BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Inter-Atalanta: quote, le ultime novità. I protagonisti (domenica 23 agosto 2015, Serie A 1^ giornata)

Probabili formazioni Inter-Atalanta: le quote e le ultime novità della partita di San Siro, valida per la prima giornata del campionato di Serie A 2015-2016. Si gioca domenica 23 agosto

Foto InfophotoFoto Infophoto

Questa sera a San Siro si apre la Serie A anche per Inter e Atalanta, che daranno vita a un bel derby lombardo: andiamo dunque a vedere quali potrebbero essere i grandi protagonisti nelle probabili formazioni delle due squadre. Tutto passa da Maurito. Le speranze dell'Inter si legano al giovane attaccante argentino, già capocannoniere dello scorso campionato: tutti da lui si attendono un'altra stagione da 20 e passa gol, aiutato anche dal fatto di non giocare le Coppe, che in ottica campionato è un vantaggio. L'estate dell'Inter non è stata esaltante e dunque avere almeno la certezza dell'attaccante di riferimento sarà importante per Mancini, possibilmente a partire già da stasera per difendere il suo trono, che è conteso da tanti rivali. A San Siro segna quasi sempre. L'anno scorso non gli è riuscito contro i nerazzurri, ma ha affondato il Milan. Il Tanque sta all'Atalanta più o meno come Icardi sta all'Inter: se Denis riuscirà a segnare tanto, la salvezza sarà molto più semplice per la squadra di Edy Reja, che con il 4-3-3 gli metterà a disposizione due ali per volare ancora più in alto. La difesa interista è già avvisata... 

Torna la Serie A anche a San Siro: la stagione 2015-2016 si apre con questa partita della prima giornata. L’Inter è in cerca di riscatto dopo l’ottavo posto della scorsa stagione e un precampionato non all’altezza della rosa a disposizione di Mancini, l’Atalanta ha raggiunto una salvezza stentata e cerca dunque la conferma nella categoria senza le tribolazioni di un anno fa. Andiamo allora a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Inter-Atalanta

Le quote Snai per Inter-Atalanta, prima giornata della Serie A 2015-2016, ci forniscono le seguenti informazioni: vittoria Inter (segno 1) a 1,52; pareggio (segno X) a 4,00; vittoria Atalanta (segno 2) a 6,75.

I problemi nel precampionato hanno fatto storcere il naso ai tifosi, anche se Roberto Mancini non si è detto troppo preoccupato; il tecnico jesino va avanti per la sua strada e manda in campo il 4-3-1-2 che sarà orfano di Mateo Kovacic, volato al Real Madrid e al posto del quale (numericamente) potrebbe ora arrivare Perisic. Nell’attesa Mancini destina Hernanes, in ripresa dopo i guai muscolari, a fare il trequartista alle spalle di Icardi, che si deve confermare dopo il titolo di capocannoniere, e Jovetic che è subito titolare al posto di Palacio. Per quanto riguarda la mediana, è già ballottaggio tra un Brozovic che convince sempre più e uno Gnoukouri che ha mostrato grandi doti; a meno di sacrificare Medel e mandare Kondogbia a fare il regista, uno dei due sarà costretto a stare fuori e non soltanto oggi. Così anche in difesa: Ranocchia è riserva di lusso lasciando spazio al nuovo duo Miranda-Murillo, Vidic salterà quasi tutta la stagione per il grave infortunio mentre sulle corsie laterali potrebbe già trovare spazio Montoya, destinando Juan Jesus a terzino sinistro con D’Ambrosio prima alternativa, Nagatomo (probabile partente) e Santon si accomodano in panchina con la sensazione che non avranno troppo spazio in questa stagione. Panchina anche per Guarin: il colombiano è in bilico, per ora resta all’Inter ma le voci su una sua cessione non si sono mai placate.

Edy Reja ha disputato invece una buona estate di preparazione, anche se gli avversari certamente erano inferiori a quelli che l’Inter ha sfidato; lo schema comunque sarà il 4-3-3, con Maxi Moralez che per ora rimane a Bergamo e farà l’esterno alto avendo dall’altra parte il Papu Gomez in cerca di riscatto dopo sei mesi poco brillanti e in mezzo uno tra Denis e Pinilla, che saranno in ballottaggio per tutta la stagione a meno che il tecnico friulano non decida di cambiare modulo passando stabilmente alle due punte di peso. A centrocampo potrebbe rimanere fuori Carmona, titolare inamovibile la scorsa stagione: Maarten De Roon, arrivato dall’Heerenveen, è stato protagonista del precampionato e si è guadagnato sul campo una maglia da titolare al fianco del regista Cigarini e di Kurtic, che almeno per il momento dovrebbe essere il prescelto per presidiare il centrodestra. In difesa si registrano le cessioni pesanti di Benalouane e Zappacosta; Reja ritrova Raimondi fermato lo scorso anno da un brutto infortunio, mentre in mezzo dovrebbe scegliere Andrea Masiello con il giovane Conti che ha dato ottime risposte ed è valida alternativa. A sinistra Dramé, in porta ovviamente c’è il giovane Sportiello chiamato alla stagione della consacrazione.