BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Staffetta 4x100 mista stile libero / Finale Pellegrini-Magnini e Orsi-Ferraioli. La staffetta dell'amore manca la medaglia (Mondiali Nuoto 8 agosto)

Pellegrini-Magnini: "staffetta dell'amore" in finale a Kazan. Ai Mondiali di Nuoto in Russia, Federica Pellegrini e Filippo Magnini trascinano la 4x100 mista stile libero in finale.

La coppia Magnini-Pellegrini (Infophoto) La coppia Magnini-Pellegrini (Infophoto)

E il grande sogno sfuma purtroppo, la staffetta dell'amore non raggiunge la zona medaglia e si piazza al quinto posto battagliando fino all'ultimo con i russi per il quarto posto. Dopo i primi 100 conclusi al terzo posto grazie all'ottimo Orsi, Magnini paga la stanchezza e perde terreno, Federica Pellegrini recupera qualche metro ma non basta per lanciare l'ultima vasca di Erika Ferraioli che comunque non riesce a slegare braccia e gambe nel modo giusto. Vince Usa con il record del mondo incredibile, seguono Olanda e Canada con i russi che finiscono quarti. Il misto uomini e donne è certamente un elemento di spettacolo in più che sta regalando altre emozioni alle gare in vasca: peccato per il risultato di questa ribattezzata "staffetta d'amore" per via della presenza contemporanea e successiva della coppia anche fuori dalla piscina Pellegrini-Magnini. Questi i tempi ufficiali: Usa (Record mondo) 3'23"05, Olanda (3'23"10), Canada (3'23"59), azzurri quinti con 3'25"26.

E Filippo Magnini in vasca insieme. Attenzione, non si tratta di un fallo d'invasione, non si entra nella sfera privata di una coppia più volte violata dalle cronache rosa: si tratta di sport, dei Mondiali di nuoto di Kazan, con Fede e Pippo impegnati in quella che viene ormai universalmente riconosciuta come "staffetta dell'amore". I diretti interessati,non potevano certamente sperare di lasciare da parte il gossip nella loro prima gara "di squadra", la 4x100 mista stile libero, ed è forse anche grazie alla loro presenza che questo esperimento spettacolare che vede uomini e donne fianco a fianco, impegnati a darsi il cambio a ritmi frenetici, assume un fascino particolare. La staffetta azzurra, completata da Luca Dotto ed Elena Ferraioli, è in finale con il terzo tempo assoluto: a tuffarsi per primo è stato proprio Dotto, che ha chiuso la sua frazione con 49"38; dopo di lui è toccato a Filippo Magnini, che dopo un buon 48"60 ha dato il cambio all'amata Pellegrini, autrice di un 54"35 preludio dell'ottima prova della Ferraioli sotto i 54". Il lieto fine a questa speciale fiaba sarebbe certamente il raggiungimento di una medaglia, e se è vero che l'oro sembra essere più che opzionato dagli Stati Uniti, e l'argento appare alla portata dei padroni di casa della Russia, la battaglia per il bronzo vede l'Italia tra le contendenti assieme a Svezia e Olanda. Pippo e Fede ci credono? Magnini si affida alla scaramanzia:" Ci vorrebbe un po' di fortuna", la Pellegrini non si sbottona:"Ci proviamo ma sarà dura"!

© Riproduzione Riservata.