BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Fiorentina-Milan (2-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 1^ giornata)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Mai messo seriamente a dura prova nell'arco dei 90 minuti di gioco, nei pochi interventi in cui viene chiamato non commette svarione, contribuendo al successo dei suoi mantenendo la porta inviolata.

Non sembra avere troppe difficoltà a contenere Bonaventura e Honda.

Partita senza infamia e senza lode per lui, non si rende protagonista di errori né di giocate eccezionali, fa il suo ma lo fa bene.

Anche lui si muove molto bene in difesa, ma rimedia un'ammonizione nel primo tempo e per prudenza Paulo Sousa lo sostituisce con Astori.

Entra al 14' del secondo tempo, poco dopo commette una leggerezza che rischia di costare molto caro. È ancora lontano dai livelli in cui si esprimeva ai tempi del Cagliari.

Autore del primo gol su punizione, i suoi movimenti spesso disorientano i giocatori del Milan che non sanno come fare per fermarlo.

Uno dei meno appariscenti tra le fila della Fiorentina, ma anche lui è in qualche modo artefice del successo viola.

Un po' troppo falloso, in alcune situazioni rischia più del dovuto, ma il suo impegno in campo è assolutamente fuori discussione.

Stasera è stato il padrone delle fasce, quasi tutti i lanci che finivano nell'area di rigore del Milan provenivano da lui. Può essere un elemento molto importante per Paulo Sousa nel corso della stagione.

Si procura il rigore del 2 a 0 che poi lui stesso trasformerà, per il resto si conferma una presenza costante nell'area di rigore avversaria, facendo venire il mal di testa ai difensori milanisti.

Prende il posto di Ilicic al 22' della ripresa, per l'ex-Atletico Madrid l'impatto con la Serie A non è stato per nulla traumatico, agevolato dal doppio vantaggio dei viola.

Forse il migliore in campo, la Fiorentina potrebbe aver trovato un nuovo gioiellino da coccolare, in attesa del ritorno ad alti livelli di Giuseppe Rossi. Si trova sempre al posto giusto nel momento giusto, gli è mancato solo il gol ma per il resto partita impeccabile. Paulo Sousa gli regala gli applausi del Franchi sostituendolo al 36' del secondo tempo con .

Poco concreto sotto porta, ma si affaccia spessissimo in area di rigore, deve acquistare la freddezza necessaria per lasciare il segno in partite importanti come questa.

Esordio convincente per il portoghese sulla panchina della Fiorentina. Ha il merito di indovinare la formazione titolare e di dare fiducia a giovani come Ilicic, Bernardeschi e Kalicic, che lo ripagano giocando un'ottima partita.