita che si gioca domenica 23 agosto per la prima giornata del campionato di Serie A

Foto Infophoto Foto Infophoto

È tempo di esordio in Serie A anche per i campioni d'Italia della Juventus e degli altri bianconeri di campionato l'Udinese del neo tecnico Colantuono. La lista degli indisponibili per questa prima giornata è sbilanciata nettamente a sfavore della Juve con Allegri che non potrà pienamente contare sul proprio organico: Khedira e Morata sono indisponibili per problemi muscolari, Asamoah è alle prese con un'infiammazione al ginocchio e non può essere assolutamente arruolabile per la prima di campionato. E come ormai si sa anche Marchisio ha accusato un sovraccarico muscolare in allenamento che lo terrà fuori circa 15 giorni. Va leggermente meglio all'Udinese che dovrà rinunciare solamente a Wague, che deve scontare un turno di squalifica mentre non ci sono infortunati né sul breve e né su lungo periodo.

Domenica 23 agosto, alle ore 18, avverrà il debutto (tra le mura amiche) della Juventus campione d'Italia, che si ritroverà l'Udinese di Colantuono come il primo ostacolo verso la conquista del quinto scudetto consecutivo, impresa riuscita solamente negli anni Trenta. Andiamo allora a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Juventus-Udinese.

Dopo la conquista della Supercoppa Italiana, Massimiliano Allegri ha assunto la consapevolezza che, nonostante le cessioni eccellenti di Tevez, Pirlo e Vidal, la Juventus resta ancora la squadra da battere grazie a un impianto di gioco ormai collaudato, e ai nuovi innesti di Mandzukic e Dybala. In porta, come sempre, ci sarà Buffon, mentre la difesa sarà composta da Lichsteiner, Barzagli, Bonucci ed Evra, con Chiellini che si prende un turno di riposo in vista del big match contro la Roma nella prossima giornata. Centrocampo a tre con Sturaro, Marchisio e la nuova punta di diamante Pogba; dietro alle punte Mandzukic e Dybala ci sarà Pereyra. A disposizione di Allegri: Neto (acquistato dalla Fiorentina), Rubinho, Caceres, Rugani, De Ceglie, Isla, Padoin, Coman, Zaza (rientrato a Torino dopo due splendide stagioni al Sassuolo) e Llorente.

Dopo appena un anno, le strade dell'Udinese e di Andrea Stramaccioni si sono separate, così i friulani hanno deciso di rivolgersi a Stefano Colantuono, rimasto libero dopo aver lasciato l'Atalanta la scorsa stagione. La probabile formazione (caratterizzata dal modulo 3-5-2) prevede Karnezis tra i pali, Heurtaux, Danilo e Piris a difendere l'area di rigore, Widmer, Bruno Fernandes (in ballottaggio con Kone), Guilherme, Badu e Adnan a formare il centrocampo a 5, Thereau assiste il bomber di Natale in attacco. A scaldare la panchina, pronti ad entrare in azione quando sarà necessario, Meret, Romo, Domizzi, Edenilson, Pasquale, Pinzi, Iturra, Merkel, Lucas Evangelista, Zapata e Perica.

Sintonizzatevi a partire dalle ore 18 su Sky Sport 1 (canale 201 del bouquet satellitare) o su Premium Sport (canale 370 del DTT), in entrambi i casi la partita si potrà acquistare singolarmente in pay per view.

Non si vincono quattro scudetti di fila e non si arriva a un passo dalla conquista della Champions League per puro caso: almeno in Italia, la rosa della Juventus non ha rivali e solamente la Roma sembra avere il potenziale necessario per impensierire la corazzata bianconera. Buffon, Chiellini, Bonucci, Marchisio e Pogba sono certezze granitiche, Mandzukic è chiamato a non far rimpiangere Tevez, ma i suoi precedenti in Spagna, all'Atletico Madrid, sono piuttosto incoraggianti. Dybala al Palermo ha fatto scintille e già in Supercoppa contro la Lazio ha dimostrato di poter spaccare le partite anche giocando in una grande squadra. L'Udinese di Colantuono si aggrapperà ancora una volta a capitan Di Natale, sperando che, a differenza dello scorso anno, si affaccino alla ribalta dei giovani che possano riportare in alto la squadra friulana dopo un anno da dimenticare.

Come abbiamo già anticipato, Tevez, Pirlo e Vidal non sono tre giocatori qualsiasi e sostituirli non sarà affatto facile, soprattutto per quanto concerne il carisma che esprimevano in campo e con il quale trascinavano letteralmente i propri compagni di squadra. È ancora da verificare se Mandzukic, Dybala e Zaza riusciranno a essere alla loro altezza oppure no. Nell'Udinese, Di Natale sarà sempre una garanzia, ma anche lui invecchia e 38 anni cominciano a essere tanti per un attaccante che gioca in Serie A. Thereau e Zapata non sembrano, però, aver raggiunto la maturità necessaria per sostituirlo adeguatamente.