BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PROBABILI FORMAZIONI / Sampdoria-Carpi: quote, le ultime novità. Infortunati e squalificati (Serie A 1^ giornata, domenica 23 agosto 2015)

Probabili formazioni Sampdoria-Carpi: le quote e le ultime novità sulla partita dello stadio Luigi Ferraris di Genova, valida per la prima giornata del campionato di Serie A 2015-2016

Foto InfophotoFoto Infophoto

Le luci del 'Ferraris' di Genova si accenderanno dunque alle ore 20.45 sull'esordio subito importante per il neopromosso Carpi, alla primissima presenza in Serie A,  contro la Sampdoria di Walter Zenga. Osserviamo da vicino le liste degli indisponibili ed assenti delle due formazioni, partendo dai blucerchiati: tre le assenze, lo squalificato Salamon in difesa, l'infortunato Krsticic a centrocampo e il lungodegente De Silvestri, che dopo essersi lesionato i legamenti in Nazionale non rientrerà prima di Natale. Fermi, anche se solo per questa partita, anche Mesbah e Correa per leggeri guai muscolari. Nel Carpi invece tutti abili e arruolati nella rosa a disposizione di mister Castori, eccetto Lollo che resta ancora da valutare come possibile rientro già dalla prossima.

Giorno storico a Marassi quello di oggi, perchè alle ore 20:45 il Carpi gioca la sua prima partita in Serie A. La squadra emiliana, neopromossa dopo due stagioni nel campionato cadetto, vuole stupire una volta di più e si candida alla salvezza; di fronte trova l’ambiziosa Sampdoria che ha cambiato progetto tecnico e che, scottata dall’inattesa eliminazione al preliminare di Europa League, va in cerca di immediato riscatto e di certezze per il futuro. Andiamo allora a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Sampdoria-Carpi.

Le quote Snai per Sampdoria-Carpi, prima giornata della Serie A 2015-2016, ci forniscono le seguenti informazioni: vittoria Sampdoria (segno 1) a 1,77; pareggio (segno X) a 3,40; vittoria Carpi (segno 2) a 5,00.

E’ una Sampdoria cambiata rispetto al passato, ma per il momento il modulo resta il 4-3-1-2; Walter Zenga non stravolge del tutto e prova a giocare come lo scorso anno. Con interpreti diversi, perchè in difesa al posto di Alessio Romagnoli è arrivato il finlandese Moisander, ci sono due novità sulle corsie laterali con Cassani e Zukanovic (aspettando il ritorno di De Silvestri) e in mediana sono importanti le acquisizioni di Fernando (dallo Shakhtar Donetsk) e Edgar Barreto, che al momento completano il reparto con Soriano che però potrebbe passare al Milan entro la fine del calciomercato. E’ tornato anche Cassano; il barese probabilmente sarà destinato a partire dalla panchina e dovrà lottare per una maglia da titolare, che al momento è saldamente nelle mani di Luis Muriel ed Eder che sono una coppia rapida e mortifera che si avvale della collaborazione di Correa, che ha giocato pochissimo lo scorso anno ma oggi può essere un giocatore importante per aumentare la fantasia. Silvestre sarà l’altro difensore centrale al fianco di Moisander, capitan Palombo è rimasto nella rosa ma per il momento si accontenta di un posto da riserva. Squalificato Salamon per la prima di campionato. 

Il Carpi ha confermato gran parte del gruppo che ha centrato la promozione, ma la formazione titolare è profondamente modificata; Fabrizio Castori in principio dovrebbe affidarsi al 3-5-2 con Modibo Diakite, uno dei nuovi acquisti, che affianca Simone Romagnoli (in ballottaggio con Spolli) e Gagliolo nella linea difensiva davanti a Brkic, che fa coppia con Benussi ed è in vantaggio come titolare. A centrocampo Letizia è confermato, dall’altra parte invece è arrivato dall’Udinese Gabriel Silva, un esterno che era stato anche nelle mire della Roma qualche tempo fa; tutta rinnovata la zona mediana del campo, se non fosse per Lorenzo Lollo: Marrone sarà il playmaker ma una grossa mano gliela darà Andrea Lazzari, grande talento che si è perso per strada e forse soltanto a Cagliari, dopo aver fatto vedere grandi cose nell’Atalanta, è riuscito a giocare sui suoi livelli. La coppia d’attacco è giovane e interessante: al confermato Jerry Mbakogu, che dovrà dimostrare di valere la categoria, viene affiancato Ryder Matos che già nella Fiorentina aveva fatto intuire le sue doti, e intanto arriva dalla doppietta decisiva realizzata in Coppa Italia. Dalla panchina si alza Kevin Lasagna, vedremo se sarà in grado di stupire anche in Serie A.