BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Classifica Serie A / L'analisi dopo la prima giornata: confronto con lo scorso anno, si ripete solo l'Udinese

La ciassifica della Serie A 2015-2016 dopo la prima giornata: la Juventus perde l'esordio in casa per la prima volta, vittorie importanti per Inter e Fiorentina, show della Sampdoria

Foto Infophoto Foto Infophoto

Andando a studiare la classifica del campionato di Serie A 2015-2016, possiamo fare un paragone con quanto era accaduto lo scorso anno. L’unica squadra ad aver confermato la vittoria dell’agosto 2014 è l’Udinese, che aveva battuto 2-0 l’Empoli; questi però sono tre punti decisamente di maggior prestigio e importanza, visto che sono stati colti in casa della Juventus che ha vinto gli ultimi quattro scudetti. Tutte le altre formazioni che avevano vinto alla prima giornata di campionato non si sono confermate: la stessa Juventus, il Napoli, il Milan sono stati sconfitti, la Roma ha pareggiato. Riscatto per il Chievo (aveva perso in casa contro la Juventus), la Lazio (era stata battuta dal Milan) e la Fiorentina che aveva perso l’esordio 2014 contro la Roma; migliorano il loro risultato anche Palermo e Sampdoria, che avevano pareggiato nello scontro diretto del Barbera, e il Sassuolo che era stato fermato dal Cagliari così come il Torino, un anno fa bloccato sullo 0-0 dall’Inter. La stessa Inter per l’appunto vince la prima giornata a differenza del 2014, “pareggia” il risultato dello scorso campionato il Verona (due pareggi) mentre si peggiora l’Atalanta, che aveva pareggiato e qui è uscita sconfitta a San Siro. L’unica squadra che ha perso due volte consecutive è l’Empoli, contro Udinese (come abbiamo visto) e Chievo. 

E’ una classifica che non ti aspetti quella della prima giornata della Serie A 2015-2016. Juventus, Milan e Napoli sono in fondo senza punti; Palermo, Sassuolo e Udinese si trovano in testa, la Sampdoria dilaga e l’Inter vince allo scadere. Sono passati appena 90 minuti: troppo presto naturalmente per tracciare bilanci e dire che chi ha perso non potrà più vincere lo scudetto, ma intanto ci sono 9 squadre che hanno vinto e se la godono, nove che hanno perso e piangono, appena due che hanno pareggiato. 

La Juventus per esempio non perdeva la prima giornata dal 2010, e in casa non aveva mai conosciuto la sconfitta all’esordio. Il gol di Cyril Thereau rompe questo primato e consegna un clamoroso zero alla squadra che ha vinto gli ultimi quattro scudetti, e ha aperto la stagione prendendosi la Supercoppa Italiana. La Juventus ha dominato ma non ha saputo segnare; conta questo, e anche se Massimiliano Allegri la casella al momento è vuota, mentre è piena quella di un'Udinese che fa punti dove probabilmente poche concorrenti per la salvezza riusciranno a passare (almeno sulla carta). Si è comunque trattato di una prima giornata strana: tre delle big del campionato hanno perso, il Napoli è caduto a Reggio Emilia dove aveva sempre vinto (anche se la statistica era tarata su due partite) mentre il Milan è stato sconfitto da una Fiorentina quadrata e organizzata, mostrando crepe e lacune che Sinisa Mihajlovic dovrà essere bravo a rattoppare. La Roma giocando male ha pareggiato al Bentegodi; alla fine l’unica grande a godere è l’Inter, che sblocca la partita nei minuti di recupero contro una coriacea Atalanta e deve aspettare di essere rimasta in superiorità numerica. La rete di Stevan Jovetic fa sorridere Mancini che lo ha fortemente voluto e per una volta, anche se siamo solo ad agosto, l’Inter vola in testa. Insieme a un Chievo corsaro che si prende già tre punti in uno scontro diretto per la salvezza, e a una Sampdoria devastante offensivamente ma distratta dietro. Vince anche il Palermo in extremis, vince la Lazio che domina il primo tempo ma rischia tantissimo nel secondo, vince il Torino che ribalta lo svantaggio contro un bel Frosinone. E’ passata una giornata: è ancora presto, ma intanto questa è la prima classifica della Serie A 2015-2016.