BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

VIDEO / Napoli-Porto (risultato finale 0-0): gli i highlights della partita. Le parole di Sarri (amichevole oggi 8 agosto 2015)

Diretta Napoli-Porto, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita amichevole che si gioca questa sera all'Estadio Do Dragao. Test importante per i partenopei di Sarri

Foto Infophoto Foto Infophoto

Il Napoli pareggia senza reti contro il Porto e Maurizio Sarri fa i complimenti alla sua squadra. “Sono contento di come il Napoli ha giocato” si legge sull’edizione online del Corriere dello Sport. “Abbiamo giocato contro un Porto che ha ottimo livello, ci siamo fatti valere”. Sarri non ha nascosto che il Napoli ha sofferto in certi frangenti della partita, ma ha anche voluto sottolineare che visto il valore del Porto ci poteva stare; “nel secondo tempo però abbiamo avuto le nostre occasioni per vincere, perciò in termini generali posso dire di essere soddisfatto di come abbiamo giocato”. 

Il Napoli di Maurizio Sarri pareggia per 0-0 contro una squadra importante come il Porto, una partita che non regala grandi emozioni ma sicuramente serve per crescere nella condizione fisica. Il nuovo tecnico azzurro si presenta in campo con il suo 4-3-1-2 con Reina in porta e davanti a lui una linea difensiva formata da Maggio, Chiriches, Albiol e Hysaj. In mezzo al campo Mirko Valdifiori agisce in cabina di regia con ai suoi fianchi Allan e Marek Hamsik. Lorenzo Insigne viene inserito sulla trequarti mentre le punte sono Dres Mertens e Manolo Gabbiadini. Sono molti i cambi durante la partita, ma la sensazione è che il percorso di crescita si stia completando con una squadra che risponde benissimo al nuovo modulo. Insigne e Hamsik sembrano finalmente tornati a giocare nella loro posizione naturale. Dres Mertens si esalta di più da seconda punta e può essere pericoloso sotto rete. La difesa poi sembra un'altra rispetto allo scorso anno anche grazie alla guida di Pepe Reina. Il Napoli farà bene, la strada è quella giusta. 

Finisce sul punteggio di zero a zero l'amichevole giocata questa sera tra Porto e Napoli al Do Dragao Stadium. Un tempo per parte con i padroni di casa più pericolosi e autoritari nel primo tempo, azzurri in crescita nella ripresa. Insigne è tra i più pimpanti in fase offensiva ma è con l'ingresso di Higuain che i partenopei diventano più temibili, sfiorando il gol per ben tre volte. Alla fine prevale l'equilibrio, ma sono comunque buone le indicazioni raccolte da mister Sarri. 

Quando siamo giunti al settantesimo minuto della partita, il risultato tra Napoli e Porto è ancora fermo sullo zero a zero. Tanti cambi da una parte e dall'altra. Dentro Higuain e Jorginho per gli azzurri, fuori Gabbiadini e Valdifiori. Nel Porto hanno fatto il loro ingresso in campo Osvaldo, Sergio Oliveira e Ricardo Pereira per Aboubakar e Imbula, Maxi Pereira. Al sessantacinquesimo buona chance per Insigne da dentro l'area, il giocatore azzurro dei partenopei calcia di potenza ma Maicon si inserisce con tempismo e respinge di testa. 

E' ricominciato da quasi dieci minuti di gioco, il secondo tempo tra Porto e Napoli. Risultato sempre fermo sullo zero a zero con gli azzurri chiusi nella propria metà campo; i padroni di casa continuano a fare la gara ma non riescono a concretizzare. Dopo appena tre minuti chance per Bueno, il cui tiro viene smorzato e termina direttamente sul fondo. Durante l'intervalo il tecnico del Napoli, Maurizo Sarri, ha deciso di effettuare qualche cambio durante l'intervallo. Dentro Callejon, David Lopez per Hamsik e Mertens. 

E' finito sul punteggio di zero a zero il primo tempo tra Napoli e Porto. Primi quarantacinque minuti combattuti ma privi di grandissime emozioni. Meglio il Porto, sicuramente più intraprendente, ma allo stesso tempo sfortunato, avendo dovuto rinunciare a Cissokho e Brahimi per infortunio. Gli azzurri si sono coperti bene ma hanno faticato a creare pericoli in fase offensiva. L'unico sussulto lo ha creato Insigne con un destro di potenza respinto da Albiol.  

Quando siamo giunti oltre il venticinquesimo minuto del primo tempo, il risultato tra Napoli e Porto è sempre fermo sullo zero a zero. Porto ha provato a rendersi pericoloso con un tentativo di Imbula ma la sua conclusione è stata intercettata e deviata in angolo da Insigne. Buona occasione per gli azzurri al ventiduesimo con Mertens che serve al centro Insigne, il cui tiro viene respinto da Casillas. Gara fin qui piuttosto piacevole e combattuta, sugli spalti si respira un grande entusiasmo. 

E' cominciata da circa dieci minuti di gioco la sfida amichevole tra Porto e Napoli. Punteggio ancora fermo sullo zero a zero, con le due squadre che non sembrano volersi risparmiare nonostante non si tratta di una partita con punti in palio. La squadra di Sarri non ha corso particolari pericoli ma sta soffrendo soprattutto sulla corsia laterale destra, zona di campo occupata da un timido Hysaj. Al dodicesimo Varela confeziona un bel pallone per Marcano che colpisce di testa ma manda fuori.

E’ arrivato il momento di Napoli-Porto. Squadre in campo in una atmosfera rovente allo stadio Do Dragao, dove tra poco meno di una settimana il Porto debutterà in campionato con il Vitoria Guimaraes. Differenza di preparazione quindi notevole, ma il Napoli certamente è alla ricerca di un avversario tosto, per mettere sotto sforzo i propri reparti. Sarri cerca dopo le polemiche la soluzione innovativa in attacco con Gabbiadini e Mertens, mentre osservato speciale nelle fila del Porto sarà certamente il duo formato da Brahimi e Aboubakar. Ora arriva il fischio di inizio, la partita sta per cominciare… NAPOLI (4-3-1-2): Reina; Maggio, Chiriches, Albiol, Hysaj; Allan,Valdifiori,Hamsik; Insigne; Gabbiadini, Mertens PORTO (4-3-3): Casillas; Maxi Pereira, Maicon, Marcano, Cissokho; Ruben, Herrera, Imbula; Varela, Aboubakar, Brahimi  

Napoli e Porto tra poco si sfideranno nel test match in vista della partenza dei rispettivi campionati, ecco qui il testa a testa per capire come le due squadre stanno affrontando questo precampionato. Buonissima prima parte di stagione per il nuovo Napoli di Maurizio Sarri che nell'era post Benitez sta puntando sul possesso palla intelligente e veloce oltre alla grande copertura degli spazi in ogni parte del campo. Questo ha permesso nelle prime amichevole di fare tabula rasa degli avversari, anche se di categorie inferiori ma più avanti di condizioni non solo non sono arrivate le cosiddette "sorprese d'agosto" ma ci sono state ottime prestazioni già dal punto di vista del gioco: FeralpiSalò strapazzata 5-1 e Cittadella 5-2 con un grande Insigne protagonista. Unica pecca il match in chiaroscuro contro il Nizza di una settimana fa terminato 2-3 dopo la rimonta subita. Di contro i partenopei avranno un Porto che nella "campagna tedesca" di preparazione ha preso tutti e 3 i risultati possibili: vittoria per 2-0 contro il Duisburg, sconfitta per 2-1 contro il Monchengladbach e pareggio a reti bianche contro lo Shalke 04. Nelle ultime due gare ha però decisamente ingranato la marcia con la bella vittoria contro il forte Valencia di Nuno e poi la strapazzata per 3-0 contro lo Stoke City. Insomma, il Napoli dovrà stare attento a Osvaldo e soci per evitare figuracce in prossimità della vera partenza della stagione

Mancano poco a Napoli-Porto, due squadre attrezzate per andare avanti in patria e in Europa. Per la squadra di Maurizio Sarri, le amichevoli sono state tante in quest'estate e spesso davvero positive, tranne l'ultima in chiaroscuro contro il Nizza: uno dei temi più interessanti della partita che sta per cominciare è certamente quello dei bomber, con il Napoli che schiera per la prima volta in stagione Gonzalo Higuain, dopo tutte le polemiche fuori dal campo. Con il compagno d'attacco Dries Mertens e le imbeccate del "nuovo" trequartista Insigne, il Pipita può davvero rigenerarsi e prepararsi ad una stagione al top per portare il Napoli in altissimo, Martins Indi e Rolando stasera sono avvisati. Dall'altra parte, il Porto di Lopetegui punta molto sul nuovo arrivato Pablo Daniel Osvaldo, tecnicamente un fenomeno, con la testa ancora bisogna lavorare. Alla decima squadra in 12 anni di carriera, Osvaldo cerca la consacrazione in una forte squadra europea che con un gioco arioso e molto tecnico potrebbe davvero fare al caso dell'ex-attaccante dell'Inter. La concorrenza nel Porto è molto alta, ma già da stasera Osvaldo tenterà in tutti i modi di farsi segnalare positivamente dal proprio mister con i movimenti e le opportunità d'attacco che l'italo-argentino conosce molto bene

Napoli-Porto è una grande amichevole, con due ottime squadre attrezzate per campionato e coppe europee con un organico interessante. Di certo ci vorrà il miglior Napoli del momento per poter reggere l'urto dei campioni portoghesi, rafforzati dal mercato con l'acquisto del folle ma anche spettacolare Pablo Osvaldo, recentissima conoscenza del nostro campionato. La chiave stasera sarà sempre la stessa di queste amichevole in cui per i partenopei hanno messo in campo il nuovo regista venuto dall'Empoli, Valdifiori. Senza la sua presenza in campo molto cambia per le file del Napoli, con i fantasmi della mancanza di idee a centrocampo dello scorso anno che vengono fuori improvvisamente. Sono dunque il play toscano e il suo compagno di reparto e capitano Marek Hamsik a tenere in mano le redini del destino in questa amichevole, con i continui scambi di posizione e il palleggio che cercheranno di tenere in pugno per poter poi lanciare le varie bocche di fuoco dell'attacco azzurro. Di contro ci sarà il Porto di Lopetegui che punta tutto sulle geometrie di Hector Herrera in mezzo al campo e della velocità di sganciamento del piccolo e veloce ex-Pescara Juan Quintero che potrà dare molto fastidio alla costruzione di gioco del Napoli. Davanti se davvero parte titolare subito il neo numero 10 Pablo Osvaldo che potrà garantire, se in forma, il giusto collante tra centrocampo e attacco regalando ai portoghesi quella fisicità e inventiva che mancava tra le frecce tattiche dell'attacco di Lopetegui

Alle ore 21:30 di questa sera l’Estadio Do Dragao di Porto ospita questa bella amichevole estiva che il Napoli affronta come ulteriore preparazione alla stagione. Il Porto è una squadra che forse non figura tra le più forti in Europa, ma che è sempre capace di stupire: nel 2004 vinse la Champions League un anno dopo essersi preso la Coppa UEFA, e negli ultimi anni è stato una presenza costante nei gironi di Champions riuscendo anche a spingersi fino ai quarti di finale.

A proposito di coppe europee, il Napoli aveva affrontato il Porto negli ottavi di finale dell’Europa League 2013-2014; ed era andata male, perchè i lusitani avevano vinto 1-0 in casa e poi erano riusciti a pareggiare 2-2 al San Paolo regalandosi un quarto che li aveva visti eliminati (contro il Siviglia futuro campione).

All’inizio di quella stagione per di più le due squadre si erano incrociate nella Emirates Cup, un quadrangolare giocato a Londra: anche in questa occasione i lusitani avevano vinto (3-1) facendo valere una preparazione più avanzata.

Quello che potrebbe succedere stasera, ma al di là del risultato Maurizio Sarri sta cercando di trovare un’alchimia nei suoi giocatori; incuriosiscono le nuove posizioni in campo di Marek Hamsik e Lorenzo Insigne che ovviamente hanno bisogno di tempo per adattarsi, e ci sono giocatori nuovi che devono entrare negli schemi come Mirko Valdifiori, che è passato da una piccola realtà come Empoli all’essere il regista titolare di una squadra che aspira a vincere lo scudetto o almeno riprendersi un posto in Champions League. 

Il Porto, che lo scorso anno ha raggiunto il secondo posto in campionato e i quarti di Champions, ha cambiato in estate: fuori Danilo, Casemiro (tornato al Real Madrid per fine prestito) e Jackson Martinez sono arrivati calciatori importanti come Iker Casillas e Pablo Daniel Osvaldo, oltre al ritorno di Aly Cissokho e alla firma di Maxi Pereira. Se i lusitani riusciranno a fare la differenza anche in Europa si vedrà, nel frattempo questa bela amichevole estiva ci potrà dire a che punto si trovano Napoli e Porto e quali accorgimenti dovranno ancora attuare in vista dell’inizio ufficiale della stagione.  

La diretta tv di Napoli-Porto sarà su Mediaset Premium e Sky, ma sarà garantita soltanto in pay per view: significa dunque che i possessori di abbonamento dovranno comunque pagare una cifra pari a 10 euro per accedere alle immagini, avendo poi a disposizione la diretta streaming video attivando su PC, tablet e smartphone le applicazioni Premium Play e Sky Go. Ovviamente le due squadre in campo al Do Dragao terranno costantemente aggiornati sul risultato della partita amichevole attraverso le pagine dei social network che trovate su Facebook e Twitter; per il Napoli abbiamo facebook.com/SSCNapoli e @sscnapoli, per il Porto abbiamo invece facebook.com/FCPorto e @FCPorto.