BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

AVVERSARIE ROMA/ Gironi Champions League 2016, Gruppo E: contro il Barcellona. La reazione di Garcia (Sorteggi, oggi 27 agosto 2015)

Avversarie Roma, gironi Champions League 2016: pronostico e commenti sulle tre squadre contro cui i giallorossi giocheranno nella prima fase del torneo, estratte nel sorteggio di Monaco

Foto InfophotoFoto Infophoto

Dopo il difficile sorteggio di Champions della sua Roma, l'allenatore Rudi Garcia ha parlato del girono in cui si troveranno i giallorossi. Affrontiamo i campioni in carica, cioè il Barcellona: vederli all'Olimpico sarà un piacere per i nostri tifosi. Faremo in modo di fare meglio rispetto all'amichevole. Il Bate lo conosco, ci ho giocato perdendo in casa col Lille 3-1 e vincendo 2-0: prendono punti ai grandi, ricordo ha vinto contro il Bayern, che siamo contenti di non incontrare al momento. Il Leverkusen? I tedeschi sono sempre squadre di qualità. Mi sembra un girone aperto, dietro il Barcellona" ha detto il coach francese.

Sorteggio di Champions League non tenero con la Roma che proprio all'ultimo respiro fa capolino dall'urna per il Gruppo E che mette i giallorossi con il Barcellona e il Bayer Leverkusen, già mattatore della Lazio nei playoff di Champions. Unica nota positiva: non può avere nel girone anche un'altra tedesca. Ma per la dinamica del sorteggio la Roma è stata molto sfortunata, poteva capitare in due gironi più abbordabili o in quello del Barcellona. Ha visto sfilare gli altri due, per poi sistemarsi nel più difficile. Il Gruppo E si completa poi con il BATE Borisov. 

Una Champions League che sta per aprirsi con il sorteggio dei gironi che sta mettendo i brividi alla Roma di Rudi Garcia che dalla terza fascia rischia davvero forte un girone di ferro, visto anche la quantità di big equamente divise tra le prime due fasce. Un gruppo con Bayern Monaco, Real Madrid e Dinamo Zagabria, potrebbe non essere solamente un incubo ma una preoccupante realtà. In prima fascia il peggio sarebbe ovviamente il Barcellona, ma per la regola che le squadre della stessa nazione non si possono incontrare nei gruppi, allora il peggio sarebbe trovare i blancos di Modric e Cristiano Ronaldo in seconda e i bavaresi di un carico di rivalsa Guardiola come testa del gruppo. Nella fascia più debole, la quarta, la sfortuna più nera vedrebbe la Dinamo Zagabria, organizzata e ostica soprattutto in trasferta. Se poi il Bayern non dovesse uscire come sorteggio, allora altri rischi verrebbero in quarta da Wolfsburg e Borussia Monchengladbach, mentre se non dovesse uscire il Barca come top, altri rischi dalla seconda fascia come le due di Manchester e il Porto. Insomma, dita incrociate per i giallorossi, ma potrebbe non bastare.

Dura, molto dura la situazione della Roma in questo ormai prossimo sorteggio di Champions League 2015-2016 che a breve toglierà il velo sulla prima fase della grande "Coppa con le Orecchie". Eppure qualche speranza di vita sulla carta un po più semplice per i giallorossi (che ricordiamo partono dalla terza fascia) ci sarebbe, basta dare un occhio alle composizioni delle fasce: un girone da sogno potrebbe essere quello con Psv Eindhoven, Valencia e Astana. Motivi? Presto che detti: tra le teste di serie l'unica abbordabile è proprio la squadra olandese, l'unica in un gruppo da paura. In seconda fascia il Valencia e il Bayer Leverkusen sono le meno forti in mezzo ad una flotta di big, ma forse dopo il poco simpatico esito occorso ai cugini della Lazio, Rudi Garcia vorrebbe evitare subito i ragazzi organizzati e giovani del Bayer. Sulla quarta fascia invece non c'è dubbio: i kazaki cenerentola di Champions dell'Astana sono la speranza per tutte le altre, e non dovrebbero creare problemi a nessuno, sempre sulla carta ovviamente. 

Per la Roma è arrivato il momento di scoprire quali saranno le avversarie che si troveranno ad affrontare nel girone di Champions League 2015-2016. I giallorossi sono inseriti in terza fascia nel sorteggio che si tiene oggi a Monaco; fa fede il coefficiente UEFA. Questo significa che la Roma di Rudi Garcia giocherà contro una squadra testa di sere, una della seconda e una della quarta fascia; come testa di serie non potrà incrociare la Juventus, visto che il regolamento UEFA non permette i derby nazionali se non a partire dai quarti.

Di segiuto la composizione delle quattro fasce in vista del sorteggio. Prima fascia: Barcellona, Bayern Monaco, Chelsea, Benfica, Paris Saint Germain, Juventus, Zenit e PSV Eindhoven. Seconda fascia: Real Madrid, Atletico Madrid, Porto, Arsenal, Manchester United, Valencia, Manchester City e Bayer Leverkusen. Terza fascia: Shakhtar Donetsk, Siviglia, Olympique Lione, Dinamo Kiev, Olympiacos, CSKA Mosca, Galatasaray e . Quarta fascia: BATE Borisov, Borussia Mönchengladbach, Wolfsburg, Dinamo Zagabria, Maccabi Tel-Aviv, Gent, Malmö ed Astana.

Chiaramente la Roma rischia: come un anno fa potrebbe trovarsi in un girone con due big europee e una quarta squadra competitiva. Un esempio? Barcellona, Manchester United e Wolfsburg; oppure Bayern Monaco e Real Madrid, o ancora Chelsea, Real Madrid (o Atletico Madrid) e Borussia Monchengladbach. Ovviamente c’è anche la possibilità inversa, ovvero quella di un sorteggio favorevole: pescare PSV Eindhoven o Zenit San Pietroburgo, Valencia e Dinamo Zagabria - o un’altra squadra di quarta fascia che non sia una delle tedesche - contribuirebbe largamente a rendere più agevole il compito della Roma. In ogni caso i giallorossi sanno bene che almeno una grande la dovranno incrociare, sempre che appunto il sorteggio non sia favorevole per quanto riguarda la testa di serie del girone; la differenza la farà il sorteggio della seconda urna, che è esattamente quello che ha causato l’eliminazione di un anno fa con l’inserimento nello stesso girone di Bayern Monaco e Manchester City. Cosa che, peraltro, potrebbe ripetersi allo stesso modo in questa stagione, visto che ancora una volta le squadre in questione appartengono a urne diverse. La Roma inoltre, come tutte le altre partecipanti al sorteggio dei gironi di Champions League, potrebbe rimanere “fregata” dagli accoppiamenti imposti dalla UEFA: le squadre di uno stesso Paese non possono giocare tutte nella stessa sera e questo, unito al criterio delle nazionalità, riduce di gran lunga la casualità delle estrazioni dalle urne (ed è anche il motivo del perchè certe sfide, per esempio Bayern Monaco-Manchester City o Arsenal-Borussia Dortmund, si sono ripetute più volte nelle ultime stagioni). Rudi Garcia e la Roma incrociano le dita: tra poco conosceranno le loro avversarie per il girone della prima fase di Champions League 2015-2016. 

© Riproduzione Riservata.