BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

VIDEO / Napoli-Nizza (risultato finale 2-3): gol, highlights, parla l'agente del tecnico Sarri. Rileggi la cronaca in diretta (amichevole)

Diretta Napoli-Nizza, info streaming video e tv: risultato live e cronaca dell'amichevole che si gioca questa sera all'Allianz Riviera, sede del club transalpino che milita nella Ligue 1

Dries Mertens (infophoto)Dries Mertens (infophoto)

Il Napoli ha perso tre a due a Nizza contro la formazione di casa ma la partita degli azzurri è stata elogiata dall'agente di Sarri, ovvero l'Avvocato Pellegrini, che cura gli interessi dell'allenatore. A Radio Kiss Kiss Napoli, Pellegrini ha dichiarato: "Contro il Nizza, nei primi 25 minuti, il Napoli ha giocato molto bene mostrando qualcosa di interessante. E' chiaro che non tutti i calciatori sono entrati negli schemi di Sarri ma sono grandi calciatori e presto entreranno pienamente nel gioco del tecnico".

Ha perso la sua prima amichevole internazionale estiva contro il Nizza, ma la squadra campana ha impressionato il tecnico dei francesi, Claude Puel, nonostante il 3 a 2 finale. «Di fronte c'era un buon avversario – le parole dell’allenatore del Nizza al triplice fischio finale - all'inizio ci hanno creato dei problemi, esercitando una grande pressione. Abbiamo faticato a fare la nostra gara rispetto a quanto fatto in questa preparazione. Abbiamo perso troppi palloni perchè andavamo troppo di fretta, ma dopo mezz'ora abbiamo riportato le cose in ordine e siamo stati capaci di segnare». Puel guarda oltre, alla prima partita della Ligue 2015-2016, che sarà la delicata sfida contro il Monaco, fra le squadre più forti in assoluto di tutta la Francia: «Abbiamo avuto più occasioni rispetto al Napoli – ha aggiunto il tecnico d’oltralpe - ma la prima gara col Monaco resta una incognita. La preparazione è stata buona, le nostre gare sono state interessanti e ci prepariamo a sfidare un avversario che avrà ritmo mentale e fisico. Il Napoli è una grande squadra, ma abbiamo dimostrato il nostro potenziale».

È la nota positiva della sconfitta contro i francesi. Il belga è apparso subito in forma aiutato da un fisico che ci mette poco a carburare. Il folletto belga ha giocato da seconda punta anche se il tridente anomalo formato da Insigne, Mertens e Callejon non aveva un vero e proprio attaccante. Oltre al gol dell'illusorio due a uno, Mertens ha mostrato spunti interessanti, soliti dribbling ubriacanti e tanta voglia di mostrare a Sarri di meritare un posto da titolare nel prossimo Napoli.

Ha perso la sua prima amichevole internazionale, quella in Francia contro il Nizza. Al fischio finale i padroni di casa transalpini hanno avuto la meglio sul club partenopeo, chiudendo il match con il risultato di 3 a 2. E’ comunque soddisfatto il tecnico dei campani, Maurizio Sarri, che al fischio finale vede il cosiddetto "bicchiere mezzo pieno": «Ho visto cose positive al di là del risultato. C'è molto da lavorare perchè stiamo insieme solo da venti giorni. Abbiamo giocato contro una squadra nettamente più avanti nella preparazione, visto che tra una settimana già parte il campionato francese». Nel corso del match, cartellino rosso per José Maria Callejon, con il Napoli costretto quindi a giocare in inferiorità numerica: «Anche in inferiorità numerica è stata buona la voglia di raggiungere il risultato – ha chiosato l’ex allenatore dell’Empoli - la squadra mi è piaciuta per carattere e temperamento».

Niente drammi sicuramente, è calcio estivo e il Napoli di Sarri deve ancora crescere. Ma l'amichevole di ieri contro il Nizza non ha lasciato indicazioni positive soprattutto per la difesa che ha incassato tre reti e soprattutto ha mostrato delle lacune a livello di movimenti. Non a caso Sarri ha intenzione di svolgere delle sedute tattiche proprio per oleare al meglio i movimenti da parte dei difensori. In questo caso sarà fondamentale la forma fisica dei centrali e in particolare di Chiriches che dovrà guidare la difesa del Napoli. Sarri non è preoccupato ma la sensazione è che qualcosa possa cambiare dietro magari con l'addio di Koulibaly.

All'Allianz Riviera di Nizza il Napoli viene sconfitto dai Rossoneri di casa per 3 a 2. Il primo tempo inizia in maniera scoppiettante con le due squadre che, dopo una serie di batti e ribatti, sbloccano il punteggio al 9' in favore dei Francesi su tiro di Plea e papera dell'ex Carpi Gabriel, schierato al posto dell'infortunato Reina. Tuttavia, i Partenopei non si abbattono e pareggiano al 14' con una bellissima azione corale: rete di Callejon su assist di Mertens dopo il recupero palla da parte di Insigne. Al 20' poi, gli Azzurri passano momentaneamente in vantaggio grazie al Belga che con un dribbling a rientrare dalla sinistra infila Pouplin. Al 39' però è tutto da rifare a causa del siluro partito dal piede di Seri da fuori area al termine dello scambio col solito Plea e i Rossoneri tornano di nuovo davanti anche ad inizio secondo tempo grazie al bel colpo di testa schiacciato a terra di Germain al 53', su traversone da sinistra di Hult, e sul quale Gabriel poteva fare meglio. Purtroppo l'amichevole viene falsata al 68' dall'ingiusta espulsione per Callejon ma dalle immagini, appunto, lo spagnolo non aveva fatto altro che discutere a parole con un giocatore avversario reo a suo dire di aver simulato un fallo. Fino ad allora i tre davanti, pure con Gabbiadini al posto di Mertens nella ripresa, avevano dato spettacolo e lo stesso ex Doriano sfiora il nuovo pareggio intorno al 73', prima che De Guzman sprechi una ben più facile occasione al 90'. Il match meritava sicuramente un 8 per quanto visto su ambo i lati ma l'espulsione di Callejon la rovina completamente e ne spegne il ritmo ai danni dello spettacolo puro. Squadra sicuramente in palla, basata sulla corsa e il forte ego di alcuni suoi elementi. Purtroppo i Rossoneri sono anche molto fallosi e devono ringraziare l'arbitraggio casalingo se sono riusciti a fare bella figura. Sconfitta davvero bugiarda quella di stasera con gli Azzurri a meritare certamente di più di quanto abbiano raccolto. La difesa è senza dubbio da registrare così come i tempi del centrocampo ma se gli avanti vengono riforniti con continuità i problemi non si pongono. Va bene che è un test precampionato ma pur sempre un amichevole e non si possono usare i cartellini come ha fatto lui questa sera. Attua un arbitraggio casalingo con due pesi e due misure: il trattamento riservato a Callejon e poi al portiere del Nizza ne sono la controprova. Questo tridente sembra essere uscito dal Barcellona e fa davvero paura. Insigne si muove sulla trequarti come se non avesse mai fatto altro per aprire il raggio d'azione dei compagni sull'esterno fino ad agire da falso nove! Mertens stupisce sfruttando la libertà concessagli e Gabbiadini è una buona alternativa tattica con le sue caratteristiche fisiche e con la sua solita tecnica sopraffina. Anche Callejon non è da meno, vedi il goal dell'1 a 1, e a nostro dire non si meritava l'espulsione. Quasi un peccato la presenza di Higuain che dovrà spezzare questa sintonia una volta pronto. Esordisce senza alcun timore mettendo in campo tanta personalità sulla sinistra e lavora d'esperienza come un veterano. All. SARRI 6,5 La squadra è da rivedere per quanto riguarda il centrocampo e la difesa in cui i calciatori devono elaborare l'intesa migliore. Davanti però l'attacco entusiasma e si ha davvero la sensazione che possano fare di tutto per merito della libertà concessagli. Non convincono a differenza di quanto ci si poteva invece aspettare. Mettono il cuore e tanto impegno che tuttavia non bastano per gestire al meglio l'avversario ed infatti in inferiorità numerica gli errori si fanno sentire. Lo stesso vale per De Guzman, un po' in confusione e alla ricerca dellla collocazione migliore, mentre fa un pochino meglio David Lopez. Questa coppia difensiva non va assolutamente bene: il terzino brasiliano dimostra di non poter giocare da centrale mentre il Francese si rende protagonista di diverse incertezze, specie sul goal decisivo di Germain, perso completamente in marcatura da due passi. Con Reina infortunato, i due Brasiliani giocano un tempo a testa: l'ex Carpi commette una papera clamorosa sul goal in apertura di Plea per poi rifarsi con una gran parata sullo stesso. Il secondo, invece, paga l'andamento della partita che si spegne dopo l'espulsione del compagno spagnolo e non viene più sollecitato a dovere.

Il Napoli cade in amichevole contro il Nizza. Gli azzurri di Maurizio Sarri sono subito sotto dopo appena sette minuti quando è Plea a sbloccare la partita. Riescono prima a pareggiare al 13mo con Callejon e poi a ribaltare il risultato sei minuti più tardi con Mertens. Alla fine del primo tempo però arriva il gol di un nuovo pari messo a segno da Michael. Nella ripresa si consuma la sconfitta con la rete di Germain e il rosso di Callejon che condiziona il finale.

Risultato finale, Napoli 2 Nizza 3. Una battuta d'arresto per un Napoli fin qui spumeggiante in precampionato e che ha fatto vedere anche questa sera buone cose contro una squadra praticamente già in forma campionato. La sconfitta comunque resta, e Sarri dovrà trarre i giusti insegnamenti. Il Napoli chiude anche con il rosso di Callejon, che decisamente è il più nervoso in una situazione forse minata dall'incertezza nel calciomercato. In ogni caso il lavoro prosegue, un pizzico di sfortuna ha impedito di cogliere almeno un pareggio, ma di dati ne sono stati raccolti moltissimi: ci vuole fiducia 

Risultato in Napoli Nizza che cambia ancora grazie al gol di Germain che arriva alla segnatura con uno splendido colpo di testa schiacciando il pallone proprio "in faccia" a Koulibaly. Il difensore del Napoli si fa anticipare e manda in bestia i tifosi azzurri. Devastante sulla fascia sinistra l'azione del fluidificante del Nizza, pallone messo in mezzo spiovente quanto basta per cogliere lo stacco di Germain. E' il gol del sorpasso nizzardo. Un minuto dopo la sfortuna si abbatte su Gabbiadini. Grande azione in verticale con Insigne che tocca d'esterno per Gabbiadini che con un pallonetto fa secco il portiere del Nizza, solo il recupero prodigioso di un giocatore avversario in scivolata evita che il pallone si insacchi per il 3-3 

Risultato che cambia ancora in Napoli-Nizza grazie al gol di Seri che sfodera un tiro da fuori che è una vera e propria bomba indirizzata verso l'incrocio e su cui il povero Gabriel non può davvero opporsi. Le note positive del centrocampo del Napoli arrivano da Valdifiori ed Allan, hanno una grande intesa e riescono a far girare molto bene la squadra, ma contro il Nizza, che tra pochi giorni comincia il campionato, ci sono da sudare davvero sette camice. Mertens è uno degli azzurri più in forma e ci prova ancora ad allungare prima al minuto 35' e poi al minuto 36' servendo nel primo caso Callejon (non molto lucido sottoporta oggi) e poi con un break dopo aver conquistato palla con un pressing altissimo: la conclusione sibila vicina al palo. Prima del gol di Seri Gabriel è di nuovo protagonista con una bella parata in tuffo su un nuovo tiro da fuori di Plea, ma - coem detto - sulla successiva bordata di Seri nulla può

Partita pazzesca tra Napoli e Nizza e risultato che cambia due volte, prima con il gol del Nizza, al settimo minuto dal opera di Plea, con un tiro da fuori che sembra di non grandi pretese, ma alla fine basta per ingannare un incerto Gabriel. La reazione azzurra non si fa attendere, e Valdifiori prende per mano i suoi. Al 14' arriva il pareggio di Callejon con una pressione altissima dei ragazzi di Sarri. Insigne ruba palla, poi serve Mertens che si invola e serve a callejon il più facile dei gol. Il raddoppio arriva due minuti dopo anccora con Mertens che fa tutto da solo, si invola e spara il pallone sul primo palo: gol e Napoli in delirio

Episodi vergognosi pochi minuti prima dell’inizio di Napoli-Nizza con duri scontri tra ultras che sono stati domati solo in questi istanti. Brutti fatti di cronaca che non c’entrano nulla - al di là di precedenti che hanno molto più attinenze con i riti tribali che con le partite di calcio - che rischiano di mettere in secondo piano il lato sportivo di una partita come Napoli-Nizza che - al contrario - ha moltissimo da dire agli appassionati. Pochi minuti fa sono state diffuse le formazioni ufficiali di Napoli-Nizza, vediamole insieme: Napoli (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Henrique, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Valdifiori, Lopez; Insigne; Gabbiadini, Mertens. Allenatore: Maurizio Sarri. Nizza (4-3-1-2): Pouplin; Gomis, Bodmer, Le Marchand, Hult; Koziello, Mendy, Seri; Ben Arfa; Plea, Germain. Allenatore: Claude Puel 

In Napoli Nizza gli occhi saranno certamente puntati sul pacchetto arretrato della squadra partenopea. Con Higuain ancora escluso dall’undici titolare (il suo futuro non è ancora del tutto definito) nel reparto offensivo abbiamo già visto che le cose vanno davvero a meraviglia. Sperimentare è un piacere, ma pare che tutte le varianti messe in atto da Sarri si siano rivelate proficue. Indietro invece sia Chiriches che Hysaj saranno al centro dell’attenzione di tutti. Sarri sta lavorando sodo, e le operazioni di analisi sulle carenze del Napoli lasciato da Benitez sembrano essere tutte azzeccate, ora resta da scoprire se le pedine scelte saranno quelle giuste, queste due sono molto importanti. Per quanto riguarda il Nizza, occhi puntati sul mediano Nampalys Mendy, l’uomo di maggior valore nello scacchiere nizzardo, che costituisce con Hatem Ben Arfa e Valentin Eysseric il trio tutto muscoli e classe su cui si fonda il gioco dei francesi. Ben Arfa è già un veterano (anche se di soli 28 anni), gli altri due sono giovani di belle speranze che si stanno mettendo molto bene in mostra. Decisamente un buon test per chi vuole capire (come il Napoli) se le cose nel pacchetto arretrato stiano cominciando a funzionare come si deve…

Guardando il rendimento nelle amichevoli di questi ultimi giorni di Napoli e Nizza, scopriamo che il Napoli ha dimostrato una straordinaria continuità di rendimento nelle due precedenti uscite, ambedue largamente vinte con avversari progressivamente più forti come FeralpiSalò e Cittadella, superati dopo aver rifilato a entrambi una bella cinquina di gol. Il Nizza, dal canto suo ha giocato molti più incontri amichevoli rispetto al Napoli (ben cinque) vincendo tre gare (l’ultima con un roboante 4-0 contro il Galatasaray), pareggiando contro il Besiktas e perdendo in trasferta contro il Waregem. Quella contro il Galatasaray è stata la partita con la miglior differenza reti, seguita dalla sfida vinta contro il Losanna (4-1) e dalla vittoria di misura per 1-0 contro il Frejus. Leggendo i risultati, rispetto al Napoli, il Nizza sembra aver molta più confidenza con il campo in questi giorni estivi, ma anche un maggiore equilibrio tra attacco e difesa. Il Napoli, infatti, pur avendo un attacco che si conferma stellare anche senza Higuain e che si affida per ora ai due “piccoli” Mertens e Insigne, che entrano subito in forma, deve lavorare sulla difesa. Sarri lo sa, De Laurentiis lo sa: e infatti ha belli e pronti due super acquisti che vedremo stasera

Napoli-Nizza, primo impegno internazionale degli azzurri di Sarri, sembra essere di difficile decifrazione da parte dei bookmakers. Le quote della partita sono piuttosto alte e - seppur il Napoli risulti favorito sul Nizza, stando alle quote SNAI - una vittoria degli azzurri in terra di Francia (a modesto avviso di chi scrive più che probabile) pagherebbe comunque un buon 2,15. La vittoria del Nizza è quotata 3,05 mentre il pareggio a 3,25. Insomma, se non una partita da tripla, una partita in cui le cose possono girare a favore di ambedue le squadre. E cercando una migliore fisionomia della gara spulciando le quote sull’over e sull’under non troviamo purtroppo grandi indicazioni. Under 2,5 è quotato 1,90, mentre over 1,75. Insomma, cauto ottimismo sul fatto che in Napoli-Nizza ci siano diversi gol, ma non una certezza. In ogni caso almeno un gol pare certo: il no-goal è quotato 2,15 contro 1,60 del goal. Comparando le quote SNAI con quelle di altre otto case di scommesse, vediamo come ci sia una maggiore sfiducia (pur se di poco) nella vittoria del Nizza nella maggior parte dei casi, mentre il Napoli si attesta su quote leggermente inferiori per la vittoria. Ma tutto sembra essere piuttosto statico e in livellamento. Giocare la vittoria azzurra potrebbe essere una buona idea

Diretta Napoli-Nizza: altra amichevole estiva per il nuovo Napoli che alle ore 21 di questa sera sfida all’Allianz Riviera di Nizza la formazione locale. Una squadra, quella della Costa Azzurra, che si può considerare una nobile decaduta: nel suo palmarès figurano quattro titoli in campionato ma l’ultimo risale al 1959, delle tre Coppe di Francia solo quella del 1997 è stata conquistata in epoca recente. Il Nizza insomma è stato una superpotenza del calcio transalpino negli anni Cinquanta; poi si è ritrovato in Division 2 fino al 2002, quando ha ottenuto la promozione e ha mantenuto la categoria fino a oggi. Lo scorso anno si è salvato con l’undicesimo posto in classifica, e ora sogna traguardi più alti anche se sa che sarà molto difficile. Dall’altra parte il Napoli, che per la prima volta esce dai confini di Dimaro: i partenopei sono arrivati in Val di Sole lo scorso 11 luglio e ci sono rimasti fino a mercoledì. In Trentino hanno giocato tre amichevoli: tre vittorie contro Anaune Val di Non (8-0), FeralpiSalò (5-2) e Cittadella (4-1).

Il nuovo progetto di Maurizio Sarri comincia a prendere forma: il Napoli per il momento non è stato troppo propositivo in sede di calciomercato ma sta portando avanti alcune trattative, scontrandosi però con i soliti problemi legati ai diritti di immagine (era successo a Lavezzi e Gabbiadini in passato, ora sta succedendo con Hysaj che però dovrebbe arrivare a rinforzare le fasce della squadra). Gli osservati speciali sono in particolare due: lo stesso Sarri che per la prima volta in carriera, e al secondo anno in Serie A, si trova ad allenare in una grande piazza, ambiziosa ed esigente e con fame di risultati dopo una stagione al di sotto delle aspettative; e Gonzalo Higuain, rientrato a inizio settimana dalle vacanze e vero motore della squadra. Il Pipita sembra aver sposato il progetto nonostante quest’anno non possa giocare la Champions League, ed è su di lui che l’allenatore fonderà il suo gruppo perchè un attaccante così fa la differenza. In attesa del playoff di Europa League gli obiettivi sono chiari: il Napoli punta a vincere in campo internazionale e in Italia, insomma vuole tutto a prescindere dalla squadra che si presenterà ai blocchi di partenza (la prima giornata di campionato sarà a Reggio Emilia contro il Sassuolo).

La diretta televisiva di Napoli-Nizza sarà trasmessa da Premium Sport, canale al numero 370 del pacchetto Mediaset Premium che è disponibile per tutti gli abbonati. Abbonati che avranno a disposizione senza costi aggiuntivi anche la diretta streaming video per questa partita, attivando su PC, tablet e smartphone l’applicazione Premium Play; inoltre le due squadre in campo questa sera all’Allianz Riviera mettono a disposizione i profili ufficiali sui social network, in particolare Facebook e Twitter, per tutte le ultime novità sulla sfida e per le notizie sui giocatori e sulle società. Facciamo particolare riferimento a quelli del Napoli: li trovate agli indirizzi facebook.com/SSCNapoli e @sscnapoli.